Aria più pulita anche nel traffico: le migliori mascherine anti smog e antivirus

Credit

La salute è il bene più prezioso e può bastare veramente poco per tutelarla, come utilizzare una mascherina in grado di filtrare oltre il 99% delle pericolosissime polveri sottili e prevenire gli attacchi di virus e batteri. Ecco le informazioni e i consigli per acquistare le migliori maschere.

Mesi fa avevamo proposto questo articolo in una chiave completamente differente. Il Coronavirus non esisteva ancora e le mascherine servivano più che altro per tutelare la salute a lungo termine, proteggendo dalle pericolosissime polveri sottili, generate sia dal traffico veicolare che dai riscaldamenti. Tali polveri essendo piccolissime, riescono a passare attraverso tutte le difese del nostro organismo e raggiungere non solo le vie respiratorie profonde, bronchi e polmoni, ma anche direttamente il sistema sanguigno, per accumularsi poi negli organi interni. Secondo l’OMS, organizzazione mondiale della Sanità, solo in Italia morirebbero oltre 46.000 persone all’anno per l’effetto di questi inquinanti, che salirebbero a 80.000 considerando anche ozono e ossidi di azoto, prodotti dalle automobili.

Le mascherine con certificazione restano attuali in quanto riescono ad offrire anche una protezione dall’infezione dai virus trasportati dalle goccioline di saliva emesse dai soggetti infetti, anche asintomatici. Le mascherine antismog costituiscono anche difesa eccellente dai pollini e da altri allergeni.

Attenzione però, non tutte le maschere antismog sono uguali: affinché siano efficaci, sottolineiamo di nuovo che devono essere certificate. La normativa europea le ha divise in 3 classi, a seconda delle loro efficacia nel trattenere in percentuale le polveri sottili. La più blanda è la FFP1, che ne trattiene il 78%, mentre la FFP2 e la FFP3, utilizzate anche in ambito sanitario, rispettvamente il 92 e il 98%. Su alcune maschere d’importazione invece si trova la dizione N95, nomenclatura in uso negli Stati Uniti, ad indicare una filtrazione minima del 95%, insomma una via di mezzo tra le “nostre” FFP2 e FFP3.

Le mascherine possono essere provviste o meno di un filtro a carboni attivi che, oltre a trattenere polveri e odori,  neutralizza anche alcuni inquinanti chimici come la pericolosissima formaldeide. Alcuni modelli sono anche certificati per la protezione da agenti biologici, come batteri e virus.

Le maschere più economiche sono quelle monouso, nel senso che è la maschera stessa a fare da filtro, che consente di essere utilizzata, a seconda del modello, tra le 10 e le 30 ore, quindi anche un mese per un’ora al giorno. Per chi volesse invece un prodotto più robusto e duraturo e anche esteticamente più accattivante, meglio sceglierne una con filtri sostituibili.

Per chi fa sport o ha gli occhiali, scelta pressoché obbligata sono le maschere  dotate di valvole di espirazione, che permettono di espellere molta più aria e direzionarla in modo da evitare appannamenti di lenti e visiere dei caschi. Come uso antivurus, va detto però che se non provviste di filtro a valle della valvola, non costituiscono una protezione per chi ci sta vicino, se siamo noi ad essere positivi.

Qui di seguito trovate i nostri consigli per le migliori maschere antismog, di diverse tipologie. Purtroppo, sebbene in questi giorni abbiamo aggiornato più volte l’articolo, la psicosi da Coronavirus ha fatto puntualmente esaurire gli stock dei modelli che abbiamo suggerito! In coda all’articolo trovate l’elenco di quanto di meglio abbiamo trovato, di disponibile immediatamente, in tutto il catalogo Amazon.

Le mascherine monouso più economiche e leggere: le mascherine chirurgiche

Questo tipo di protezione ha un’azione blanda per chi la indossa, è in genere realizzata in tre strati, con uno interno in “Meltblown”, l’unico tessuto non tessuto, leggero ed economico, in grado di filtrare con efficacia. Può trattenere una parte di inquinanti, allergeni e particelle virali, ma non gli aerosol di un ambiente chiuso. Infatti non assicura la tenuta ermetica, permettendo ad una parte delle particelle di polvere ed agli aereosol di passare di lato o sopra, raggiungendo così le vie respiratorie. E’ invece sempre efficace per difendere chi ci sta attorno dalle nostre emissioni, inevitabili in caso di tosse, starnuti o anche durante una normale conversazione. In molti ambiti è obbligatorio indossare la maschera, e questo tipo è il più pratico ed economico, anche se bisogna fare attenzione a smaltirle correttamente, visto che essendo ottenute da materiali plastici, risultano essere molto inquinanti.

