Questo sito contribuisce alla audience di

Guida alla scelta (e all'utilizzo) del frullatore tritatutto

frullatori tritatutto in uso
Un buon frullatore tritatutto può diventare un prezioso alleato in cucina, per ottimizzare i tempi e ampliare la tua creatività ai fornelli. Quale acquistare? Scoprilo con noi!

Tra i piccoli elettrodomestici, i frullatori tritatutto sono presenti quasi in ogni cucina, considerando la loro grande praticità. Questi semplici apparecchi consentono di tritare a piacimento, ossia grossolanamente o finemente, diversi tipi di alimenti in pochissimo tempo. E quando ci si trova ai fornelli, si sa, ottimizzare è sempre fondamentale. In commercio ne esistono di tantissimi modelli, ma come riuscire a fare centro acquistando il frullatore tritatutto perfetto per le tue esigenze? Facile! Ritagliandoti pochi minuti per leggere questa guida alla scelta (e all'utilizzo) del frullatore tritatutto, puntuale e completa.


In questo articolo
  • Come scegliere il frullatore tritatutto
  • Tipi di frullatori tritatutto
  • Cosa si può fare con il frullatore tritatutto?
  • Quali sono i migliori frullatori tritatutto?
  • Come pulire bene (e velocemente) il tuo frullatore tritatutto
  • Accessori utili per un frullatore tritatutto
  • Che differenza c'è tra il tritatutto e il frullatore?
  • Qual è la differenza tra un mixer e un frullatore?

Come scegliere il frullatore tritatutto

Se ti sei finalmente deciso, o decisa, a comprarne uno, oppure a sostituire il tuo vecchio modello, adesso ti starai facendo una domanda: come scegliere il frullatore tritatutto? Semplicemente valutando le caratteristiche principali di questi piccoli elettrodomestici. Tra di esse ci sono la potenza del motore, le tipologie lievemente differenti di apparecchio e gli accessori compresi. Oltre a questo, dovresti essere a conoscenza di ciò che puoi fare con il tritatutto in cucina e delle principali regole di manutenzione. Se è proprio ciò che vuoi sapere, non devi far altro che continuare a leggere! Abbiamo riassunto per te le informazioni di cui hai bisogno per procedere a un acquisto oculato.

Tipi di frullatori tritatutto

Ci sono varie tipologie di frullatori tritatutto che possiamo rapidamente dividere in due varietà:

  • frullatori tritatutto con motore in posizione fissa, cioè contenuto all'interno di una struttura sopra la quale è alloggiata la vaschetta in cui introdurre gli ingredienti da sminuzzare. Questa tipologia ha il vantaggio di coadiuvare particolarmente bene l'azione delle lame, garantendo alimenti perfettamente sminuzzati se solidi. Qualora s'introducessero elementi cremosi o liquidi, la capacità della vaschetta, alla loro crescita di volume mentre si frullano, potrebbe rivelarsi appena sufficiente.

  • Frullatori tritatutto a bicchiere, costituiti da un recipiente genericamente più capace e alto, sopra il quale si trova il motore, sistemato in una struttura mobile. Tale tipo di tritatutto, arrivato più di recente sul mercato, può consentire l'introduzione di pezzi più grandi di alimenti e liquidi in quantità. La vera differenza la fanno le lame: se multiple e ripartite in verticale sono più funzionali rispetto alla classica doppia lama. Il prezzo dell'apparecchio potrebbe variare in base a tale caratteristica.

Cosa si può fare con il frullatore tritatutto?

Addio mezzelune e mandoline, in cucina i frullatori tritatutto hanno sostituito, ormai, i classici metodi per fare battuti al coltello e sminuzzare gli ingredienti. Ottimo: nello specifico, tuttavia, cosa si può fare con il tritatutto? Nella maggior parte dei casi, questi semplici elettrodomestici sono progettati per:

  • Tritare gli alimenti secchi, cioè polverizzarli in un macinato tanto sottile in base all'utilizzo che se ne dovrà fare in cucina. In genere, più a lungo si frulla, più fine sarà il risultato. Si possono tritare, ad esempio, la frutta secca, il pane raffermo per ricavarne del pangrattato, formaggi a pasta dura, biscotti e via dicendo.

  • Sminuzzare i cibi freschi, come verdure crude e cotte, frutta, salumi, carne, pesce, aromi e così via. In questo caso si otterrà una poltiglia o una consistenza cremosa, in genere perfetta per impasti e ripieni.

  • Emulsionare e montare gli ingredienti, in alcuni casi, ossia quando è presente anche una lama a farfalla nel kit compreso con il tritatutto. L'accessorio in questione va adoperato in sostituzione delle lame e può consentire di montare la panna ed emulsionare salse come la maionese o il pesto. In quest'ultimo caso, però, gli ingredienti andranno prima sminuzzati con le lame per poi passare all'aggiunta dei condimenti a filo, lentamente, fino al loro assorbimento all'interno del composto.

Quali sono i migliori frullatori tritatutto?

A questo punto, la domanda clou che rimane è una sola: quali sono i migliori frullatori tritatutto? Per quanto riguarda le caratteristiche, i frullatori più performanti sono quelli con un motore potente, da circa 900W in su. Con un occhio al kit compreso insieme all'apparecchio, per sminuzzare qualsiasi cosa concessa, meglio puntare sui modelli dotati di lame multiple disposte in verticale, magari accessoriati con lo strumento per montare ed emulsionare. Materiali di qualità, robusti e igienici possono fare la differenza se si cerca un elettrodomestico da far durare negli anni. Più nello specifico, se sei alla ricerca di un ottimo frullatore tritatutto, vai sul sicuro e sceglilo tra i modelli prodotti da marchi rinomati, come Moulinex, Philips, Nutribullet, Cecotec, Russell Hobbs: sono facili da trovare e acquistare anche online.

