Leonardo Sciascia e il poliziesco come denuncia sociale

uomo che sta scrivendo

Cento anni fa nasceva lo scrittore siciliano che raccontò la mafia senza ipocrisie

Era l’8 gennaio del 1921 quando in Sicilia, a Racalmuto, in una famiglia di estrazione umile, nasceva Leonardo Sciascia. Ad un secolo da quel giorno, l’autore che per primo ha analizzato il fenomeno mafioso, servendosi della sua scrittura, rappresenta ancora un riferimento della coscienza critica del nostro Paese, contro ogni ipocrisia del potere. L’anniversario della sua nascita rappresenta un’occasione per riscoprire i suoi romanzi che segnarono un’evoluzione sostanziale del genere poliziesco. Non si trattava più semplicemente di un gioco con i lettori, per fare luce su un omicidio, ma di un’enorme metafora dei grandi problemi sociali e civili della sua Sicilia. La lotta non era più contro un misterioso assassino, ma contro una “piovra” che con i suoi tentacoli arrivava ovunque. Il lavoro delle forze dell’ordine contro la barriera di omertà impediva spesso all’azione investigativa di andare avanti, ma attraverso uomini decisi, come il capitano Bellodi protagonista de “Il giorno della civetta” , si arrivava a fare chiarezza su vicende oscure. “Mi ci romperò la testa” afferma Bellodi in una famosa pagina del libro, lanciando una sfida alla Sicilia, ma soprattutto a se stesso. 

Leonardo Sciascia

I romanzi da leggere

Il giorno della civetta. Di questo romanzo breve sulla mafia, apparso per la prima volta nel 1961, ha scritto Leonardo Sciascia: “ho impiegato addirittura un anno, da un’estate all’altra, per far più corto questo racconto. Ma il risultato cui questo mio lavoro di ‘cavare’ voleva giungere era rivolto più che a dare misura, essenzialità e ritmo, al racconto, a parare le eventuali e possibili intolleranze di coloro che dalla mia rappresentazione potessero ritenersi, più o meno direttamente, colpiti. Perché in Italia, si sa, non si può scherzare né coi santi né coi fanti: e figuriamoci se, invece che scherzare, si vuole fare sul serio”.

8,00€
10,00
disponibile
29 nuovo da 8,00€
6 usato da 5,80€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 26 Gennaio 2021 9:27

Una storia semplice.  Un giallo siciliano, con sfondo di mafia e droga. Eppure mai l’autore si trova costretto a nominare sia l’una che l’altra parola. Tutto comincia con una telefonata alla polizia, con un messaggio troncato, con un apparente suicidio. E subito la storia si espande, si dilata, si aggroviglia, senza lasciare neppure l’opportunità di riflettere. Davanti alla proliferazione dei fatti, non solo noi lettori ma anche l’unico personaggio che nel romanzo ricerca la verità, un brigadiere, siamo chiamati a far agire nel tempo minimo i nostri riflessi. È forse questo l’estremo azzardo concesso a chi vuole “ancora una volta scandagliare scrupolosamente le possibilità che forse ancora restano alla giustizia”.

7,20€
9,00
disponibile
25 nuovo da 7,20€
16 usato da 5,50€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 26 Gennaio 2021 9:27

A ciascuno il suo. Un farmacista riceve una lettera minatoria in cui viene brutalmente minacciato di morte. L’uomo inizialmente non è impaurito dall’accaduto perché pensa ad uno scherzo, ma successivamente il suo stato d’animo cambierà. Infatti, poco tempo dopo, durante una battuta di caccia, il farmacista e un amico vengono uccisi senza alcuna traccia che possa far risalire ad un indiziato. Da quel momento, il professore Laurana, amico di una delle vittime, inizierà privatamente le indagini.

14,53€
disponibile
2 nuovo da 14,51€
3 usato da 14,51€
Amazon.it
Ultimo aggiornamento il 26 Gennaio 2021 9:27

Conoscere l’uomo oltre lo scrittore

Quasi guardandosi in uno specchio. Tantissime le pubblicazioni dedicate a Leonardo Sciascia, sia in veste di scrittore, che di personaggio pubblico, che di uomo. Tra questi il bellissimo libro “Quasi guardandosi in uno specchio”, che raccoglie le fotografie scattate a Leonardo Sciascia da Angelo Pitrone dal 1985 al 1989, anno della morte dello scrittore. Si tratta di immagini realizzate in occasioni pubbliche e una serie di ritratti in posa. Lo scrittore compare con amici scrittori e con familiari. Il volume è impreziosito da un saggio introduttivo di Salvatore Ferlita e dai ricordi del poeta marsalese Nino De Vita.

Ultimo aggiornamento il 26 Gennaio 2021 9:27

Sciascia l’eretico. Leonardo Sciascia con le sue invettive e ossessioni ha anticipato temi cruciali della vita pubblica, nodi rimasti drammaticamente irrisolti, dalla lotta alla mafia alla corruzione, dagli errori della macchina della giustizia a quelli dello Stato, dal caso Moro al travaglio di Enzo Tortora, passando da forti intese a grandi contese, da Calvino a Guttuso. Una storia che Felice Cavallaro ricostruisce in un racconto originale e ricco di aneddoti, con lo sguardo privilegiato di chi lo ha conosciuto da vicino. Un bilancio dell’eredità di un protagonista del mondo della cultura e della politica sempre attuale: una fonte preziosa dove attingere acqua fresca per illuminare molte zone d’ombra del Paese, perché come scriveva Sciascia stesso «tutti i nodi vengono al pettine. Quando c’è il pettine…».

16,15€
17,00
disponibile
13 nuovo da 16,14€
1 usato da 20,00€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 26 Gennaio 2021 9:27

Altri consigli per chi ama i gialli

Tantissimi gli autori per gli appassionati di romanzi gialli e di detective stories: tra i grandi classici lo scrittore George Simenon inventore del commissario Maigret e la dame del crimine Agatha Christie con i suoi misteriosi delitti dagli sbalorditivi risvolti.

 

 

 

Consigli.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online o tramite la consulenza di esperti. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Consigli.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.