Le migliori console di videogame per divertirsi a casa

consolo videogiochi

La battaglia tra le console domestiche non è finita, anzi con il ritorno di Nintendo si è fatta più serrata che mai e in attesa delle next-gen i prezzi scendono

Se la prossima generazione di console domestiche si appresta ad essere presentata entro la fine dell’anno, i modelli attualmente in circolazione offrono comunque una serie di innovazioni interessanti buone ancora per i prossimi anni, tra 4K e HDR. E peraltro, questo potrebbe essere il momento opportuno per accaparrarsi delle offerte imperdibili, frutto di sconti in vista proprio della next-gen invernale.

Qual è la migliore console di videogame oggi? Rispondere alla domanda non è semplice. Per tanti aspetti, quelle top di gamma si equivalgono, soprattutto quando si provano gli stessi titoli. La differenza la fanno le esclusive, disponibili solo per questo o quel marchio, l’ergonomia che restituisce il gamepad tra le mani (anche se possiamo comprarne di altri per stili diversi), l’eventuale accesso a servizi aggiuntivi, come gli abbonamenti tutto incluso, la versatilità dei modelli “ibridi”, tra cui la Nintendo Switch.

Insomma, la faida tra i cultori di Sony, Microsoft e Nintendo è ancora nel suo pieno e non smetterà presto, anzi probabilmente si farà ancora più serrata con l’arrivo delle declinazioni super-potenti a Natale 2020. Tutto ciò ha un pregio: quello di far abbassare il prezzo delle PS4, Xbox One X, Nintendo Switch…

L’importanza delle sigle

PlayStation 4 Pro e Xbox One X supportano entrambe i giochi ad alta risoluzione in modalità 4K e High Dynamic Range (HDR). In un periodo in cui anche il valore delle TV 4K e HDR scende, la scelta di dotarsi di console del genere è quanto mai azzeccata. Dato che esiste una selezione relativamente piccola di giochi per ogni console che sfruttano appieno queste funzionalità, è prevedibile che i titoli in uscita nei prossimi mesi abbiano tutti l’opzione, che sarà di default pure su PS5 e Xbox Series X. Chi decide di acquistare un nuovo televisore, dovrebbe dunque cercare le due sigle, così da essere sicuro di avere un dispositivo pienamente calato nella nuova era dei videogame.

La PlayStation 4 Pro, un ecosistema ampio e in espansione

PlayStation 4 Pro è la migliore versione dell’idea di console made in Sony. Con il 4K, compatibilità HDR 10 e l’esclusiva libreria di giochi, copre essenzialmente qualsiasi sogno del videogiocatore moderno, andando anche più in là e addentrandosi nei territori poco esplorati della realtà virtuale.

Sebbene sia PS4 che Xbox One X abbiano titoli esclusivi molto popolari, la PlayStation 4 (Pro o Standard) ne sforna in misura maggiore, ogni anno. Inoltre, Sony dà anche accesso a un numero limitato di giochi indie e titoli di nicchia meno noti, come gli RPG giapponesi, che rappresentano un’aggiunta di valore ad un catalogo comunque ampio.

Scegliere PlayStation 4 vuol dire anche poter sperimentare PlayStation VR, il visore da connettere alla console e dal prezzo popolare, più  prodotti come gli Oculus Rift o gli HTC Vive, che necessitano peraltro di un PC pronto e ad-hoc. La stessa piattaforma della PlayStation VR sarà supportata su PS5, così come una crescente selezione di giochi in retrocompatibilità, così da invogliare ancora di più all’acquisto.

La Xbox One X: oltre ogni prestazione

Se Sony ha guidato la carica delle console next-gen dell’ultimo quinquennio, Microsoft non ha di certo sfigurato. Quello della Xbox One X è l’hardware migliore in circolazione, con la stessa riproduzione di video Blu-ray e HDR 4K (già sulla serie One S) ma con vantaggi concreti nella potenza integrata e l’ottimizzazione del sistema. Ad oggi non vi è console con prestazioni simili seppur i limiti della One X siano evidenti, come la scarsa vena alla personalizzazione software e agli accessori esterni, tra cui la mancanza della realtà virtuale. Questo avrebbe aperto a scenari certamente maggiori, magari rendendo l’uso del VR più ampio di quanto non lo sia adesso.

Xbox One X ha dimostrato di essere migliore della concorrenza nell’usare la sua potenza extra per incrementare la resa grafica di tutti i giochi, in primis quelli esclusivi. E non è un caso se Microsoft stia raddoppiando gli investimenti nella creazione di Studios direttamente controllati, capaci di produrre videogame nati apposta per sfruttare al meglio l’ecosistema Xbox. Inoltre, tra gli abbonamenti a Xbox Gold e quelli Live, si può persino accedere a una galleria di oltre 100 titoli, da giocare anche con uno smartphone Android tramite la funzionalità, seppur ancora in beta, di Project xCloud. Se si vuole spendere qualcosa in meno c’è la Xbox One S, simile per caratteristiche tecniche (ha pure il 4K) ma meno capiente in storage e con performance “normali”.

Ultimo aggiornamento il 19 Ottobre 2021 3:17

La Nintendo Switch: versatilità su tutto

Nintendo ha evitato di scontrarsi direttamente con Sony e Microsoft producendo qualcosa di diverso. Invece di tirare fuori dal cappello una alternativa troppo simile a PS4 e One X, il gigante giapponese ha pensato bene di lavorare sulla versatilità e flessibilità, realizzando un ibrido che non ha eguali. La Nintendo Switch è sia una console portatile che un ottimo strumento di gaming casalingo, che sfrutta un dock collegato via HDMI al TV per riprodurre i titoli sul TV domestico. Con la stessa qualità, si gioca fuori casa o semplicemente sdraiati sul divano, lontani dal televisore, senza dover scendere a compromessi rispetto alla qualità (qui un approfondimento su Nintendo Switch, con tutti gli accessori disponibili).

Anche se non può riprodurre giochi in 4K a 60 fps come PS4 e Xbox, Switch arriva comunque a una risoluzione decente, i 30 fps, che in modalità portatile sono davvero assurdi per qualità. Oltre a mitici remake del passato, come Doom e Wolfenstein, il pregio è quello di avere videogame in assoluta esclusiva, tra cui quelli con Super Mario e Zelda, ma anche gli adattamenti molto apprezzati di Skyrim, LA Noire e Dark Souls Remastered.

Nintendo ha persino rilasciato un kit creato da Labo, che consente di immergersi nel mondo della realtà virtuale sfruttando lo schermo integrato e una serie di hardware interni. Non è stato un grandissimo successo ma fa capire quanto il sistema della Switch sia aperto ad aggiunte e modifiche ulteriori.

Altri suggerimenti

Consigli.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online o tramite la consulenza di esperti. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Consigli.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.