Umidificatore: come cambiare aria in casa

umidificatore
yocamon-istock

Come scegliere l’umidificatore perfetto per rendere la casa un ambiente migliore senza rinunciare all’estetica e al risparmio

Con la stagione invernale, con freddo, piogge e sbalzi di temperatura, arrivano i primi malanni e fastidiosi disturbi. Ma spesso dolori, raffreddori e fastidi non vengono solo da fuori. Infatti anche la nostra casa può essere causa di sintomi sgradevoli legati alle condizioni ambientali e alla salubrità dell’aria. Siamo abituati, specialmente inverno, a preoccuparci di mantenere una temperatura confortevole nella nostra abitazione, ma non sempre ci preoccupiamo dell’umidità. Un altro importante parametro che può rivelarsi fondamentale per garantire salute e benessere per il nostro organismo e che può influenzare la temperatura percepita in una stanza. Per questo è necessario tenerla sotto controllo e fare in modo che si attesti sui giusti valori. Per farlo è possibile utilizzare un umidificatore, un accessorio tanto semplice quanto utile in casa.

Grazie a questi dispositivi, che sono ormai diventati dei veri e propri accessori tecnologici, multiuso e di design, si potrà portare il giusto livello di umidità in casa. Una casa troppo umida, infatti, in inverno sembrerà ancora più fredda e causerà brividi, dolori e fastidiosi raffreddori, mentre in estate darà la sensazione che faccia ancora più caldo con la conseguente sensazione di oppressione che si accompagna generalmente agli ambienti afosi. Di contro, con un tasso di umidità troppo basso l’aria si asciuga provocando disturbi quali la secchezza delle fauci, fastidi nella respirazione, difficoltà di salivazione e rischi di infiammazioni. Per evitare tutto questo, basterà regolare il livello dell’umidità con un umidificatore, accertandosi che non scenda mai al di sotto del 20% e non superi l’80%, considerando che con l’aumento della temperatura, conviene ridurre il tasso di umidità per garantire all’organismo la giusta percezione delle condizioni ambientali.

Ecco, dunque, una selezione di umidificatori che renderanno la casa un ambiente migliore.

InnoBeta – Umidificatore per ambiente 3L con diffusore di essenze

Con il suo piccolo display touch screen ed il telecomando che lo controlla fino a 8 metri di distanza, questo modello rientra a tutti gli effetti nel novero degli umidificatori “tecnologici”. Il serbatoio da tre litri garantisce un funzionamento continuativo di una notte intera. Ideale per ambienti fino a 45 metri quadrati ha un aspetto grazioso ed è dotato di cassettino per la diffusione di essenze.

Tenswall – Umidificatore e diffusore di aromi con luce al LED

Sebbene sia piccolo questo dispositivo è molto efficiente, oltre ad essere molto compatto e bello a vedersi. Le dimensioni e il design moderno lo rendono adatto ad ogni ambiente della casa e le luci al LED regolabili con 7 colori a scelta ne fanno anche una graziosa lampada estremamente rilassante. La  tecnologia ad ultrasuoni rende la diffusione del vapore e delle essenze particolarmente silenziosa consentendone l’utilizzo anche durante la notte.

Ardes – Umidificatore a vapore caldo Paco

Un design davvero particolare per questo umidificatore da 2 litri in grado di umidificare per otto ore un ambiente di 60 metri quadrati. Particolarmente piacevole, in inverno, il vapore caldo e il delicato profumo sprigionato dalle essenze caricate nell’apposito cassettino. Con l’asticella si può controllare il livello dell’acqua che, quando diventa troppo basso, fa interrompere l’erogazione e il funzionamento del dispositivo che, unico “neo”, non è dotato  di display o spie di segnalazione dell’esaurimento dell’acqua.

Altri suggerimenti:

Ultimo aggiornamento il 28 Gennaio 2021 9:22

Leggi anche:

 

Consigli.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online o tramite la consulenza di esperti. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Consigli.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.