Questo sito contribuisce alla audience di

Come scegliere il telo copriauto

telo copriauto nero con linee arancioni
Vento, pioggia, animali, pietrisco: qualunque cosa può danneggiare la tua auto! Se vuoi proteggerla, il telo copriauto è la soluzione più efficace ed economica. Andiamo a scoprirli!

In una vita nella quale siamo perennemente in movimento, l’automobile è divenuta un’assidua compagna delle nostre giornate. 

 

Spesso, però, mantenere al sicuro un’automobile è un’impresa, specialmente nei periodi invernali.

 

La soluzione più efficace e immediata per difenderci da tali eventi è il telo copriauto: una copertura, realizzata in vari materiali, che copre l’automobile e ne protegge la carrozzeria.

 

In commercio ce ne sono di centinaia di tipi, a seconda del modello di automobile, del materiale e dell’uso che si intende farne. 

 

Ma allora come scegliere quello migliore per noi? Vediamo insieme come si suddividono e quali accortezze usare prima di acquistarne uno.

Telo copriauto: tipologie

Esistono varie categorie di telo copriauto in commercio, vediamo quali sono quelle più utilizzate:

  • Telo copriauto da interno: Studiato appositamente per le automobili che vengono parcheggiate in luoghi chiusi (garage, box etc…). Sono dotate di tecnologia anticondensa e permettono una massima traspirazione, proteggendo la carrozzeria dalla ruggine.

  • Telo copriauto foderato: Protegge da raggi UV, agenti atmosferici e graffi. L’interno viene foderato di cotone in maniera da proteggere la carrozzeria e rispettare la verniciatura dell’auto.

  • Telo Antigrandine: Questo telo da esterno è pensato per le zone soggette a forti grandinate. Viene fabbricato con uno strato protettivo extra in etilene espanso, che copre in particolar modo cristalli, tetto e cofani (le parti più soggette ai danni da grandine)

  • Telo per lunghi periodi: Questo telo è pensato, come spiega il nome, per automobili che vengono parcheggiate per giorni interi, a volte settimane, all’aperto. Risulta più spesso e pesante, impermeabile e tende a coprire totalmente l’automobile. È consigliato anche per le vetture che soggiornano all’aperto per periodi più brevi, ma in una zona soggetta a forti precipitazioni improvvise.

  • Telo per brevi periodi: Più leggero e traspirante, questo copriauto viene realizzato con materiali pensati soprattutto per proteggere la verniciatura dai Raggi UV e dal calore che essi sprigionano. Sono consigliati anche nei periodi estivi.

Telo copriauto: I requisiti fondamentali

Una volta capito per cosa vogliamo utilizzare il nostro telo copriauto, è il momento di optare per la marca e il modello che preferiamo. Per scegliere in modo consapevole, però, dobbiamo tener conto di alcune caratteristiche fondamentali che ogni telo copriauto dovrebbe avere. Ecco quali sono:

  • Essere dotato di gancio/elastico che lo fissi alle automobili

  • Avere le giuste dimensioni. Tenete conto che il telo copriauto dovrebbe arrivare a rivestire anche il cerchione.

  • Proteggere dai raggi UV

  • Essere impermeabile e antigraffio.

Come si mette il telo copriauto?

Apporre il telo sull'automobile può sembrare un gesto banale, eppure necessita di alcune accortezze. Innanzitutto, prima di porre il telo è necessario controllare che l’automobile sia pulita: la presenza di eventuali corpi estranei potrebbe graffiare la carrozzeria proprio mentre ci stendiamo il telo.

 

Questo vale anche per le nostri mani ovviamente, ragione per cui gli automobilisti più accorti preferiscono indossare dei guanti quando pongono telo sull’auto, per evitare di graffiarla con unghie o orologi.

 

Aspettate anche che sia asciutta, per evitare che si formi umidità e condensa all'interno del telo protettivo.

 

Ora che l’auto è pronta, posizionate un’estremità del telo sotto il cofano della macchina, stenderlo poi fino a coprire il portabagagli.

 

A questo punto, se il telo ne è provvisto, fissate i ganci/magneti alle ruote per evitare che il telo possa muoversi.

 

Controllate di aver coperto l’intera superficie della vettura e che il telo non presenti bozzi o strappi. 

 

È necessario fare attenzione anche nel momento in cui si rimuove il telo: dopo aver tolto i ganci che lo tenevano, è necessario sfilarlo lentamente, possibilmente rimuovendo prima la neve o la polvere che vi si è depositata. Dopo averlo piegato, sarebbe meglio lavarlo e riporlo in un luogo asciutto e temperato, per evitare che il tessuto si inumidisca o sporchi ulteriormente.

I migliori telo copriauto in commercio

Dopo aver scoperto quali sono i requisiti che un buon telo copriauto dovrebbe avere, abbiamo preparato per voi una lista dei 7 migliori teli oggi in commercio!

 

Questi sono prodotti con materiali di qualità, vengono consigliati da esperti del settore e hanno protetto le automobili di centinaia di clienti soddisfatti!

OFFERTE ESCLUSIVE
Sconti fino all' 80%

Ogni giorno facciamo una selezione delle migliori offerte online facendoti risparmiare tempo e denaro


Ti può interessare anche

Copyright © Konverty S.r.l. Tutti i diritti riservati