Questo sito contribuisce alla audience di

Guida all'acquisto di un forno microonde

Ragazza che usa un forno a microonde
Farsi una tisana, scongelare la pizza e cucinare velocemente: il forno microonde è l'alleato numero uno nella cucina contemporanea e adesso non puoi più farne a meno!

È da tempo che ci giri intorno: adesso, però, hai deciso di comprare un forno microonde! Tutti i tuoi amici e conoscenti ce l'hanno, così hai capito come sia utile in cucina e quanto velocizzi i tempi delle preparazioni. Prima di fare il "grande passo", tuttavia, vuoi vederci chiaro e avere maggiori informazioni su questo interessante elettrodomestico. Perfetto! Sei nel posto giusto! Ritagliati pochi minuti di tempo per leggere questa guida all'acquisto di un forno microonde e, alla fine, potrai prendere una serena decisione.


In questo articolo
  • Come scegliere un forno a microonde
  • Vantaggi e svantaggi di un forno a microonde
  • Cosa cucinare con il forno a microonde
  • Come pulire bene un forno a microonde
  • Quanto consuma un forno a microonde
  • La vera differenza fra un forno a microonde e friggitrice ad aria
  • Qual è il miglior forno microonde?
  • Che potenza deve avere un buon forno a microonde?
  • Cosa consuma di più il forno elettrico o il microonde?

Come scegliere un forno a microonde

Se ciò che t'interessa sapere adesso è come scegliere un forno a microonde, avrai bisogno innanzitutto di una panoramica generale sul funzionamento di questo pratico elettrodomestico:

  • Sappi che esistono forni microonde a libera installazione o da incasso.

  • Un forno microonde combinato è un apparecchio di ultima generazione che consente di cuocere anche in modo tradizionale, oltre che sfruttando le microonde. Un dispositivo del genere, insomma, può sostituire completamente un forno da cucina "classico".

  • Il forno che funziona esclusivamente a microonde serve essenzialmente per scaldare e/o scongelare gli alimenti.

  • Un microonde con grill, mentre cuoce o scalda le pietanze, contribuisce a renderle più appetibili con una doratura croccante in superficie, grazie a un'apposita resistenza.

  • Il microonde a convenzione aggiunge una funzione tipica dei forni standard, cioè la termoventilazione. Si tratta della famosa modalità ventilata, generalmente contrapposta a quella statica.

  • I forni a microonde possono consentire d'impostare la potenza delle onde: modelli di questo tipo sono più moderni. In generale, la potenza di un microonde oscilla tra 600 e 1200 Watt.

  • La tecnologia Inverter, brevettata da Panasonic, consente un'erogazione costante dell'energia, anziché frazionata come è sempre avvenuto sui forni a microonde. Ciò permette di preservare il vero sapore e la consistenza degli alimenti, trattati con un riscaldamento più tenue e uniforme.

  • La presenza di programmi di cottura automatici è ancora una buona alternativa all'Inverter, poiché sono studiati su misura per determinati cibi e operazioni da compiere.

  • Tra i programmi più diffusi sui microonde, oltre a quelli automatici, ci sono lo Scongelamento, la Cottura a vapore e, su alcuni modelli, sono presenti anche i programmi Crisp e Frittura senza grassi.

  • Controlla anche che il forno microonde che desideri acquistare sia dotato di funzioni caratteristiche come il Blocco di sicurezza, lo Standby, la Modalità Eco per risparmiare energia e la Pulizia rapida.

Oltre a tutto ciò, per capire se il forno a microonde fa davvero al caso tuo, considera i suoi vantaggi e svantaggi, quello che puoi cucinarci, l'impegno da dedicare alla sua manutenzione e quanto consuma. E se desideri un forno microonde soprattutto per friggere senza grassi, sei certo sia preferibile a una friggitrice ad aria? Per conoscere la risposta a queste ed altre questioni, non devi far altro che continuare a leggere!

