Il mestolo da cucina, in legno è meglio

Mestolo in legno
©iStockphoto

E’ un utensile che non manca mai in cucina, da sempre versatile e adatto ad ogni necessità: in acciaio, silicone o plastica quello di legno rimane sempre il più apprezzato.

Ci sono operazioni in cucina che sarebbero impossibili senza gli strumenti giusti e il mestolo è uno di questi. Immaginiamo di dover, ad esempio, preparare una polenta o un riso mantecato: come procedere senza un utensile adatto? Il mestolo di legno è tra i più tradizionali in cucina. Insieme a pentole, tegami e posate è sempre stato presente, in origine in legno, vista la facilità di reperire questo materiale. Poi in acciaio, silicone, plastica. Quello in legno, però, è sempre stato il preferito perché, oltre ad essere economico, è perfetto sia per la preparazione dei cibi che per il loro consumo.

È realizzato in un pezzo unico, cosa che lo rende particolarmente resistente e adatto per la lavorazione anche di cibi densi. Solitamente si utilizza il legno di faggio, ma non è difficile trovarlo di altri tipi. Il legno, però, è un materiale poroso che assorbe i liquidi e si presta più di altri a ospitare colonie di batteri e muffe sulla sua superficie e nelle sue cavità.

Se non vengono correttamente igienizzati, i mestoli in legno possono favorire la crescita di nicchie microbiche e colonie di batteri. Inoltre bisogna avere l’accortezza di non trattare i mestoli in legno con prodotti chimici, onde evitare che sostanze chimiche vengano rilasciate nel piatto. Per pulirli, basta trattarli con acqua calda e togliere eventuali residui. Ma anche adoperare del bicarbonato o, in alternativa, sale grosso e limone.

Ottimo è anche l’alcol, il solvente più potente che esista in natura: se ben utilizzato pulisce i residui di grasso e uccide i batteri presenti. Se si opta, invece, per una lavaggio in lavastoviglie, bisogna assicurarsi di non predisporre un programma che superi i 60°. Attenzione anche alla manutenzione del poggiamestolo

Ecco alcuni suggerimenti per scegliere un buon mestolo da cucina


Set di 4 mestoli

Fjnatinh propone questo set che include quattro mestoli diversi dal manico grande e confortevole. Sono ideali per mescolare, dividere, degustare, girare e servire il cibo perché non graffiano le superfici e sono sicuri da usare anche su pentole antiaderenti. Il legno non si rompe né si deforma e tutti i modelli si adattano perfettamente alla cucina, sia in esposizione che in un portautensili. Sono realizzati a mano ed è quindi opportuno applicare occasionalmente dell’olio minerale per mantenerne l’aspetto originale.


Set di 6 pezzi

Belli da mettere in mostra anche quando non sono utilizzati, questi mestoli in legno di faggio che proviene dalle foreste europee garantiscono alte prestazioni in cucina. Semplici nella forma, ma robusti, si presentano in diverse misure e anche i manici hanno varie lunghezze. Le misure assortite li rendono adatti a ad ogni necessità. Non sono lavabili in lavastoviglie, ma si possono pulire con acqua e asciugare con un panno. I cucchiai vanno dai 35 ai 18 cm di lunghezza.


La confezione da 3

Un classico che non deve mai mancare in cucina. Questo set di 3 utensili in legno di faggio al 100% è molto resistente e il marchio Tuula è uno dei più antichi e più amati della Gran Bretagna, apprezzato da cuochi di tutto il mondo sin dal 1899. Sviluppato per soddisfare le esigenze di ogni cuoco grazie anche alla ricca storia di produzione di articoli da cucina di Tuula, sono palette di ottima fattura resistenti e di forma utile per tutte le necessità. La robustezza del prodotto ne assicura la durata nel tempo.

Altri suggerimenti:

Tescoma 637316 Woody Cucchiaio Ovale, Legno Naturale, 35 cm
8,10€
disponibile
7 new from 1,99€
Amazon.it
Ultimo aggiornamento il 13 Aprile 2021 10:38
 

Consigli.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online o tramite la consulenza di esperti. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Consigli.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.