C’è un iPhone per tutti: i modelli da comprare

Il mercato degli smartphone è più affollato che mai e l’iPhone si ritrova costantemente a lottare con le offerte del mondo Android, sempre interessanti. Ma è evidente che per chi ama la Mela, le novità non mancano. Potremmo citare, ultimo in ordine cronologico, l’iPhone 12, che riporta in auge il design dei vecchi modelli, cambiando le forme sinuose dell’esemplare 2019 per abbracciare linee più squadrate. Peraltro, a quanto pare i pre-ordini aperti solo qualche giorno dopo del lancio sono andati molto bene, portando gli analisti a ipotizzare cifre doppie di vendita per la famiglia annuale, con preferenze per l’iPhone 12 Pro.

I migliori smartphone business

A conti fatti, abbiamo disponibili almeno 4 diversi “nuovi” iPhone da prendere in considerazione: iPhone 12, iPhone 12 Pro, iPhone 12 Pro Max, iPhone 12 Mini, oltre all’iPhone SE del 2020. Con tali opzioni, la grande domanda è: “Qual è quello che fa per te?” Ci siamo messi sotto ad analizzare per bene le differenze e capire come scegliere il migliore per le proprie esigenze.

Perché scegliere l’iPhone 12

Il primo è il modello da 6,1 pollici, l’iPhone 12. Dotato di un Super Retina Display (Oled) e un corpo dell’11% più sottile del precedente, secondo Apple è il punto più alto raggiunto dal panorama mobile in un formato del genere, con un corpo in ceramica che porta una resistenza maggiore. A bordo dell’iPhone 12 c’è il chip A14 Bionic, lo stesso degli iPad Air di settembre 2020. La parte fotografica resta molto importante: qui la fotocamera posteriore è doppia da 12 megapixel (wide + ultrawide) e beneficia di un rinnovato software di cattura che rende gli scatti più naturali, bilanciando la sovraesposizione e aumentando l’ingresso di luce in situazioni più buie (con il Night Mode).

Le novità di iPhone 12 Pro e 12 Pro Max

iPhone 12 Pro e Pro Max arrivano in quattro colori, tra cui un’esclusiva colorazione “oro”. Entrambi sono resistenti all’acqua e si differenziano esclusivamente per la grandezza dello schermo: 6,1 pollici il Pro, 6,7 pollici il Pro Max. Il reparto fotografico qui cresce: tre sensori con zoom ottico a 4x, tutti con sensori del 47% più larghi, dell’87% più luminosi e con stabilizzazione ottica dell’immagine e la novità Apple ProRAW, un nuovo formato di file con la possibilità di processare una foto aggiungendo tutte le migliori rese possibili dalle fotocamere. iPhone 12 Pro e iPhone 12 Pro Max sono i primi a registrare video in 4K a 60 frame al secondo in modalità HDR, con l’editing in Dolby Vision direttamente dal telefono, senza passare per il Mac. Altra particolarità è il sensore LiDAR, già presente su iPad Pro, che permette di scannerizzare l’ambiente circostante in 3D per una serie di funzionalità avanzate, tra cui app di realtà aumentata e videogame in AR.

Uno scenario sempre valido: iPhone 12 Mini

L’iPhone 12 Mini è una scommessa per Apple. C’è il rischio che vada a competere con l’iPhone SE anche se qui c’è molta di Apple 2020 e ben poco del passato (a differenza dell’SE appunto). Il più piccolo degli iPhone 12 monta un display da 5,4 pollici, con Super Retina XDR, Ceramic Shield, chip A14 Bionic e ha pure il 5G, il che lo rende il più piccolo telefonino con tale standard di connessione attualmente a disposizione. Il comparto fotografico è lo stesso dell’iPhone 12 da 6,1 pollici: fotocamera posteriore doppia a 12 megapixel (wide + ultrawide). iPhone 12 mini ha un rating leader di settore con grado IP68: resiste all’acqua fino a una profondità di 6 metri per un massimo di 30 minuti ed è protetto dal contatto accidentale con schizzi di liquidi come bevande calde o gassate.

Il senso dell’iPhone SE 2020

L’iPhone SE (2020) è il nuovo telefono economico di Apple, che crea un nuovo punto di accesso all’ecosistema. Raccoglie il design dell’iPhone 8, mantenendo le stesse misure, ma con degli aggiornamenti sostanziali. È alimentato dall’A13 Bionic, lo stesso processore presente negli iPhone 11 (quindi è più potente dell’iPhone XR), una singola fotocamera da 12 megapixel che offre le stesse funzioni di Xr, ma fa un ulteriore passo in avanti per realizzare gli effetti di illuminazione verticale degli smartphone di nuova generazione. Se siete legati al passato e all’iPhone 8, questo è il cellulare da comprare ma occhio all’assenza del Face ID e del notch.

Il budget per l’iPhone Xr

L’iPhone Xr è il modo più economico per mettere le mani sull’ultimo design dell’iPhone con la parte anteriore a schermo intero, nessun pulsante home Touch ID e il Face ID. Ha un retro in vetro con resistenza all’acqua e alla polvere IP67 ed è disponibile in sei colori. Le dimensioni del pannello sono da 6,1 pollici, che è solo LCD ma sempre con Haptic Touch. Gira con il chip A12 Bionic di Apple e supporta la ricarica wireless e la ricarica rapida, ma non ha un caricabatterie veloce nella confezione. Sul retro è presente una singola fotocamera, un sensore grandangolare da 12 megapixel con OIS, ma nonostante non offra il sensore teleobiettivo secondario, l’iPhone Xrha ancora la modalità Ritratto con controllo della profondità, Smart HDR e l’illuminazione verticale come gli iPhone 11. C’è anche una fotocamera TrueDepth da 7 megapixel sul davanti. L’iPhone Xr è il melafonino perfetto per chi ama il Face ID ma non bada così tanto alle migliorie della fotocamera dei fratelli più recenti.

Altri suggerimenti

Consigli.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online o tramite la consulenza di esperti. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Consigli.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.