Smart working: dal pc alla stampante, cosa serve per lavorare da casa

lavorare da casa
iStock

Lavorare al meglio stando in casa: ecco i migliori computer, monitor, tablet e periferiche per lo smart working

L’impossibilità di recarsi al lavoro ha spinto molte aziende, pubbliche e private, ad incentivare lo smart working. I più fortunati sono quelli che possono lavorare “nel cloud”, vale a dire su file o app ospitati in server esterni. Chi invece è vincolato a lavorare su file e computer presenti fisicamente in azienda può sfruttare vari sistemi, ma quello più in voga è la connessione sul desktop remoto, tramite programmi che permettono di utilizzare il computer dell’ufficio da casa, trasponendone il desktop sul computer o sul dispositivo smart tablet/smartphone. I software di condivisione del desktop più noti sono i tedeschi Teamviewer e AnyDesk, ma tra i migliori svetta anche l’italiano Supremo, di NanoSystems di Ascoli Piceno (gratuito per utenze private, 21 giorni di prova gratuita per le aziende).

Partita iva: come usare al meglio Amazon Business

La ricetta per lavorare al meglio da casa include come ingrediente principale un’ottima connessione internet, ma anche computer/tablet e periferiche. Ecco quali sono gli strumenti essenziali.

Connessione internet

Per lavorare bene bisogna disporre di una connettività efficiente. Le connessioni ADSL non sono sempre abbastanza veloci, perché come dice il nome sono asincrone,  sufficientemente veloci a scaricare ma lente ad inviarli. Una classica ADSL da 20Mbps è molto spesso limitata a 0,5 o a 1Mb in Upload, cosa che rende davvero lento il lavoro.

Ben differente il discorso utilizzando la fibra: il tipo più diffuso è quello FTC, dove la fibra anche se non arriva fino all’abitazione, arriva alla centrale telefonica, e consente in genere velocità di tutto rispetto, in media 200Mbps in download e 30  in Upload, 60 volte più rapida di una connessione ADSL. Il modo migliore per sapere se la propria connessione ha velocità sufficiente è collegarsi al sito www.speedtest.net e eseguire il test proposto. Qui trovate la nostra guida sulle migliori offerte per connessioni internet e telefonia.

Qualora la nostra connettività fosse insufficiente, e non sia possibile o conveniente ricorrere alla fibra (le offerte “base” con fibra al cabinet, in vigore in Italia prevedono spesso 30 Mb in upload, quindi 60 volte più veloci di un’ADSL) ci si può affidare a quelle senza cavo. Alcuni operatori, come Linkem ed Eolo offrono una connettività attraverso WiFi. L’allacciamento richiede però dei costi e del tempo, oltre che il pagamento di un abbonamento da oltre 20 Euro al mese.

Connessione internet mobile via reti mobili 4G

Molto più economiche e pratiche da attivare sono quelle tramite reti mobili, quelle dei cellulari insomma. Le soluzioni 5G sono ancora troppo costose per il grande pubblico, e disponibili solo in alcune città, per questo, per il momento, non ne parleremo. Il lavoro in desktop remoto consuma meno dati della visione di un film in streaming, per cui avendo un piano telefonico ricco di GB (ci sono operatori che offrono anche il traffico dati illimitati) non sarà un problema. Si può fornire la connettività al proprio PC tramite lo smartphone, abilitando l’HotSpot, oppure utilizzando un modem dedicato. Qui trovate la nostra guida alle migliori offerte sulla telefonia mobile.

I tipi di modem più diffusi per sfruttare la connettività internet 4G sono due, ovvero le chiavette USB o le saponette. Le seconde sono praticamente dei telefoni senza schermo, e permettono però di condividere la connessione internet tramite il WiFi a tutti i dispositivi presenti in casa, o fuori. Avendo una batteria funzionano infatti ovunque ci sia segnale. Qui di seguito trovate i nostri consigli con le migliori soluzioni, per rapporto prezzo/prestazioni, una chiavetta ed una saponetta.

