Stile da star: dieci capi per un look ispirato a Vittoria Ceretti

La top model bresciana si pone come esempio di eleganza anche al di fuori delle sfilate, con dettagli e make up appariscenti ma di classe

Ha soli 22 anni ed è già una supermodel. Vittoria Ceretti ha fatto ingresso nel mondo dello spettacolo dalle passerelle della moda: non stupisce che in materia di stile abbia solo da insegnare. Ha sfilato accanto a colleghe di più lunga esperienza come le sorelle Gigi e Bella Hadid o Irina Shayk, è una delle muse di Dolce&Gabbana, ha già posato per diverse copertine. All’edizione del 2021 del Festival di Sanremo è salita sul palco dell’Ariston per la terza serata, al fianco di Amadeus e Fiorello.

Ad ogni apparizione pubblica, Vittoria si conferma esempio di eleganza, anche al di fuori dei défilé. Tra i motivi che la rendono apprezzata, uno sguardo magnetico e intenso, spesso incorniciato da scenografici make up e capelli all’indietro. Look che la fanno apparire talvolta più grande della sua età ma sapientemente curati, con lunghi abiti monospalla o arricchiti da dettagli che richiamano l’attenzione, come i fiori o le frange. Il portamento aiuta poi la giovane bresciana a portare al meglio le creazioni che indossa.

 

 

L’abito giacca come Vittoria

 

Un blazer può a volte fare da vestito. O un vestito può ispirarsi ad una giacca per mixare la formalità di un completo alla leggerezza di un abito. Possibilmente strizzato in vita da una cintura. Un’idea vista indosso a Vittoria Ceretti che si può replicare con modelli come quello Guess, che si chiude a portafoglio, con un piccolo scollo sul décolleté, definito da baveri. La gonna è mini, morbida e a plissé. La fila dorata di bottoni lungo i polsi regala poi una nota di luce all’insieme.

Pro e contro

Pro: la cintura è regolabile

Contro: lavabile solo a mano

 

I sandali come Vittoria

 

Con le belle stagioni, è il momento di sfoggiare i sandali, dapprima sotto a pantaloni lunghi e con l’estate a gambe scoperte. Un’alternativa originale sono le scarpe aperte in plexi, trasparenti e spesso con riflessi e giochi cromatici. Le Angkorly ad esempio possono scegliersi con base chiara o scura, con fascette in oro, argento o multicolor abbinate al tacco a blocco da 8 centimetri. Una fibbia chiude il cinturino sulle caviglie. Attenzione alla pedicure, i piedi saranno in risalto, ancor più se abbronzati.

 

Pro e contro

Pro: neutre o glitterate

Contro: fastidiose con piedi che sudano

 

In lilla come Vittoria

 

È una tinta che dona alla Ceretti, con i suoi capelli ed occhi scuri. Ed è anche, insieme ad altre sfumature di viola, uno dei colori più fortunati dell’anno. Il lilla è spendibile su vestiti e in capi sportswear, su felpe o top corti da mettere con i jeans. Nel caso del delicato abito Truth&Fable, è su un tubino con parte superiore in pizzo ed un sottile intreccio di ricami e trasparenze in vita. Disponibile anche in due nuances di rosa, rosso, nero, blu, verde acqua e grigio perla. Elegante con ballerine o scarpe a punta, si può sdrammatizzare con sneakers bianche.

Pro e contro

Pro: ha uno scollo a triangolo dietro la schiena

Contro: stile bambolina

 

Altri suggerimenti:

 

Leggi anche:

Stile da star: dieci capi per un look ispirato a Matilda De Angelis

Stile da star: dieci capi per un look ispirato a Noemi

Consigli.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online o tramite la consulenza di esperti. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Consigli.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.