Riga e righello, a scuola con precisione

Riga e righello per la scuola
©iStockphoto

Sono strumenti dall’origine antica che nel corso dei secoli si sono evoluti diventando indispensabili non solo per i professionisti

Nei colorati astucci dei più piccoli il righello è uno dei protagonisti, anche se la sua utilità è più evidente negli anni successivi. Basilare nel disegno tecnico di architetti, designer e progettisti, però si impara ad usare da piccoli.
Riga e righello sono strumenti che affondano le loro origini nell’antichità: sappiamo che in Mesopotamia esisteva uno strumento con divisioni regolari per la misura delle lunghezze. 

Nel corso del Cinquecento si iniziarono a vedere le prime righe provviste di una battuta ad angolo retto, ovvero a T. Una parte della riga si poteva cosi poggiare sul bordo del tavolo per ottenere uno scorrevole sul quale far scivolare la riga. In questo modo è possibile tracciare linee parallele con estrema precisione. Un secolo dopo si modifica la riga a T con un’articolazione, con le due parti che prima erano fisse a 90° divenute ruotabili attraverso un meccanismo a vite. Nasce così il goniometro fissato su una delle parti che consente di ruotare l’altra secondo un angolo preciso.

Oggi riga e righello sono strumenti usati abitualmente, non solo dai professionisti. Se, inizialmente, erano in legno, ferro, bronzo, ma anche in avorio o in osso, successivamente sono stati realizzati in alluminio fino ad arrivare ai modelli moderni in acrilico, ovvero in plastica sintetica e trasparente. La classica riga è quella da 50 o 60 cm, mentre il righello di solito non ne misura più di 30.

In commercio si possono trovare modelli per tutte le esigenze. Dai set di righe in acciaio inossidabile, che hanno misure variabili dai 15 ai 30 cm, durature e pratiche, ai classici set per la scuola media che comprendono righe, squadre e goniometro. Tutto il necessario per elaborare i primi disegni tecnici di precisione come la squadratura dei fogli e le prime proiezioni ortogonali e geometriche.

Ecco i nostri suggerimenti.


Il righello per destri e mancini

Il righello in alluminio della Wedo misura 30 cm ed è ideato sia per destri che per mancini grazie alla maneggevole barretta d’impugnatura. Sul retro è corredato da due labbri in gomma per un’ottimale sicurezza antiscivolo. Viene proposto in un astuccio singolo largo 4,5 cm e lungo 31 cm. Prodotto ben realizzato, è leggero e sottile, ma anche indistruttibile. Perfetto per tagliare e rifinire il materiale. Sui due lati è presente una sovrastampa della scala in blu.


Il set di 9 righelli

Righelli realizzati in plastica di alta qualità, sono durevoli e robusti. Sono un ottimo strumento di misurazione, facile e comodo da usare. Per soddisfare le diverse esigenze della misurazione nel set sono compresi il righello a doppia faccia, il righello di plastica a 2 lati, la scala in centimetri su un lato del righello e la scala in pollici sull’altro lato. Il materiale di plastica con vernice traslucida permette di vedere chiaramente le linee e i dati nell’immagine. La confezione comprende 3 righelli da 15 cm, 3 da 20 cm e 3 da 30 cm.


La classica riga da 60 cm

La classica riga graduata per la misurazione di lunghezze costituita dalla barra su cui è tracciata la scala graduata dei centimetri. Essendo una riga rigida, è particolarmente precisa e indicata per l’uso in cancelleria o per il disegno tecnico. È quindi spesso richiesta nella scuola superiore. È composta da una sola scala metrica tracciata su un lato dove la risoluzione è data anche dal millimetro. Appartiene alla serie Lyra Noflash che comprende squadre, righe e decimetri antiriflesso, ma anche goniometri e curvilinee.


Altri suggerimenti:

Consigli.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online o tramite la consulenza di esperti. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Consigli.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.