WiFi Extender

Qualsiasi sia il tipo di connessione che abbiate in casa, Fibra/ADSL/4G, può essere necessario estendere la portata del WiFi in altre aree dell’abitazione tramite un WiFi extender. Se effettuate una ricerca in uno store online troverete migliaia di questi dispositivi, che si differenziano per il tipo di tecnologia e la velocità. Se pensate di comprare il migliore perché ha una velocità maggiore, vi sbagliate. I più rapidi operano sulla banda a 5GHz che è più soggetta agli ostacoli, muri in particolare. Un ripetitore moderno da 300Mbps è quindi migliore per molte applicazioni. È importante che il ripetitore abbia anche una porta di rete Ethernet e che possa essere utilizzato sia come extender (ripetere il WiFi e dare connettività locale via rete) o come Access Point (preleva il segnale dalla rete). Ideale un prodotto come il seguente di TP Link, che pur costando poco è dotato di antenne esterne, porta di rete e funzionalità software complete.

Extender Powerline

Il WiFi  soffre la presenza di ostacoli come pareti, per cui, per raggiungere le stanze più lontane, senza mettere nel mezzo troppi ripetitori WiFi, ci sono due soluzioni: passare un cavo di rete, cosa che in genere richiede l’intervento di un elettricista, o utilizzare una coppia di power line. Si tratta di dispositivi che fanno viaggiare la rete sull’impianto elettrico di casa. Rispetto ad un extender classico costano leggermente in più. Alcuni, come quello che vi suggeriamo, integrano al loro interno anche l’extender WiFi per rendere più facile la configurazione.

Computer

Anche se tablet e smartphone permettono di svolgere delle attività lavorative da casa, il personal computer resta per il momento lo strumento migliore o meglio quello preferito dai più visto che permette, a seconda della sua potenza, di svolgere qualsiasi operazione. Consigli.it si è occupata più volte sia dei computer portatili, che dei computer desktop. Qui trovate un articolo dedicato agli ultrabook, i migliori notebook leggeri e sottili, qui invece i migliori tra i notebook più economici, fino a 400 Euro. Qui di seguito vi suggeriamo alcuni PC portatili.

I portatili con i super processori Ryzen 5 4500U

Se volete acquistare un computer portatile che sia molto potente, per supportare voi o i vostri figli, in tutte le attività lavorative e di studio, spendendo il giusto, dovreste scegliere uno di questi modelli. Avendo un super processore, AMD Ryzen 5 4500U, che in virtù del processo produttivo a 7 nanometri, riesce ad essere velocissimo e allo stesso tempo energeticamente efficiente. Ciò significa risparmiare sulla bolletta, ma anche avere una durata della batteria maggiore e un computer che non altera le sue prestazioni sotto sforzo. Un computer che scalda meno è anche acusticamente più confortevole, visto che richiede un uso limitato della ventola, riducendo il rumore.  Come al solito suggeriamo solo modelli venduti e spediti da Amazon, per evitare le speculazioni, inevitabili su questa piattaforma, quando ci sono tantissime le persone a voler acquistare un computer.

Huawei Matebook D: il notebook professionale più venduto su Amazon

In questi mesi i notebook Huawei Matebook D sono stati costantemente ai vertici delle classifiche di vendita, perché sono riusciti a conciliare caratteristiche hardware più che buone a costi accessibili. Da qualche mese a questa parte sono stati affiancati dagli Honor Magicbook, praticamente identici (Honor è un marchio di Huawei). Matebook D / Honor Magicbook è disponibile con schermo da 14 e 15,6″. Il più piccolo costa in genere 50,00Euro in più perché ha un disco SSD più grande da 512GB e la tastiera retroilluminata.

