Il grande Blek, gli albi migliori di uno degli eroi più amati del fumetto italiano

Gazzetta dello Sport

Ecco gli albi da avere per conoscere una delle icone del fumetto avventuroso italiano anni ’50 e ’60

Nato negli anni ’50, dagli stessi autori de Il comandante Mark, Il grande Blek è uno dei più popolari eroi del fumetto italiano. I suoi autori, Pietro SartorisDario Guzzon e Giovanni Sinchetto, erano all’epoca noti con il nome collettivo di EsseGesse, e crearono Blek per l’Editoriale Dardo. Il fumetto, pubblicato in formato striscia, ebbe una fortuna enorme tra il 1954 e il 1965, anno in cui gli EsseGesse se ne andarono per via di dispute con l’editore. Dardo proseguì la pubblicazione delle strisce per altri due anni, ma il calo vertiginoso di vendite costrinse l’editore alla chiusura.

Eppure Blek resta un mito per i collezionisti. Come ricorda Sinchetto, “Negli anni d’oro, Blek vendeva 400.000 copie a settimana, più di Miki, più di Tex, più di tutti”. Un successo che ha portato a 654 albi pubblicati durante il corso originale e a storie realizzate in Francia e Jugoslavia da altri autori. Se volete conoscere il mito di Blek Macigno, ecco alcuni albi da non perdere…

Il volume dei Classici del fumetto di Repubblica

Il grande Blek, gli albi migliori di uno degli eroi più amati del fumetto italiano

In questo volume sono raccolte alcune delle migliori storie di Blek. L’albo fa parte della collana storica dei classici del fumetto di Repubblica, ed è indispensabile per conoscere le origini di Blek. Il personaggio fu creato da EsseGesse come omaggio agli eroi delle loro letture giovanili, tra cui L’ultimo dei Mohicani. Blek è un trapper, un esploratore eroico che si muove nell’America delle guerre coloniali contro gli inglesi. Al suo fianco ci sono il coraggioso adolescente Roddy Lassiter e lo scienziato Cornelius Occultis.

La serie della Gazzetta dello Sport

Il grande Blek, gli albi migliori di uno degli eroi più amati del fumetto italiano

Dal numero 1 al numero 34, la serie pubblicata in edicola dalla Gazzetta dello Sport. La collana è composta in origine da 52 numeri, quindi qui ne mancano una ventina. Ma è un ottimo acquisto comunque: la Gazzetta ha raccolto le storie di EsseGesse, le ha restaurate e colorate. Gli albi sono inoltre arricchiti da redazionali inediti che esplorano la leggenda di Blek e l’impatto che ha avuto nella storia del fumetto italiano e internazionale. Un must per gli appassionati, ma non solo.

Le origini di Blek

Il grande Blek, gli albi migliori di uno degli eroi più amati del fumetto italiano

Un albo leggendario, scritto da Marcell Navarro e illustrato da Jean-Yves Mitton, che fa parte delle storie prodotte in Francia. I due autori riscrissero le origini del personaggio, inventandosi che il suo vero nome fosse Yannick Leroc. Nato in Bretagna, Yannick avrebbe poi perso il padre in un naufragio, durante un viaggio di esplorazione in America. Salvato dagli esquimesi, sarebbe poi diventato un indiano d’adozione, ribattezzandosi Blek, ovvero “dai capelli d’oro”. Un albo ideale per scoprire come il personaggio abbia avuto un impatto tale da essere rielaborato anche al di fuori del nostro Paese.

Altri suggerimenti:

20,00€
non disponibile
Ebay.it

 

 

Consigli.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online o tramite la consulenza di esperti. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Consigli.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.

Altri consigli