Profumate, fiorite e utilissime: a tenere lontane le zanzare ci pensano le piante

donna pizzicata da una zanzara

L’esperto ci consiglia un rimedio naturale con piantine che emanano odori indesiderati ai fastidiosi insetti

Arrivano messaggere dell’estate, come le rondini della primavera. Però il loro volo è di certo meno gradevole e il loro ronzio poco apprezzato: sono le zanzare un vero incubo delle sere d’estate. Un rimedio non chimico per tentare di tenerle a distanza ci viene dalla natura. Si tratta delle piante antizanzare, che sono di specie diverse e generalmente (ma non sempre) emettono profumi intensi che risultano sgradevoli alle zanzare e quindi hanno un effetto repellente. Queste piante possono essere sia erbacee che arboree.

Abbiamo chiesto a un esperto, l’agronomo e consigliere dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali di Cosenza, Michele Librandi qualche buon consiglio sulle piante più adatte.

Citronella (Cymbòpogon citratus)

pianta citronella

Antizanzara per antonomasia, è una graminacea perenne dal portamento cespuglioso, che può raggiungere anche il metro di altezza. L’intenso profumo agrumato di limone viene emesso dalle lunghe foglie nastriformi e ricadenti. L’olio essenziale che viene estratto da questa pianta è utilizzato per la produzione di candele che hanno appunto effeto repellente contro le zanzare.

Può essere coltivata facilmente in giardino o all’interno di vasi, in aree a clima mite, dove la temperatura scende raramente sotto lo zero. Se coltivata in vaso può essere riparata all’interno durante l’inverno. Non richiede cure particolari ma ama il sole, dunque va esposta a sud. L’irrigazione nel periodo primaverile estivo deve essere costante, ogni due settimane circa, evitando ristagni idrici.

 

Calendula (Calendula officinalis)

calendula

Produce dei bellissimi fiori colorati color arancione (viene chiamata anche “fiorrancio” per questo motivo) con cadenza mensile a partire da maggio/giugno e fino a novembre. Pianta semi-rustica, si adatta a qualsiasi terreno pur preferendo quelli permeabili ben esposti al sole, dunque a sud. La semina avviene nei mesi estivi, trapiantando le piantine nei mesi di settembre-ottobre. Può essere sia seminata sul terreno che in vasi. Non teme le alte temperature. La semina deve avvenire nel periodo primaverile su un terreno ricco di sostanza organica. Una volta nate le piantine, queste andranno trapiantate nella porzione di giardino o nei vasi che le accoglieranno per la futura crescita. Naturalmente si può effettuare anche la semina diretta in giardino o in vaso. In questo caso occorrerà lavorare molto bene il terreno prima di procedere alla semina.
Le piante possono essere sfoltite o si possono cimare gli apici per stimolare la produzione di gemme florali. In inverno la pianta si affloscia e perde quasi tutte le foglie, per poi rigermogliare in primavera.

 

Lavanda (Lavandula spp.)

lavanda

La Lavanda, o meglio Lavandula, è un genere di piante a cui appartengono diverse specie tipicamente arbustive, raramente erbacee, accomunate dalla caratteristica infiorscenza a spiga di colore viola.
Le 5 specie più diffuse nei nostri areali si adattano molto bene ai climi collinari e crescono spesso spontaneamente, soprattutto nelle zone meridionali del nostro paese. L’effetto repellente nei confronti delle zanzare è dovuto all’intenso profumo di fiori e foglie. Può essere coltivata sia in  pieno campo che in vaso, non necessita di grandi quantità di acqua (attenzione agli eccessi), anzi predilige i terreni aridi e di natura calcarea.
La Lavanda è una pianta che ama il sole, ad eccezione della vairetà Angustifolia che resiste a temperature più rigide. La potatura si effettua in autunno, eliminando gli steli che hanno portato le infiorescenze.

 

Verbena odorosa (Aloysia citriodora)

verbena

La verdena odorosa, detta anche lippia citrodora, è una pianta arbustiva perenne, le cui foglie emanano un intenso profumo di agrumi. Si segnala che si tratta di una pianta decidua, per cui in autunno perde le foglie ed esteticamente può essere poco piacevole. E’ una pianta rustica, soltanto nei mesi primaverili-estivi può soffrire in caso di siccità. Ha radici delicate, occorre evitare ristagni idrici, dunqu innaffiare con regolarità ma senza esagerare nelle quantità. Sopravvive bene fino a temperature prossime allo zero, in caso di inverni rigidi si consiglia di piantarla in vaso e di ripararla nei mesi più freddi, o comunque di esporla a sud ed in una zona riparata del giardino. E’ bene potarla a fine inverno, in modo da stimolare l’emissione di rametti secondari, accorciando i rametti più lunghi.

Prodotti naturali per difendersi dalle zanzare

Per chi volesse acquistare direttamente prodotti a base di piante ed essenze antizanzare, esistono in commercio diverse varietà di oli essenziali. Come quelli a base di citronella che preparato con un po’ d’acqua in un piattino, tiene lontane le zanzare o utilizzato sulla pelle (1 goccia misciata a 4 di olio naturale) allevia il prurito post punture. Grazie alle sue proprietà antinfiammatorie eccezionali, l’olio essenziale Mearome è perfetto per alleviare irritazioni, pruriti e infiammazioni causate dalle punture di zanzara o insetto. L’azione repellente e calmante della citronella è immediata in applicazione cutanea o massaggio.

Ultimo aggiornamento il 27 Settembre 2020 10:42

Formulazione spray per il repellente per zanzareMosquito Guard Repellente Spray, fatto con ingredienti biologici: Citronella e menta piperita. Non è tossico e consente si stare all’aria aperta con protezione che dura sei ore. Ha un profumo gradevole e non unge e lascia la pelle leggera e fresca.

Adatto alla pelle delicata dei bambini e per chi ha la pelle sensibile, è invece il repellente spray No Bug Baby. Grazie all’aloe vera e l’olio essenziale alla citronella contenuti, il prodotto offre una protezione per bambini naturale contro le zanzare. Il gradevole profumo dell’olio essenziale alla citronella e l’aloe vera risulta particolarmente fastidioso per questo tipo di insetti e garantisce un effetto repellente di lunga durata.

Ultimo aggiornamento il 27 Settembre 2020 10:42
 

Per una serata in giardino senza fastidiose zanzare, invece, ecco le fiaccole in citronella. Queste della Palucart sono in confezione da 20, in coccio di terracotta e durano 8 ore. Mentre la candela brucia, emana un piacevole profumo che tiene a debita distanza le zanzare e gli insetti fastidiosi, In più ha un bell’effetto atmosfera, da creare con percorsi illuminati o disponendo le candele in diversi angoli del giardino o del terrazzo, rendendo la serata magica. 

Ultimo aggiornamento il 27 Settembre 2020 10:42
  

Leggi anche:

Repellenti zanzare a ultrasuoni

Spray antizanzare

Zampironi antizanzare

Repellenti spray contro zanzare e insetti

Candele alla citronella

Consigli.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online o tramite la consulenza di esperti. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Consigli.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.