I portatili più desiderati: MacBook Air o MacBook Pro 13″ ora anche con processore Apple M1

I portatili Apple restano sempre i più desiderati dal “pubblico” giovane, e da poco, grazie alla nuova piattaforma basata sul nuovo e potente processore M1, che condivide la tecnologia con iPhone e iPad, sono tornati ad essere competitivi anche nella fascia più economica, quella poco sopra i mille Euro. I modelli sono due, il MacBook Air 13″ è il portatile più economico di Apple, ed è incredibilmente simile al MacBook Pro 13. A cambiare sono alcuni dettagli. Il Pro ha una batteria più grande di circa il 20% (58W anzichè 49), è dotato della touchbar, ed il processore M1 è dotato di ventola. Quest’ultima caratteristica permette di avere prestazioni invariate anche sotto carichi di lavoro impegnativi, quando altrimenti potrebbe intervenire il throttling, la riduzione di velocità che evita il raggiungimento di temperature troppo alte. La versione Pro è inoltre disponibile solo con il processore M1 con  GPU (acceleratore grafico) ad 8 core, mentre l’Air è disponibile anche con GPU a 7 core. A parità di configurazione, la differenza economica si riduce a meno di 100 Euro. Nota: la touchbar è un piccolo display touch che funziona da tastiera aggiuntiva, con funzioni che cambiano a seconda del contesto.

I portatili dei sogni, potenti ma ultrasottili e leggeri

Qualche anno fa LG con Gram ha creato un nuovo tipo di computer, un ultraleggero, da meno di un chilogrammo, che tuttavia non scende a compromessi sotto nessun aspetto. E’ infatti dotato di un processore molto potente e di una super batteria. Oggi anche altri produttori sono attivi in questa nicchia, ed oltre agli LG Gram aggiornati, vi segnaliamo gli Acer Swift (disponibili in varie declinazioni, a salire di prezzo dalla serie 3 alla 7) e gli ultimi arrivati Samsung Galaxy Book S. Pensate che l’Acer Swift 7 pesa appena 895 grammi pur avendo uno schermo da 14″! Sono computer talmente leggeri che presi in mano sembrano dei fogli di carta! L’Acer Swift 3 è il più pesante, 1200g, ma qui sotto ne suggeriamo uno potentissimo, con processore AMD Ryzen 5 4500U, six core, potentissimo ed allo stesso tempo energeticamente super efficiente grazie al processo produttivo a 7 nanometri,

LG Gram è un computer da poco importato in Italia ma all’estero è già uno status symbol, per via della sua qualità e dell’incredibile leggerezza; grazie alle leghe di magnesio con cui è costruito, quando lo si prende in mano sembra di avere un quaderno e non un vero e potente computer. Sui modelli da 14 e 15,6″ il processore è un Intel Core i5-8265U con turbo da 3.9 GHz, la RAM è da 8 GB DDR4 (2400 MHz),  il disco rigido è un superveloce SSD da 256 GB. Lo schermo ha risoluzione Full HD e la batteria al litio è un altro dei segni distintivi di questo “gioiello”. E’ circa il doppio di quella dei concorrenti, 72Wh che permettono fino a 23 ore di autonomia. La tastiera è retroilluminata e dotata di accesso rapido con impronta digitale: non manca la mitica interfaccia USB-C/Thunderbolt 3 per video, dati e alimentazione. La durabilità è certificata dallo standard militare MIL-810G. Le dimensioni sono contenute in  323.4 x 14.5~16.5 x 211.8 mm. Il peso è di soli 995 grammi: per capire quanto sia clamoroso si pensi ad un portatile simbolo di qualità, leggerezza e potenza, come l’Apple Macbook Pro da 13″, con schermo e batteria molto più piccoli, ha un peso maggiore di circa il 40%.

Pro: peso piuma, materiali ricercatissimi, batteria da 23,5 ore di durata, certificazione militare

Contro: nessuno

Il monitor per il portatile

Molti computer portatili, quasi tutti quelli economici, sono dotati di un monitor, che oltre ad essere piccolo ha anche una risoluzione limitata, che rende difficile lavorare, soprattutto in desktop remoto. È un problema che si può risolvere quando si è a casa collegando un monitor da 22, 24 o 27 pollici. È bene scegliere un modello dotato di risoluzione Full HD e ingressi sia analogici che digitali, almeno HDMI, come questo Philips da 24″, grazie alla notevole velocità del pannello (1ms) viene definito “gamer”, ma va benissimo per uso professionale, se si eccettua ovviamente il settore foto/video, dove l’accuratezza cromatica richiede budget decisamente maggiori. Se acquistate il monitor, non dimenticate di acquistare il cavo, visto che in genere in dotazione c’è solo quello analogico VGA. I notebook moderni, già da qualche anno, hanno bisogno di un cavo HDMI.

