La nuova generazione dei decoder per la tv

A partire dal 2020 è iniziato lo switch off dell’attuale digitale terrestre, che terminerà a luglio 2022. Tanti di noi si troveranno ad acquistare un nuovo decoder, qualora il nostro televisore non fosse predisposto al nuovo formato. L’attuale standard, ossia il DVB T1, verrà, regione dopo regione, sostituito passando così al nuovo standard, il DVB T2 HEVC. Il  sistema attuale delle trasmissioni è il formato MPEG-2, utilizzato per il formato SD (standard definition). Il sistema MPEG-4, attualmente utilizzato per le trasmissioni in HD (high definition) ne prenderà il posto. Diamo un’occhiata ad alcuni modelli già presenti in commercio.

 

Il migliore decoder DVB-T2 per qualità: Zgemma H7S – 4k – Dual sat DVB-s2X e DVB-T2 – Triple – Multistream – IPTV

Vi presentiamo il decoder della Zgemma, considerato uno dei marchi più affidabili sul mercato. Il modello che vi proponiamo è lo H7S, un decoder Combo Linux. E’ un nuovo ricevitore Air Digital per la visione dei canali TV con risoluzione 4K e IPTV in alta definizione. Dotato di Tuner DVB-S2x per ricevere trasmissioni UHD con la parabola e anche i canali tv Feed Multistream, ed un tuner DVB-T2, il tutto fino a 4K da 2160p, via HDMI 1.0. Ha una connessione Ethernet molto più veloce, essendo privo di Wi-Fi. Le prestazioni sono al top, grazie al processore, Dual-core ARM Brahma da 1700 MHZ, e la memoria Flash 4 GB EMMC NAND. Dotato di uno slot per hard disk da 2,5″, il Dolby Surround ed una presa USB 3.0, aggiuntiva a quella standard da 2.0. Completa il tutto, la velocità di 12K DMIPS, e la RAM 1 GB DDR3. Un vero gioiellino, ad un prezzo più che buono, considerandone la qualità.

 

Il migliore decoder DVB-T2 qualità-prezzo: DANYSTAR DVB-T2 T227HEVC-HD

Questo decoder piccolo e compatto è un free to air, di facile programmazione, con la possibilità di utilizzarlo come multimedia tramite la presa Usb. Monta sia presa scart che hdmi, assente la connessione wifi. Il menù principale è molto semplice. Molto buoni l’audio e il video entrambi escono in hd. Unica pecca, il telecomando forse un po’ piccolo e poco maneggevole. Anche questo decoder ci consente di registrare i programmi. Il prezzo, come la qualità, è da considerarsi più che buono.

 

Il migliore decoder DVB-T2 di fascia media: COBRA

Free to air di fascia media, ma ha tutto il necessario per essere un ottimo decoder. Piccolo di dimensioni, con un buon sintonizzatore full hd. Presenta sul fronte un display e una presa usb da cui si possono registrare i programmi desiderati, in risoluzione massima di 1080p. Sul retro una presa hdmi e scart, e presa Ethernet per accesso Internet. Buona la ricezione dei canali. Il cambio tra un canale all’altro è molto veloce, eliminando di fatto quei secondi di nero che normalmente ci sono. Il menù è in italiano e la ricerca dei canali ha il LCN (logical channel numbering) che permette la corretta numerazione. Un piccolo, grande, decoder.

 

Il migliore decoder DVB-T2 di fascia economica: Digiquest DGQ900 HD

Questo decoder fa al caso di chi non vuole averne uno classico, che magari ingombra. Il dispositivo, infatti, ha un pratico sistema di ancoraggio per fissarlo dove si vuole.  Lo si collega alla tv, con presa HDMI. Per controllarlo con il telecomando, basterà collegare il cavo con il dispositivo a infrarossi. Tramite la porta usb lo si può usare come lettore o per registrare, e collegando il cavo Ethernet, lo terremo sempre aggiornato. L’installazione e la ricerca dei canali è semplice, anche se bisogna impostare la lingua italiana. Il cambio canale e la navigazione nel menu è veloce . Un dispositivo veloce che soddisfa le esigenze base, senza spendere tanto.

 

Altri consigli:

Ultimo aggiornamento il 16 Ottobre 2021 3:24

 

Leggi anche:

Il bluetooth in auto, un alleato per una guida senza distrazioni

Un bel regalo per i papà, i migliori smartphone waterproof sotto i 300 Euro

In città con il monopattino elettrico, così tuteliamo l’ambiente

Consigli.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online o tramite la consulenza di esperti. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Consigli.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.