Vantaggi e svantaggi di un forno a microonde

Quando si valuta l'acquisto di un nuovo elettrodomestico, tra le prime cose da fare bisogna valutare i pro e i contro dell'investimento, per non intraprendere una spesa inutile. A tal proposito, quali sono vantaggi e svantaggi di un forno a microonde? Per praticità, li riassumeremo qui di seguito, a cominciare dai benefici che può comportare l'acquisto di un forno microonde:

  • ridurre drasticamente i tempi di cottura di molti alimenti è uno dei motivi principali che inducono le persone a comprare un forno a microonde.

  • Oltre a cuocere, è possibile anche scaldare o scongelare i cibi che, proprio grazie alla tecnologia microonde, vengono trattati in modo molto più omogeneo.

  • Le pietanze non si bruciano con il microonde.

  • Con le funzioni avanzate di ultima generazione, spesso è possibile usare il microonde come un forno tradizionale, ma con pochissimo ingombro.

A questo punto, è giusto anche menzionare alcuni dei nei che caratterizzano il funzionamento degli elettrodomestici in questione:

  • Anche se la perdita delle più importanti sostanze nutritive è ridotta con la cottura a microonde, non significa che non avvenga. Ciò a discapito soprattutto della vitamina C.

  • I cibi cotti o riscaldati al forno microonde possono presentare una consistenza e un aspetto particolare, inoltre, poiché il calore si sviluppa all'interno di ogni singolo alimento, quando si mangia ciò diventa assai percepibile.

  • La temperatura massima che può raggiungere un forno microonde è 100°C.

  • Non è possibile cuocere cibi di grandi dimensioni in questi forni, sia perché sono elettrodomestici piccoli, sia perché le onde possono penetrare l'alimento massimo per 5 cm sotto la superficie.

Cosa cucinare con il forno a microonde

Per accertarti della sua reale utilità in cucina, vorresti sapere, per l'esattezza, cosa cucinare con il forno a microonde. Ebbene, è presto detto:

  • il microonde è ideale per cuocere i cibi al vapore, come le verdure e il pesce. Si tratta di una possibilità offerta anche dai forni di "vecchia generazione": sarà sufficiente sistemare gli alimenti in una vaschetta ermetica con dell'acqua e impostare la potenza indicata nelle istruzioni dell'apparecchio (di solito, tra i 600 e i 700 Watt).

  • Con il microonde si possono nettamente accorciare i tempi di cottura dell'arrosto di carne. Non serve altro che una pirofila compatibile con la tecnologia del forno. Per una bella crosticina croccante serve, però, un microonde con funzione Grill.

  • Forse non tutti sanno che il forno a microonde è perfetto per le torte e i dolci come plum cake, ciambelle, muffin e crostate. Sarà sufficiente mettere composti e frolle dentro stampi di silicone e impostare la giusta potenza. Non solo: il microonde è il tuo alleato principale per far lievitare l'impasto di pane e pizza fatti in casa nel modo giusto.

Come pulire bene un forno a microonde

La manutenzione è essenziale per preservare nel tempo l'usabilità degli elettrodomestici. In base a quanto è facile o difficile prendersene cura, inoltre, si potrebbe decidere di acquistare o meno un dispositivo. A riguardo, come pulire bene un forno a microonde? È molto semplice: uno dei metodi più utilizzati per l'ordinaria pulizia del microonde consiste nel mescolare acqua e aceto, quindi mettere la ciotola che contiene la soluzione nel vano del forno e accenderlo, impostando la potenza per generare vapore.

 

Quando il forno è impregnato della condensa di acqua e aceto, potrai passare un panno morbido sulle pareti dell'apparecchio, spento e staccato dall'alimentazione, rimuovendo residui, macchie e quant'altro facilmente.

 

Il procedimento descritto rappresenta sempre una valida alternativa all'impiego di prodotti chimici per la pulizia del microonde, comunque presenti sul mercato e facili da reperire anche al supermercato.