Ultimo aggiornamento il 2 Luglio 2020 7:15

La migliore maschera antismog e antivirus: GVS SPR501 Elipse P3 Semimaschera con filtri P3, riutilizzabili e sostituibili

GVS è una multinazionale con quartier generale in Italia, leader nella filtrazione dell’aria, con dispositivi per tutti i campi di utilizzo, dal civile, all’industriale al medicale. Ellipse è una maschera in materiale antiallergico che consente di utilizzare una miriade di filtri differenti in base alle necessità, progettata e costruita in UK per esigenze lavorative, ma che può benissimo essere utilizzata tutti i giorni, grazie alla comodità d’uso. La maschera completa di filtri pesa solo 130 grammi, non affatica anche dopo averla indossata per ore ed è stata progettata per non ostacolare il campo visivo, e per poter supportare, senza appannamenti, chi indossa casco ed occhiali. Il modello base, se così si può definire, equipaggiato con filtri removibili e sostituibili P3, costa poco più di 20 Euro e protegge dal 99,95% delle polveri e anche da microorganismi, come virus e batteri. La struttura in materiale plastico anallergico consente di utilizzarla per anni sostituendo solo i filtri. Molto interessante la disponibilità di tutti i pezzi di ricambio, per sostituire, con minima spesa, anche il più piccolo degli elementi.

Pro: filtrazione eccellente, resistenza ed economicità nel tempo

Contro:  certamente più vistosa di una mascherina monouso

Ultimo aggiornamento il 2 Luglio 2020 7:15

La versione GVS SPR503 ha dei filtri ad azione combinata, a sette strati, che sono in grado di neutralizzare anche gas e vapori organici

Le migliori mascherine riutilizzabili: GVS FFP3 con valvola rossa

{{title}}

GVS propone anche una mascherina monouso riutilizzabile del tipo FFP3, con tecnologia senza stringinaso in metallo, caratterizzate da un alta efficienza di filtrazione e confort. Grazie
all’ampia valvola, la resistenza respiratoria è molto bassa. Le maschere soddisfano con largo margine gli standard europei EN149: 2001 + A1: 2009 e hanno passato il test Dolomite.

28,11€
disponibile
3 nuovo da 22,90€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 2 Luglio 2020 7:15

Le alternativa alle introvabili GVS FFP3

Anche se la pandemia è indubbiamente in una fase calante, e molti articoli sono tornati ad essere disponibili, le migliori maschere antismog FFP3 sono comunque introvabili. Sono reperibili fortunatamente delle maschere prodotte dalla multinazionale 3M, garanzia assoluta di qualità. Tuttavia in questo momento non sono disponibili i modelli prodotti per il mercato Europeo, con le certificazioni FFP2 e FFP3, ma quelle per il mercato cinese, con certificazioni differenti. Ci sono dei modelli con filtrazione del 90% (3M 9052) o con il 95%,  a costi che tuttavia tornano ad essere ragionevoli.

Le migliori maschere monouso italiane: Maurer Plus FFP3 a copertura (quasi) totale

MAURER Mascherina di protezione con valvola Classe FFP3 1 confezione da 5Pz Maurer
MAURER Mascherina di protezione con valvola Classe FFP3 1 confezione da 5Pz Maurer


L’italiana Maurer, famosa per i prodotti da ferramenta di ottima qualità, propone una serie di mascherine di protezione per coprire qualsiasi esigenza. Questo modello, di categoria massima, FFP3, che attesta una filtrazione minima del 98% si fregia anche dell’etichetta Plus, presente sui prodotti di massima qualità dell’azienda padovana. Il costo di listino è di circa 21 Euro, per un kit da 5 mascherine. Più economico il modello FFP2, che assicura una filtrazione di almeno il 92%: il kit da 10 mascherine costa di listino 18,20 Euro.

La migliore maschera antismog per chi fa sport: Skyper

{{title}}

Questa maschera ricorda le più titolate maschere sportive, è quindi realizzata in neoprene, lo stesso materiale delle mute da sub. E’ lavabile e resistente ma allo stesso tempo traspirante. Ha due valvole per facilitare l’espirazione, anche nei momenti di massimo sforzo, e filtri interni senza certificazione europea, ma che rispondono alla specifica statunitense N95 (minimo 95% di filtrazione). L’abbiamo scelta sia per il costo d’acquisto accessibile, meno di 15 euro con un filtro di ricambio, ma anche perché è possibile acquistare i filtri di ricambio in un kit da 5 pezzi, che include anche 5 coppie di valvole, ad una cifra altrettanto conveniente, circa 10,00 euro.

