Come pulire i giocattoli: detergenti per proteggere i più piccoli

Pulire i giocattoli
iStock

Dalle soluzioni strong a quelle più leggere. Le idee per detergere a seconda del contatto con l’esterno

Sono la compagnia preferita dei bimbi: colorati e allegri, i giocattoli di plastica sono la traccia più evidente della presenza di un piccolo in casa. Ma spesso vengono abbandonati a terra, trasformandosi in raccoglitori di germi e diventando una delle maggiori preoccupazioni per i genitori, sempre in cerca del modo migliore per  igienizzarli. I più piccoli adorano animaletti morbidi, macchinine e forme in plastica, che finiscono spesso in bocca anche dopo essere stati trascinati in giro per casa o all’esterno. Così pulire i giocattoli, indebolendo la permanenza dello sporco sulle superfici, diventa fondamentale per godersi i giochi e le risate dei bimbi senza paura degli ospiti esterni.

Purtroppo virus e batteri possono arrivare facilmente dalle mani alle superfici e poi da quest’ultime entrare nell’organismo tramite naso, bocca oppure occhi,  ma, come sottolinea anche il Ministero della Salute, i giochi sono fondamentali per crescere. Ecco quindi i consigli su come detergerli partendo da prodotti comuni che si trovano ogni giorno nelle nostre case e tenendo sempre in considerazione le indicazioni riportate dal produttore e il grado di contatto con l’esterno. Infatti non tutti i materiali e non tutte le condizioni, specialmente se i giocattoli sono stati in casa a lungo, possono esporre agli stessi rischi. Per pulire, poi, ci sono alternative ai detergenti: una di queste è la pulizia a vapore.

Migliori detergenti per giocattoli: candeggina delicata

Come ribadisce anche l’Istituto Superiore di Sanità, la candeggina è utile per eliminare i virus dalle superfici. La formula liquida permette di combinare la soluzione con un po’ di acqua per non renderla troppo aggressiva sui materiali ma comunque efficace per la pulizia di tutti quei materiali che sono stati a contatto con possibili agenti infettanti. Tra i vantaggi del prodotto ci sono sicuramente il prezzo economico, l’alta reperibilità e l’effetto strong. Tra gli svantaggi, la possibilità di rovinare il colore e la fattura del gioco. Quindi controllate sempre le indicazioni sulla confezione e soprattutto chiedetevi in che misura i giocattoli rischino di essere contaminati.

Il sapone per i piatti di Winni’s

Anche un comune sapone per i piatti può essere utile per detergere i giocattoli – non quelli con componenti elettriche –. Se utilizzato con un po’ d’acqua calda, assicura una pulizia particolarmente rapida e semplice. Questa soluzione lascia un buon profumo sul materiale. Il prodotto produce una schiuma che dà la sensazione immediata di pulito e, volendo, si può sfruttare l’effetto ‘bolle di sapone’ per rendere la pulizia divertente anche per i piccoli.

Lo sgrassatore disinfettante di Citrosil

Un prodotto che sgrassa le superfici in profondità e che rilascia un delicato profumo di limone. Elimina germi e batteri e può essere utilizzato su tutte le superfici che vengono a contatto con i bambini, come ad esempio giochi, seggioloni, fasciatoi, vasche per il bagnetto. Può essere usato anche come detersivo per altri ambienti domestici. Si rivela quindi molto utile per diversi scopi. Il formato spray consente di agire su piccole superfici senza sprecare il prodotto.

Ultimo aggiornamento il 28 Luglio 2021 15:12

Altri suggerimenti:

Per rendere più sicuri gli oggetti di uso quotidiano come smartphone o chiavi, ci sono in commercio anche dei pratici sterilizzatori portatili alcuni che entrano addirittura in una borsetta. Leggi qui per saperne di più.

Consigli.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online o tramite la consulenza di esperti. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Consigli.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.