Quanto consuma un forno a microonde

Quando si decide di dotarsi di un nuovo elettrodomestico, è sempre buona prassi informarsi sul suo impatto energetico: dunque, quanto consuma un forno a microonde? In linea generale, si può dire che i forni microonde attuali si aggirano su una potenza media di 1000 kW l'ora: come già spiegato in questa guida, ogni alimento ha bisogno di specifica energia per essere cotto, scaldato o scongelato, spesso inferiore al dato indicato (per intenderci, 400 – 600 kW).

 

Ad ogni modo, tra le variabili che incidono sul consumo, c'è anche il rendimento: certi forni, in apparenza molto energivori, riescono a cuocere in brevissimo tempo rivelandosi, così, più convenienti. Per assicurarsi di acquistare un forno microonde a basso consumo, il consiglio resta di controllare l'etichetta della classe energetica, puntando su modelli A+++.

La vera differenza fra un forno a microonde e friggitrice ad aria

Una vera chicca, correlata soprattutto ai forni microonde a convenzione, sta nella possibilità di sfruttare la funzione di termoventilazione unita a quella Crisp per trasformarsi, sostanzialmente, in friggitrici ad aria. Grazie alla modalità ventilata, l'aria calda può diffondersi in modo uniforme. Il risultato? Patatine, verdure, alette di pollo, calamari fritti, anelli di cipolla e quant'altro cotto in modo da essere croccante fuori e morbido dentro.

 

I modelli di forno microonde con funzione Frittura salutare, di solito, sono anche corredati da un cestello e un piatto rotante specifici. Insomma, la vera differenza fra un forno a microonde e la friggitrice ad aria sta nella tecnologia che governa la cottura. Nella friggitrice, infatti, avviene principalmente tramite il riscaldamento di una resistenza.

Qual è il miglior forno microonde?

In sintesi, qual è il miglior forno microonde? Di sicuro, quello che meglio corrisponde alle esigenze di utilizzo e di budget dell'utente. Oggi esistono sul mercato apparecchi sempre più articolati, come i forni microonde combinati e a convenzione, in grado di sostituirsi praticamente in tutto ai forni elettrici tradizionali. Tuttavia, il loro costo è sicuramente maggiore di un semplice forno a microonde che permette di scaldare e scongelare i cibi, velocizzando l'esecuzione delle ricette in cucina. Tra i modelli di fascia alta si possono menzionare quelli Samsung e LG, ma anche altri marchi, come Panasonic, Whirlpool e SEVERIN hanno in catalogo ottimi apparecchi a prezzi abbordabili.

Che potenza deve avere un buon forno a microonde?

In tanti si chiedono che potenza deve avere un buon forno a microonde? Come già accennato in precedenza, molti forni possono raggiungere i 1000 kW di potenza. Tuttavia, è la combinazione ad altri parametri a validarne la reale efficienza, come la velocità nel riscaldarsi e la classe energetica.

Cosa consuma di più il forno elettrico o il microonde?

In conclusione, la domanda delle domande: cosa consuma di più, il forno elettrico o il microonde? Considerando le dimensioni, il meccanismo, il tempo necessario per raggiungere la temperatura e per cuocere le pietanze, il forno elettrico consuma di più rispetto al microonde. Quest'ultimo, tuttavia, non sempre è dotato di funzioni per la cottura dei cibi: in prevalenza, può servire per scongelare o scaldare. Perciò, è sempre importante capire esattamente cosa è in grado di fare un forno microonde prima di acquistarne uno.

I 5 migliori forni a microonde del 2024
OFFERTE ESCLUSIVE
Sconti fino all' 80%

Ogni giorno facciamo una selezione delle migliori offerte online facendoti risparmiare tempo e denaro


Ti può interessare anche

Copyright © Konverty S.r.l. Tutti i diritti riservati