Pro: costo contenuto di maschera e filtri di ricambio, realizzazione in neoprene, disponibile in tantissimi colori

Contro: la taglia unica copre quasi tutti i visi, ma non tutti

Le migliori maschere antismog “Fashion” Made in Italy

Maschera Antismog by Banale | Filtro a Carboni Attivi, Protezione Garantita da Inquinamento, PM2.5, PM10, Polvere Polline Batteri | Mascherina Antipolvere Comoda e Portatile per Bici, Moto e Città
Maschera Antismog by Banale | Filtro a Carboni Attivi, Protezione Garantita da Inquinamento, PM2.5, PM10, Polvere Polline Batteri | Mascherina Antipolvere Comoda e Portatile per Bici, Moto e Città


Banale è un’azienda milanese che propone una serie di accessori per agevolare la vita metropolitana. Non potevano pertanto mancare delle maschere antismog, dotate di filtro N95/FFP2 sostituibile (un kit da due filtri costa circa 10-15Euro). La maschera è disponibile in vari colori e ha un sistema molto pratico di aggancio, con cordoncino regolabile. Nota: Banale produce anche le pratiche e bellissime “active mask” che non hanno purtroppo una certificazione europea, proteggono solo dalle particelle più grandi, polveri e pollini.

Maschera Antismog by Banale | Filtro a Carboni Attivi, Protezione Garantita da Inquinamento, PM2.5, PM10, Polvere Polline Batteri | Mascherina Antipolvere Comoda e Portatile per Bici, Moto e Città
Maschera Antismog by Banale | Filtro a Carboni Attivi, Protezione Garantita da Inquinamento, PM2.5, PM10, Polvere Polline Batteri | Mascherina Antipolvere Comoda e Portatile per Bici, Moto e Città


Banale - Filtro di ricarica anti-smog a carboni attivi per MASK, Protezione Da Inquinamento, pollini e batteri, confezione da 2 filtri
Banale - Filtro di ricarica anti-smog a carboni attivi per MASK, Protezione Da Inquinamento, pollini e batteri, confezione da 2 filtri


Le migliori maschere antismog “Fashion” a basso costo 

{{title}}

Per chi non ha l’esigenza di fare sport intensi, come il ciclismo o la corsa, questa maschera con filtri di categoria N95 potrebbe essere la scelta migliore. Ha un design molto bello, tanto che alcuni la chiamano la “fashion mask”: veste bene e si vincola dietro le orecchie, con cordoncini regolabili, senza il rischio che scivoli durante l’uso. I filtri sono composti da cinque strati, incluso uno ai carboni attivi per inibire cattivi odori e sostanze chimiche. La maschera è venduta con ben 8 filtri in dotazione e 20 ricambi costano appena 13,00 Euro. E’ disponibile in varie taglie e in vari colori per abbinarsi a qualsiasi gusto o vestito.

Pro: estetica molto riuscita, leggerezza, economicità estrema dei ricambi

Contro: non adatta agli usi più gravosi per l’assenza di valvole di espirazione

La migliore maschera antismog ed antigas, per chi vuole il massimo!

Le mascherine in tessuto sono la soluzione più pratica, visto che quando non si indossano si possono riporre in una tasca di un giubotto. Tuttavia esistono altre soluzioni, per avere una protezione ancora più efficace, in grado di filtrare oltre il 99% di polveri ed inquinanti, una vera e propria maschera a gas. Sulla  maschera, realizzata in silicone alimentare, si montano i filtri a cartuccia universali, che garantiscono una superficie di filtraggio molto grande che lascia entrare tutto l’ossigeno necessario per fare attività sportiva e lavori impegnativi fisicamente. I filtri sono spessi e costituiti di più strati, inclusi i carboni attivi, che fermano non solo le polveri ma anche inquinanti chimici. La cosa che forse non tutti sanno è che costano anche poco, così come i filtri di ricambio universali. L’estetica è certamente da marziani, ma piacerà a chi non vuole passare inosservato.

Pro: massima filtrazione e massimo passaggio d’aria

Contro: meno pratiche da riporre per peso e ingombro, estetica da marziani

Ultimo aggiornamento il 2 Luglio 2020 7:15

Altre proposte:

Consigli.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online o tramite la consulenza di esperti. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Consigli.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.