Lima e buffer: gli strumenti per una perfetta manicure

ragazza che si lima le unghie
Courtesy of©Wavebreakmedia/iStock

Accorciare, levigare e lucidare l’unghia: sono tante le operazioni che si possono realizzare con questi strumenti alla mano

La manicure è ormai il nostro pane quotidiano. Durante la quarantena, tra tutorial e dirette Instagram, tante le beauty tips che ci hanno permesso di migliorare la tecnica e acquisire una buona manualità. Oltre a preoccuparsi della scelta del colore dello smalto e dei decori per personalizzare la nail art, è importante prestare attenzione anche agli strumenti che si utilizzano per preparare e modellare l’unghia. Lima o buffer? Spesso non si conoscono le differenze tra questi due strumenti e in quali occasioni è meglio prediligere l’una piuttosto che l’altro.

“Il buffer viene solitamente utilizzato per levigare l’unghia e per mitigarne le imperfezioni (solchi, rigature e irregolarità). La sua funzione è anche quella di opacizzare l’unghia in caso di ricostruzione gel o nell’applicazione dello smalto semipermanente. La lima, invece, viene generalmente utilizzata per accorciare leggermente l’unghia, darle la forma desiderata, rifinire dopo aver effettuato il taglio e, infine, per eliminare i residui di smalto semipermanente, gel o acrilico”, spiega Moira Comazzetto – store manager di NpS, salone milanese iscritto a Treatwell.

Mattoncino buffer per unghie

Attenzione però, quando si parla di lime non bisogna generalizzare. Non sono tutte uguali. “In fase di acquisto bisogna fare attenzione alle diverse tipologie di prodotto disponibili, in quanto il grit (l’abrasività della lima) cambia: più il grit è alto, più la grana sarà fine e quindi sarà meno abrasiva. Ovviamente la scelta deve essere orientata in funzione di ciò che si deve fare e del tipo di unghia da trattare”, afferma l’esperta.

Lime e grit: come fare la scelta giusta

Come regolarsi dunque? “Per le unghie più fragili meglio orientarsi su una grana sottile, quindi lime con un grit alto mentre per le unghie normali, si possono scegliere tipologie maggiormente abrasive. Se l’obiettivo è limare per rifinire delle piccole imperfezioni, si può utilizzare una lima 100/180. Se si deve invece eseguire un lavoro più tecnico, come per esempio rimozioni, si parte da un 80/80 per arrivare a 100/180”, aggiunge poi Moira Comazzetto.

Oltre a sceglierla con cura, ovviamente, deve anche essere usata nella giusta maniera. “La lima va impugnata con decisione, ma senza eccessiva forza, in quanto deve lavorare secondo passaggi precisi, partendo dalla parte centrale, lungo tutta la forma e ai lati. Attenzione però a non limare le cuticole. La lima, inoltre, va utilizzata sempre nella stessa direzione e deve essere tenuta parallela all’unghia. Quando è nuova può risultare tagliente: un trucchetto può essere quello di strofinarla su una lima vecchietta così da smussare eventuali bordi”, precisa l’esperta. Ecco qualche modello in grado di supportare durante la manicure.

Buffer: semplici o a 4 fasi

Che dire invece del buffer? “I buffer ad uso professionale, generalmente, sono quelli classici e non richiedono particolari attenzioni, se non la possibilità di acquistare versioni con colorazioni o decorazioni particolari che però non hanno niente a che vedere con le performance dell’oggetto. In commercio esistono però – prevalentemente per un uso amatoriale – i cosiddetti nail buffer 4 fasi.

A ogni superficie corrisponde una diversa azione. La prima fase serve per limare e accorciare l’unghia, la seconda per definire la forma dell’unghia, la terza per levigare la superficie ed eliminare solchi e imperfezioni e, infine, la quarta per dare lucentezza e brillantezza alla superficie”, conclude la professionista della bellezza.

Canvalite – set buffer unghie

Questo mattoncino, lavabile, robusto e al tempo stesso leggero, permette di levigare e perfezionare la superficie dell’unghia. Il kit, oltre a contenere 10 buffer, include anche un pratico e morbido pennello con tanto di strass all’impugnatura: oltre ad essere piacevole esteticamente, aiuta a rimuovere la polvere prodotta a seguito della limatura.

GeekerChip – set lime per unghie

Questo set contiene un assortimento di robuste lime – se ne contano 6 in totale – dalla differente grana (150, 180, 240, 100/180, 220/280, 1000/4000). Si possono utilizzare sia per trattare le unghie naturali che quelle artificiali. Pratiche da impugnare, permettono di limare, accorciare e dare forma alle unghie. Non solo. Permettono anche di rimuovere il gel.

Blissany – buffer a 4 fasi

Mai senza il buffer a 4 fasi: questo set – composto da 5 pezzi – è decisamente utile per realizzare una perfetta manicure fai da te. Ogni mattoncino è dotato di quattro differenti superfici – facilmente identificabili tanto per la numerazione quanto per la colorazione –  da utilizzare in sequenza. In pochi e semplici passaggi è quindi possibile accorciare, definire, levigare e lucidare la superficie dell’unghia.

Altri suggerimenti:

Leggi anche:

Dip powder manicure, quando lo smalto è in polvere

Unghie che brillano, l’occorrente per una manicure casalinga

Consigli.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online o tramite la consulenza di esperti. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Consigli.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.