Il super computer desktop All in One, senza cavi di connessione e con monitor da 24″

Negli anni ottanta i personal computer erano racchiusi nel monitor, successivamente però, per la potenza e la facilità di aggiornamento e manutenzione , si affermarono i mini tower. Fu però Steve Jobs rientrato in Apple verso la fine degli anni novanta a rilanciare alla grande il tutto in uno con l’iMac, tuttora un riferimento in questo settore, ma proposto a un costo molto elevato. Chi per esigenze ludiche o lavorative bada al sodo troverà un ottimo compagno in questo computer AIO, all in one, di Lenovo,  dotato di un processore super, con ben 6 core, 8GB di RAM e velocissimo disco SSD da 256 GB. Un computer potente, con cui poter affrontare qualsiasi tipo di applicazione, ma allo stesso tempo esteticamente riuscito, pratico e senza alcun cavo di connessione. In alternativa il modello con CPU quad core e 512GB di SSD.

Il mondo dei tablet, con i “puri” e i 2 in 1

I numeri di vendita dicono che i tablet sono in declino, strangolati da smartphone sempre più grandi e prestazionali e da computer portatili sempre più leggeri. Tuttavia sono pur sempredei validi strumenti di lavoro. Alcuni tablet, con tastiera agganciabile, sono definiti “2 in 1”, perché possono diventare l’uno o l’altro. Qui vi segnaliamo tre tablet, uno con Android, due modelli “2 in 1” convertibili con Windows 10 (per chi ha bisogno di utilizzare applicativi per il sistema operativo di Microsoft) e il tablet icona, l’iPad di Apple, che sebbene sia notevolmente più caro di proposte di prestazioni affini (la versione con più memoria e rete cellulare raddoppiano ancora il prezzo, superando quindi di 4 volte il prezzo dell’ottimo Huawei), può comunque farsi preferire non solo dagli “Apple Addicted” ma anche da chi cerca un prodotto durevole nel tempo.

Gli accessori

Per utilizzare al meglio un pc possono essere necessari alcuni accessori: i monitor li abbiamo già visti e per gli organizer per i cavi abbiamo un articolo a parte; qui sotto parleremo dei dispositivi di input come tastiera e mouse, stampanti, scanner, webcam, ma anche sedie e scrivanie idonee a trascorrere diverse ore alla postazione di lavoro, senza rovinarsi la salute.

La stampante

Un tempo era un must, un oggetto necessario, adesso lo è meno, ma la necessità di stampare compiti per i figli e moduli di autocertificazione l’ha resa di nuovo indispensabile. Parliamo della stampante, disponibile in una variante infinita di modelli, ma basate su due tecnologie dominanti, getto d’inchiostro e laser. Le prime hanno un costo d’acquisto irrisorio, stampano anche a colori, ma hanno costi di stampa alti, soprattutto utilizzando le cartucce originali. Le laser bianco e nero hanno ora un prezzo d’acquisto alla portata di tutti, e hanno dei costi per ogni stampa molto più bassi e una durata delle cartucce (toner) decisamente superiore: per un’utenza domestica, un toner può durare diversi anni. Con le laser però bisogna ricordarsi di areare i locali se si fanno molte stampe, visto che possono essere emessi degli inquinanti, come l’ozono. I modelli laser a colori hanno però costi di acquisto e di gestione molto più alti. Per poter stampare con semplicità anche da smartphone e tablet, vi suggeriamo dei modelli WiFi e meglio se multifunzione, per disporre, in un solo apparecchio, anche di scansione, fax e fotocopiatrice. Uno scanner con ADF costa infatti spesso molto più di una buona multifunzione. La stampante multifunzione Brother laser costa di più, ma per chi stampa molto, va detto che si trovano dei toner compatibili a prezzi irrisori: con 22 Euro si fanno 3000 pagine.

