Rullo per bici, l’accessorio per pedalare indoor

ragazza su bici dentro una stanza
istockphotos

Con l’arrivo dell’autunno non attacchiamo la bici al chiodo, usiamola per l’home training

Il meteo va gradualmente peggiorando, le giornate sono sempre più corte, e la situazione sanitaria richiede di uscire il meno possibile. Gli appassionati di bicicletta in questo momento dell’anno devono appendere le ruote al chiodo, perché si profila una stagione in cui le pedalate all’aria aperta non saranno certo frequenti. Ma per continuare a mantenersi allenati, in modo da non ritrovarsi la primavera prossima completamente fuori forma, le soluzioni ci sono, anche per la pratica indoor. Pedalare a casa? Sì, si può, grazie ai rulli per bici, dei piccoli e comodi accessori per amanti del ciclismo e del training casalingo.

Per chi non ne fosse a conoscenza, si tratta di supporti su cui si fissa la propria bicicletta, in particolare la ruota posteriore. Una sorta di cavalletto porta-bici, che consente di pedalare sul posto, e, in base alla resistenza che si applica, permette di modulare la resistenza per simulare le pedalate in salita. Perché optare per un rullo per bici al posto di una classica cyclette? Perché in questo modo non si altera il movimento e quindi la preparazione atletica, si mantiene la stessa postura che si avrebbe pedalando all’aperto, e la bicicletta rimane sempre ben oliata e funzionante. Ne esistono di diversi modelli, più o meno accessoriati, più o meno performanti, più o meno high-tech. Principalmente si suddividono in tre tipologie: quelli a trasmissione diretta, quelli che si fissano al telaio e i rulli ‘liberi’ (roller). Scopriamoli nel dettaglio.

Rullo per bici a trasmissione diretta

I rulli a trasmissione diretta sono quelli di ultima generazione. Si tratta di strutture piccole (ma stabili), pieghevoli, che si installano al posto della ruota posteriore – il pacco pignoni sta all’interno del rullo stesso. Sono altamente performanti, e la loro gamma di prezzo può variare molto in base alle caratteristiche. Questo modello per esempio, il Flux 2 Smart, può simulare pendenze fino al 16% e permette sprint fino a 2000 watt. La sensazione di pedalata è realistica e fluida, ed è a prova di vibrazione. Fa pochissimo rumore, è molto stabile e viene venduto con perni supplementari che permettono diversi attacchi, ma generalmente è compatibile sia con bici da corsa che mountain bike. Si può controllare tramite smartphone via bluetooth.

Rullo ‘classico’

Il più comune tra i rulli da bici è il modello su cui si fissa il telaio della bici, nella sua parte posteriore. La ruota poggia su un rullo che funge da resistenza, ed è sulla qualità di questo elemento che si definisce un modello più o meno performante. Questo rullo Relaxdays è ottimo per chi vuole approcciarsi al mondo del training indoor su pedali, date le funzionalità basic ma efficaci, e il costo contenuto. Si compone di una staffa su cui si aggancia il telaio della bici e di un piccolo supporto per la ruota anteriore. Il rullo garantisce sei diverse modalità di pedalata, mentre il freno è magnetico. Rispetto al rullo a trasmissione diretta ha un prezzo mediamente più abbordabile, ma occorre considerare una certa usura delle gomme (è infatti consigliabile utilizzare un copertone vecchio).

Rullo libero

La terza possibilità per allenarsi sui pedali a casa propria è quella del rullo per bici ‘libero’. In questo attrezzo si hanno 3 rulli orizzontali su cui poggiano le ruote, che sono libere di ‘correre’ simulando la percorrenza su strada. I rulli liberi (o rolls) garantiscono una pedalata molto realistica, ma richiedono una grandissima concentrazione nel rimanere in equilibrio. Tuttavia, come fanno notare i produttori di questo modello Antares, puntare a migliorare l’equilibrio può benissimo far parte dell’allenamento stesso.

Altri suggerimenti:

Se comunque l’inverno non vi ferma, e preferite continuare a praticare attività all’aperto, scoprite questi utilissimi accessori anti-freddo

Consigli.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online o tramite la consulenza di esperti. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Consigli.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.