Smartphone per bambini, i più indicati

bambino che gioca con uno smartphone

Scegliere un telefonino per un bambino non è di certo semplice visto i rischi e i pericoli del web ma alcuni modelli sono indicati proprio per i minori

Quindici o venti anni fa la motivazione era la stessa ma la tecnologia non ci veniva in aiuto mentre oggi ci sono tanti buoni motivi per dare uno smartphone ad un bambino, un minore dai 10 anni in su. Visto che sono spesso fuori, dalla scuola agli amici, avere un modo per contattarli velocemente può essere molto comodo, se non abusato. Ecco: e come si fa a non abusarne? Teoricamente, qualsiasi smartphone, Android o iPhone che sia, è perennemente collegato alla rete se ospita una scheda sim (che oramai beneficia di un bundle dati molto ampio). Dunque qualsiasi bambino potrebbe accedere a qualunque sito e ai pericoli ad esso connessi, soprattutto nel caso di app di chat.

Per questo Google ha pensato bene di dare la possibilità ai genitori di creare un account apposta per i più piccoli, limitando i contenuti scaricabili dal Play Store e i siti da visitare. A questo link ci sono i passi da seguire per la configurazione, che sono molto simili a quelli sviluppati da Apple per il controllo parentale di iPhone e iPad, disponibile qui.

A questo punto il dilemma hardware: che tipo di smartphone scegliere? Beh, teniamo presente che i bambini sono meno attenti degli adulti di ciò che hanno tra le mani e dunque converrà optare per un modello bello ma resistente o almeno dotarlo di una adeguata cover protettiva.

Inoltre, a meno che ci si voglia assumere il ​​compito di ricordare al figlio di collegare il telefono ogni notte, una batteria decente è piuttosto importante. Vale la pena cercare allora un telefono che supporti anche la ricarica rapida tramite USB-C. Bastano solo pochi minuti per aggiungere ore di durata, senza preoccuparsi di non essere in grado di entrare in contatto con il bambino se la tacca è allo 0%.

Il migliore per qualità-prezzo: Moto G7 Play

Non lasciarti ingannare dal nome: il Moto G7 Play non è proprio un telefono per giocare: il processore è veloce ma la relativa mancanza di RAM dona prestazioni non eccezionali. Tuttavia è un telefono Android agile, tascabile e molto conveniente, con una durata della batteria eccezionale, un impressionante altoparlante frontale, spazio di archiviazione espandibile e prestazioni decenti. A differenza di altri, è anche idoneo per l’aggiornamento ad Android 10. La fotocamera da 13 MP è buona, anche quella per selfie da 8 MP, a vantaggio di uno schermo luminoso e chiaro.

L’alternativa del Nokia 4.2

Il Nokia 4.2 è pieno di ogni sorta di funzionalità che i bambini adoreranno: dallo sblocco facciale biometrico allo scanner di impronte digitali, lo spazio di 32 GB, estendibile fino a un enorme 400 GB con schede microSD e una batteria che durerà tutto il giorno. Non solo: ha uno schermo HD+, perfetto per lo streaming di programmi o per giocare in movimento e si può caricare rapidamente con il Quick Charge 3.0. Gli aggiornamenti non sono fastidiosi poiché il Nokia 4.2 monta Android One, pulito e senza fronzoli. L’antenna è 4G e il sistema di fotocamere arriva con software di editing molto semplici, che faranno divertire i più piccoli, stimolando la loro creatività.

Il telefono resistente: Cat S41

I genitori sanno che i bambini distruggono gli oggetti. Il Cat S41 è un telefono realizzato per sopravvivere a dossi e cadute, quindi anche ai più scalmanati. Resistente a polvere, sporco e acqua con un grado di protezione IP68, aggiunge uno schermo da 5 pollici Full HD che sopravvive anche ai graffi. Oltre al suo design, Cat ha aggiunto un processore MediaTek e 3 GB di RAM. Non è il massimo ma le applicazioni si caricano rapidamente e la navigazione nei menu non soffre di scatti. Compatibile con le reti GSM, la connettività include i soliti Bluetooth e NFC, ma anche LTE 4G per una navigazione veloce. La batteria da 5.000 mAh promette tranquillità per i genitori che non avranno l’ansia di temere un telefono scarico dopo poche ore. Sul retro c’è una fotocamera da 13 megapixel che cattura foto e video abbastanza buoni per i social media mentre la frontale è da 8 megapixel.

L’iPhone entry-level

Un iPhone ad un bambino? Certo, sarebbe meglio di no ma se andiamo vicini alla soglia della maggiore età, l’iPhone SE 2020 è la scelta migliore andando oltre Android. Ha un design piccolo e maneggevole, iOS all’ultimo aggiornamento possibile (pure iOS 14) e tanta potenza sotto la scocca da gestire alla perfezione tutte le applicazioni dell’App Store. Certo, c’è anche il tastino fisico home che per qualcuno potrebbe sembrare vetusto e superato però è una forma di protezione in più, contando sul riconoscimento delle impronte che sugli iPhone con notch viene sostituito esclusivamente dal Face ID, che non funziona in tempi di mascherina.

“Lite” solo nel nome

Honor è un grande nome nel campo degli smartphone economici perché offre un rapporto qualità-prezzo spesso imbattibile. Honor 10 Lite non fa eccezione, non è troppo grande e non troppo piccolo, ha un display molto bello e luminoso e un buon spazio di archiviazione. A coniugare il tutto, un processore di buona fattura con 3 GB di RAM per prestazioni fluide. A corredo, una fotocamera selfie da 24 megapixel, una posteriore a doppio sensore da 13MP e una batteria da 3.400 mAh, che dona preziosi minuti extra con solo un quarto d’ora di ricarica.

Altri suggerimenti

Leggi anche: I migliori smartwatch per bambini

Consigli.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online o tramite la consulenza di esperti. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Consigli.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.