Per chi stampa tanto, non solo in bianco e nero, ma anche a colori, suggeriamo fortemente di acquistare un modello “Tank”, dotato cioè non di cartucce, ma di taniche che si riempiono con inchiostro. Costano attorno ai 250/300Euro, ma per farvi capire quanto si risparmia sui consumabili, una tanica da 135ml (sufficiente per 6000 pagine) costa circa 12 Euro, mentre una cartuccia standard ne contiene 8ml (sufficiente per 300 pagine) e costa 18 Euro! Inoltre, sulla stampante HP suggerita qui sotto, vengono fornite in dotazione ben due ricariche del nero!

Lo scanner

Per trasformare un documento cartaceo in un file, un tempo era necessario lo scanner. Le stampanti multifunzione prima e le fotocamere degli smartphone poi, hanno rubato loro molto spazio, ma per applicazioni specifiche possono essere ancora utili. Oggi gli scanner sono anche WiFi e disponibili sia piani, sia portatili in varie configurazioni. Importante per lo scanner piano l’ADF, automatic document feeder, che permette di scannerizzare tanti fogli in serie, senza dover sostituire manualmente le pagine.  Se volete approfondire, consultate il nostro articolo: gli scanner.

298,99€
disponibile
22 new from 298,99€
Amazon.it
Ultimo aggiornamento il 15 Giugno 2021 11:21

Il mouse

Tutti i computer portatili sono dotati del trackpad, che permette di muovere il puntatore ed utilizzare i tasti destro e sinistro. Tuttavia non tutti si trovano a proprio agio e preferiscono di certo il “topo”, il mouse. Per lavorare bene vi suggeriamo quindi di prenderne uno. C’è chi lo preferisce senza filo e chi con, visto che senza vincoli è più facile smarrirlo e non sono necessarie batterie. Se volete approfondire, consultat ei il nostro articolo sui migliori mouse senza filo.

La tastiera silenziosa di Logitech

Un suggerimento frutto di esperienze personali. Stare e lavorare in casa con tutti i familiari, magari tutti assieme in un solo ambiente, può far sì che il rumore della tastiera possa dar fastidio a chi ha i nervi a fior di pelle. Basta una tastiera silenziosa, come questa suggerita di Logitech per salvare un matrimonio! E’ molto comoda, ricorda quelle ad isola dei migliori computer portatili, ma i tasti sono ancora più distanziati per evitare errori. Ha un tasto Fn blu con vari tasti funzione associati che migliorano notevolmente la praticità del lavoro. Ha solo pregi e nessun difetto.

19,98€
25,99€
disponibile
30 new from 19,98€
7 used from 19,58€
Amazon.it
Ultimo aggiornamento il 15 Giugno 2021 11:21

La tavoletta grafica

Tra i nuovi smart workers ci sono gli insegnanti, che senza una formazione specifica, si sono dovuti inventare da zero come effettuare il proprio lavoro. Dedicata a loro, per scrivere con precisione come su una lavagna, senza l’approssimazione di un mouse, la tavoletta grafica, che permette di disegnare sfruttando, come con matita o pennello, la pressione per influenzare il tracciamento. Le tavolette super economiche supportano pochi livelli di pressione, ma già spendendo attorno ai 40 Euro si possono acquistare strumenti con 8000 livelli, che permetto di effettuare dei disegni molto accurati. Volendo spendere ancora in più esistono delle tavolette con monitor integrato che permettono di disegnare sullo schermo proprio come su un foglio di carta. Insomma, dedicate agli insegnanti, ma anche agli alunni, agli artisti della videografica e a tutti gli appassionati di disegno. Vi suggeriamo qualche modello, anteponendo quelli compatibili con Android, Windows, e Mac OS

La sedia ergonomica da lavoro

In azienda le varie leggi sulla sicurezza sul lavoro hanno imposto ai datori di lavoro di fornire al proprio capitale umano delle sedute ergonomiche, che devono avere una serie di caratteristiche, tra cui le ruote pivotanti e la spalliera che accompagna i movimenti dell’utente, insomma le classiche sedie da ufficio. Qui sotto ne suggeriamo alcune, se volete approfondire, potete consultare il nostro articolo dedicato alle sedie per lo smartworking.

Consigli.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online o tramite la consulenza di esperti. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Consigli.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.