Come pulire bene (e velocemente) il tuo frullatore tritatutto

Una buona e costante manutenzione può assicurare lunga vita agli elettrodomestici casalinghi: a tal proposito, come pulire bene (e velocemente) il tuo frullatore tritatutto? Per prima cosa, ti consigliamo caldamente di provvedere al lavaggio accurato di lame e coppetta subito dopo l'utilizzo: alcuni ingredienti, come le verdure particolarmente acide e certe spezie, potrebbero macchiare il contenitore all'interno del quale si frullano gli alimenti e corrodere il filo delle lame. Queste ultime, in genere, possono essere facilmente lavate in lavastoviglie, ad ogni modo occorre sempre far riferimento alle istruzioni del proprio apparecchio. Si dimostra altrettanto valido e rapido il lavaggio a mano con il sapone per i piatti e la spugna: è sufficiente assicurarsi di rimuovere bene i residui di cibo in ogni angolo e insenatura. Qualunque metodo si scelga per pulire il frullatore tritatutto, immediatamente dopo il lavaggio bisogna asciugare le lame per evitare la formazione di ruggine su di esse.

Accessori utili per un frullatore tritatutto

Per confidare in una reale facilitazione in cucina, quali sono gli accessori utili per un frullatore tritatutto? 

  • Le lame: di sicuro quelle in dotazione fanno la differenza, quindi bisogna valutare con attenzione quale tipologia è inclusa con i vari modelli di mixer sul mercato. Oltre a dimostrarsi ben affilate e in metallo conforme agli standard, per andare a contatto con il cibo, le lame possono essere multiple. Si va dalla doppia lama, passando per quattro, fino a sei lame. In ogni caso, al fine di riuscire a sminuzzare quanto più fine possibile, questo strumento deve essere abbinato a una buona potenza del motore del frullatore tritatutto.

  • La lama a farfalla o lo strumento per le emulsioni: qualora volessi utilizzare il tritatutto anche per preparare salse e spume, si tratta di un accessorio pressoché indispensabile. Prima di acquistare il mixer, quindi, accertati che lo comprenda o che sia consentito procurarselo separatamente.

  • La lama tritaghiaccio: si tratta di un'aggiunta non molto comune, ideale per le granite, da utilizzare per non rovinare le lame di base quando si vuol tritare parecchio ghiaccio. Questo accessorio si trova, di solito, nei kit dei frullatori tritatutto più potenti. Potresti anche valutare l'acquisto di un dispositivo che permette di comprare a parte delle lame tritaghiaccio compatibili solo nel caso ti ritrovassi ad averne necessità.

  • La spatolina: è il plus perfetto per staccare accuratamente gli alimenti frullati dal contenitore senza rovinarlo. Poiché in tanti ne hanno già una in casa (la famosa "Marisa" leccapentole) non sempre è compresa nel kit del tritatutto. Se non la possiedi potresti preferire un dispositivo che ne è dotato.

Che differenza c'è tra il tritatutto e il frullatore?

Anche a vederli, s'intuisce che non sono esattamente uguali: ma che differenza c'è tra il tritatutto e il frullatore? A parte le dimensioni, soprattutto della caraffa, che nel frullatore è più grande e spesso in vetro, quest'ultimo si usa soprattutto con ingredienti morbidi o freschi, come frutta, verdura, yogurt, latte e liquidi in generale. Con il frullatore puoi ottenere creme e smoothies, ottimi soprattutto da bere o consumare al cucchiaio. Il tritatutto, invece, si usa anche con ingredienti solidi per ricavare farine, poltiglie, impasti o composti grossolani. Si tratta di un elettrodomestico di uso quotidiano, abbastanza piccolo e maneggevole.

Qual è la differenza tra un mixer e un frullatore?

Riguardo a qual è la differenza tra un mixer e un frullatore, dopo aver poc'anzi definito cos'è il secondo strumento, quindi parlando del primo elettrodomestico, possiamo dirti che si tratta di un dispositivo più capiente e potente del frullatore tritatutto, con diverse funzioni di taglio e velocità, dotato anche di lame circolari e di una canaletta con pestello per introdurre alimenti mentre si frulla. Il mixer si utilizza soprattutto per preparazioni particolari: essendo un po' scomodo da destinare all'impiego quotidiano, oggi è spesso sostituito dai frullatori tritatutto, versioni "light" e anche più economiche.

 

C'è, poi, la tipologia a immersione: in buona sostanza, una manopola allungata contiene un piccolo motore elettrico che attiva delle lame rotanti a loro volta di piccole dimensioni, poste all'estremità opposta dell'impugnatura. Il mixer a immersione, come dice il nome stesso, può essere introdotto direttamente all'interno di pentole e ciotole, oltre che nel suo apposito contenitore, per frullare istantaneamente le pietanze. È ottimo per vellutate, creme, emulsioni: tuttavia con il mixer, ad esempio, non potrai fare il pangrattato in casa oppure frullare il formaggio da mettere sulla pasta. Per questo, e altro, ti occorrerà un frullatore tritatutto.

Ecco i migliori 5 frullatori tritatutto da acquistare

I 5 frullatori tritatutto migliori del 2024
OFFERTE ESCLUSIVE
Sconti fino all' 80%

Ogni giorno facciamo una selezione delle migliori offerte online facendoti risparmiare tempo e denaro


Ti può interessare anche

Copyright © Konverty S.r.l. Tutti i diritti riservati