Setaccio per farina, impasti perfetti e senza grumi

Setaccio
©iStockphoto

Per impasti soffici e senza grumi è opportuno utilizzare lo strumento giusto, scopriamo come

Per la creazione di dolci perfetti la farina deve essere priva di grumi, cosi come lo zucchero a velo, e la soluzione ideale per avere un ottimo risultato è il setaccio. Questo strumento è indispensabile per ottenere impasti lisci e della giusta compattezza. La rete alloggiata all’interno di un contenitore più grande, spesso dalla forma circolare, consente di filtrare la farina. Questa procedura permette di rimuovere i grumi, di aggiungere aria e realizzare ricette gustose come possono essere ad esempio i pancakes giapponesi.

In commercio esistono diversi tipi di setaccio, solitamente in plastica, alluminio o in acciaio inossidabile. Si può scegliere tra la versione elettrica o manuale, quest’ultima con o senza manovella. Il risultato è comunque ottimo. Essendo il setaccio elettrico alimentato a batteria, basta premere il pulsante per scuotere la farina e filtrarla. Nei setacci manuali è necessaria l’azione fisica di chi lo usa. In quelli con la manovella occorre utilizzare due mani, perché con una si tiene il setaccio e con l’altra si fa girare la manovella, mentre il modello senza può essere gestito con una mano sola.

Le dimensioni sono importanti. A seconda del lavoro da svolgere si ha bisogno di un setaccio più o meno grande. Per piccoli impasti conviene utilizzare un setaccio piccolo perché più comodo. Per gli impasti più grandi uno strumento di grandezza adeguata consente di poter setacciare maggior quantità di farina senza doverlo riempire ogni volta. Parlando di quantità di farina è utile sapere che sul setaccio ci sono tacche di misura. In genere sono poste sui lati, mentre i migliori modelli le hanno incise sia all’interno che all’esterno per una misurazione più precisa. La condizione per realizzare un impasto ottimale è che il setaccio abbia tacche sempre incise e ben visibili. Se sono solo all’esterno e stampate, si corre il rischio che si cancellino con il tempo.

Vi diamo qualche consiglio per scegliere il setaccio più adatto alle vostre esigenze.


Il modello in acciaio inossidabile

I setacci realizzati in acciaio inox sono quelli di più lunga durata. Risultano leggeri e comodi da impugnare. Non fa eccezione questo modello solido, resistente alla ruggine e durevole. Può contenere fino a tre tazze di farina e si aziona semplicemente spingendo la leva dell’impugnatura che aziona il setaccio trasformando la farina in polvere. È perfetto anche per altri ingredienti come cacao in polvere, lievito per dolci e zucchero a velo. Si presenta con un design raffinato che accontenta anche i perfezionisti dell’estetica.


Il modello in plastica

Quando si sceglie un modello di setaccio in plastica bisogna tener conto che, seppur molto pratici, non sono di lunga durata. La plastica con il tempo si deteriora, quindi come scelta è adatta a chi non fa un uso costante di questo tipo di strumento da cucina. Il modello che consigliamo ha il vantaggio che lo schermo del filtro per la farina è realizzato in acciaio di alta qualità ed è quindi garanzia di maggiore resistenza. Le altre parti e il raschietto sono in plastica ABS.

Il modello elettrico

Alimentato a batteria, il setaccio elettrico garantisce un ottimo risultato ed è particolarmente indicato per chi soffre di dolere alle articolazioni. È molto facile da usare con una mano e il risultato è veloce. Questo modello è realizzato in materiale plastico di alta qualità, è sicuro per l’ambiente e resistente alla corrosione. È anche molto facile da pulire.


Altri suggerimenti

Ultimo aggiornamento il 24 Luglio 2021 7:22
 

Consigli.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online o tramite la consulenza di esperti. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Consigli.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.