Mascherine in tessuto: belle, pratiche, alla moda ed ecologiche

Mascherine lavabili
Courtesy of©Abbacino

Riutilizzabili e originali, ecco i modelli che contrastano gli sprechi e permettono di personalizzare il proprio look

Il mese di settembre richiama al dovere. Giovani e giovanissimi hanno ripreso la scuola mentre per molti adulti si sono riaperte le porte dell’ufficio. Per tutti il ritorno a una ‘nuova’ normalità non può prescindere dalla mascherina, una presenza ormai costante nella quotidianità. Si deve indossare sia nei luoghi chiusi ma anche all’aperto negli spazi in cui non è possibile mantenere il distanziamento fisico.

Oltre alle mascherine ffp2 e a quelle chirurgiche, stando a quanto si legge nel comma 2 dell’articolo 3 del DPCM del 26 aprile, possono essere utilizzate anche le ‘mascherine di comunità’, ovvero “mascherine monouso o mascherine lavabili – anche auto-prodotte – in materiali multistrato idonei a fornire un’adeguata barriera e, al contempo, che garantiscano comfort e respirabilità, forma e aderenza adeguate che permettano di coprire dal mento al di sopra del naso”.

Attenzione però: è bene ricordare che, come riporta il sito web dell’Istituto Superiore di Sanità, le mascherine di comunità – non soggette a particolari certificazioni – hanno lo scopo di ridurre la circolazione del virus nella vita quotidiana. Non devono quindi essere considerate né dispositivi medici, né dispositivi di protezione individuale ma una misura igienica utile a ridurre la diffusione del virus SARS-COV-2.

Ricorrere a mascherine riutilizzabili significa evitare gli sprechi e optare per soluzioni pratiche che permettono di avere una protezione facciale e al tempo stesso dare una nota di colore e stile alla propria quotidianità. Tanti i brand che sono scesi in campo per rendere la mascherina un accessorio fashion.

“Milioni di persone usano mascherine usa e getta che, ogni giorno, finiscono nel fondo del mare. Gli oceani sono il polmone del pianeta, generano il 70% dell’ossigeno che respiriamo. Dicono che a breve nel Mediterraneo ci saranno più mascherine che meduse. Cosa possiamo fare? Riutilizzare, ridurre e riciclare. Ogni mascherina usa e getta ci impiega più di 100 anni per degradarsi. Se usiamo materiali riciclati e riutilizziamo le mascherine, evitiamo di contribuire a questo fenomeno”, ha dichiarato Sebastià Vadell, CEO di Abbacino, brand di borse e accessori made in Spain.

Quando si acquista una mascherina, oltre a lasciarsi conquistare dall’accattivante estetica, è bene prestare attenzione alle caratteristiche. Secondo l’Istituto Superiore di Sanità, le mascherine di comunità devono essere realizzate in materiali multistrato non tossici né allergizzanti né infiammabili e non devono rendere difficoltosa la respirazione. Se fatte con materiali che resistono al lavaggio a 60°, si possono lavare. Meglio però controllare le indicazioni del produttore riportate sulla confezione che possono includere anche il numero di lavaggi consentito senza che questo diminuisca la loro performance.

Ecco una selezione di mascherine riutilizzabili, ora più sobrie ora più vivaci: come si dice, anche l’occhio vuole la sua parte.

Abbacino – mascherina a fantasia

Abbacino, brand spagnolo di borse e accessori, propone mascherine omologate che rispettano lo standard UNE 0065 e, attenendosi allo standard certificato OEKO TEX 100, non contengono sostanze nocive per pelle. Caratterizzate da un doppio strato traspirante e impermeabile e da elastici regolabili, sono confortevoli, lavabili (60 gradi°) e riutilizzabili fino a 30 volte. Da non sottovalutare ovviamente l’estetica: tante le stampe disponibili tra fiori, pois e disegni geometrici.

Wolford – mascherina total black

Compagna perfetta per affrontare la quotidianità, la mascherina total black proposta da Wolford – brand austriaco rinomato per la sua lingerie di lusso – è realizzata in materiale traspirante di alta qualità e, grazie al suo doppio strato e alla finitura idrorepellente, garantisce una copertura totale. Gli elastici – sottili ma resistenti – e il suo stile minimalista, assicurano un’ottima vestibilità e la rendono un accessorio facile da abbinare agli outfit quotidiani. Al fine di utilizzarla più volte, basta lavarla a 60°.

Boccadamo – kit mascherine sartoriali

Boccadamo, brand sinonimo di stile ed eleganza, ha creato un kit contenente 3 variopinte mascherine sartoriali, tutte Made in Italy e realizzate artigianalmente con trame e motivi diversi. A caratterizzarle un doppio strato esterno in cotone 100% e uno strato interno di TNT in polipropilene oltre a due pratici elastici in lycra e un nasello con ferretto interno che permettono di adattare la mascherina al proprio viso facendo in modo che risulti perfettamente aderente. Per riutilizzarla, è necessario igienizzarla e/o lavarla.

Altri suggerimenti:

12,95€
19,95
disponibile
1 nuovo da 12,95€
Amazon.it
Spedizione gratuita
7,00€
disponibile
1 nuovo da 7,00€
Amazon.it
Spedizione gratuita
13,90€
14,99
disponibile
3 nuovo da 13,90€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 19 Ottobre 2020 22:55

Leggi anche:

Aria più pulita anche nel traffico: le migliori mascherine anti smog e antivirus

Mascherine per i bimbi, quando la protezione si arricchisce di fantasia

Consigli.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online o tramite la consulenza di esperti. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Consigli.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.