Gua sha, il rituale beauty dall’effetto lifting

rullo facciale e pietra gua sha
Courtesy of©Almaje/iStock

Questo trattamento, grazie all’ausilio di pietre naturali, aiuta a tonificare la pelle rendendola più compatta

Il 2020 è stato sicuramente l’anno del fai da te, anche in ambito beauty. Per quel che concerne la skincare routine, complici i social, a riscuotere un grande successo – soprattutto tra le celebrities – è stato il Gua Sha, un antico rituale di bellezza caro alla medicina tradizionale cinese che, per mezzo di apposite pietre, permette di prendersi cura del viso (e non solo) offrendo alla pelle piacevoli e benefici massaggi. “Il nome si compone di due parole: gua=strofinare e sha=calore. Questo trattamento, attraverso lo sfregamento di viso-corpo su punti specifici con pietre naturali, permette di raggiungere risultati davvero soddisfacenti sia in ambito estetico che terapeutico”, spiega Patrizia Baldi, operatrice olistica iscritta a ProntoPro.

Anche in casa è possibile sperimentare quest’esperienza, distensiva e rilassante, avvalendosi di particolari pietre, le cui differenti forme (a cuore, a farfalla, a fungo, a pesciolino etc.) permettono di raggiungere e trattare tutti i punti del corpo: “Le pietre Gua Sha sono disponibili in varie dimensioni ma di solito sono piatte e caratterizzate da bordi curvi e, se fatte scivolare in una particolare direzione, favoriscono l’ossigenazione e il drenaggio dei tessuti.

Esistono poi i roller: sono i più facili da usare. Hanno una doppia estremità: una pietra più grande per la mascella, la fronte e il collo e una più piccola – sull’altro lato – per il contorno occhi e per gli zigomi. Il modello dal bordo goffrato, invece, si usa per riattivare la circolazione e per massaggi vigorosi, sia sul viso che sul corpo. Parlando di materiali, il quarzo rosa si utilizza prevalentemente per problemi di stagnazione, l’agata di fuoco per ridurre i rossori mentre la pietra bianca vanta proprietà antiossidanti. La giada invece assorbe l’energia negativa”, precisa l’esperta.

Facial gua sha, il massaggio fai da te

Come realizzare un automassaggio efficace? “Si inizia distribuendo sulla pelle una generosa quantità di olio – va bene anche una crema idratante  – per poi massaggiare le parti da trattare con l’ausilio della pietra più indicata con movimenti fluidi che vanno dall’interno verso l’esterno del viso. Bisogna avere una mano leggera: la pressione deve essere minima. Gli sfregamenti lasciano sulla pelle dei segni rossi dovuti allo stravaso di sangue sottocutaneo ma, nell’arco di 48 ore, scompaiono”, precisa l’operatrice olistica.

Il trattamento – la cui durata è di circa 10 minuti – può essere ripetuto più volte a settimana. I benefici sono immediati e duraturi. “Questa tecnica lavora su più piani: stimola la microcircolazione, la produzione di collagene e il drenaggio, favorisce l’ossigenazione dei tessuti e distende le fasce muscolari, scioglie le zone contratte e allevia lo stress. Le controindicazioni? Sconsiglio il Gua Sha in caso di pelle irritata, ematomi e fragilità capillare”, conclude l’esperta. Ecco alcuni dei tools più diffusi da inserire nella propria beauty routine per regalarsi una sensazione di benessere totale.

Set roller e pietra

Questo kit, composto da un roller e da una pietra gua sha – entrambi realizzati in giada – aiuta a prendersi cura della salute e della bellezza di viso e collo. Massaggio dopo massaggio, se utilizzati con costanza, stimolano la circolazione sanguigna, la formazione del collagene e ossigenano la pelle migliorandone l’elasticità, il tono e la luminosità.

Pietra di quarzo rosa a forma di farfalla

Bella da vedere con la sua particolare forma a farfalla, questa pietra in quarzo rosa naturale, offre un lifting naturale: permette infatti di concedersi una coccola speciale, un massaggio benefico in grado di alleviare la tensione dei muscoli facciali nonché di attenuare le rughe così come le linee sottili che segnano il volto.

Pietra a forma di funghetto, perfetta per il contorno occhi

Questo strumento a forma di fungo, realizzato in quarzo rosa naturale e caratterizzato da una superficie liscia, aiuta a prendersi cura della pelle del viso e, in particolare, è indicato per trattare la zona del contorno occhi: piccolo, leggero e facile da impugnare, permette di distendere la pelle e aiuta ad attenuare l’aspetto di borse e occhiaie.

Altri suggerimenti:

Ultimo aggiornamento il 28 Luglio 2021 3:47

 

Consigli.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online o tramite la consulenza di esperti. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Consigli.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.