Samsung lancia il Galaxy A52, uno dei migliori smartphone di fascia media

Si rinnova la famiglia della gamma “A”, con un modello a cui non manca davvero nulla

Direttamente dal suo evento Unpacked, di marzo 2021, Samsung ha svelato il suo Galaxy A52, parte di un trittico che comprende il Galaxy A52 5G e il Galaxy A72. Eppure, tra i tre, proprio il Galaxy A52 assume un valore maggiore, per un paio di motivi. Il primo è il prezzo: poco più di 350 euro per una serie di specifiche tecniche che non di rado possono trovarsi su modelli superiori. Poi, la mancanza indolore del 5G, vista l’assenza di offerte interessanti da parte degli operatori nazionali, tali da rendere lo standard di nuova generazione davvero irrinunciabile. Più concreta la presenza di un pannello con refresh rate da 90 Hz invece dei 120 Hz del Galaxy A52 5G, che permette di godere di animazioni più fluide, al pari di quanto accade, ad esempio, sui Galaxy S21.

Per il resto, la dotazione hardware non è niente male: display Super AMOLED da 6,5 ​​pollici e finitura posteriore opaca, che non lascia intravedere alcuna ditata e rende il dispositivo molto solido e confortante da tenere in mano, senza scivolare insomma. Ci sono quattro fotocamere sul retro e una fotocamera selfie da 32 MP sul davanti. La quad cam ha il suo clou in un sensore principale da 64 MP e un ultrawide da 8 MP. Il resto è la solita macro da 5 MP e la cattura di profondità da 2 MP. Gli scatti restituiti sono buoni, anche in presenza di poca luce mentre, inevitabilmente, con il flash accesso qualche dettaglio si perde.

Una sorpresa è però la presenza della stabilizzazione ottica, che garantisce che sia le foto che i video non presentino sfocature dovute al movimento, così come le ottimizzazioni a riprese di persone, animali, ambienti esterni e cibo. Arricchisce la qualità dello smartphone la batteria a lunga durata, da 4500 mAh, una ram da 8 GB e memoria integrata da 128 GB, espandibile con microSD. Peccato per la ricarica che è solo cablata, senza il supporto alle basette wireless, come  è sempre stato per la famiglia degli A. La ricarica è comunque veloce, tramite cavetto USB-C. Al suo fianco, gradito ritorno, la porta per il jack audio. A tal proposito, non si può tralasciare l’altoparlante stereo con Dolby Atmos, l’interfaccia casalinga One UI 3 su Android 11 e la promessa di tre generazioni di aggiornamenti futuri (fino ad Android 14 quindi) e un minimo di quattro anni di update di sicurezza, che di norma Samsung invia almeno ogni tre mesi.

Pro: qualità costruttiva, schermo, quad-camera

Contro: non è 5G, non ha la ricarica wireless, niente 120 Hz

 

Consigli.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online o tramite la consulenza di esperti. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Consigli.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.