Giradischi, consigli su come sceglierne uno

giradischi
iStock

Siete innamorati del vinile e volete comprare un giradischi? Ecco alcuni consigli per scegliere quello adatto alle vostre aspettative e alle vostre tasche

Negli ultimi anni il vinile è tornato di moda. Ascoltare musica in digitale, grazie soprattutto a piattaforme come Spotify o Deezer, è decisamente semplice e poco costoso. Però il piacere dell’ascolto non è paragonabile a quello di una persona che ha in casa un giradischi. I mercatini regalano sempre perle nascoste e questo può spingere qualcuno a volerne comprare uno.

Ma cosa acquistare? Da dove partire? Ecco qualche consiglio per scegliere un giradischi all’altezza della vostra collezione e delle vostre aspettative.

Trazione a cinghia e trazione diretta nei giradischi

La prima distinzione è strutturale. Ci sono 2 tipi di giradischi: quelli con trazione a cinghia e quelli a trazione diretta.

I primi trasmettono il movimento dal motore al piatto tramite una cinghia di gomma. I secondi, invece, offrono una velocità costante, senza il bisogno di continui aggiustamenti correttivi del movimento.

Telaio

La seconda distinzione riguarda invece il telaio, che può essere sospeso o rigido.

I giradischi che fanno parte del primo gruppo hanno perciò un piccolo telaio che sostiene il piatto e il braccio, così da isolare il sistema di lettura rispetto all’esterno. Il secondo gruppo, invece, riguarda quei giradischi che hanno lo scopo primo di limitare il più possibile le vibrazioni esterne usando una struttura leggera, ma allo stesso tempo rigida.

Testina

La testina a bobina mobile, detta MC o Moving Coil, ha bisogno di un amplificatore per il suo utilizzo. Stiamo parlando di cultori del vinile. La testina a magnete mobile, detta MM o Moving Magnet, non ha invece bisogno di amplificazione aggiuntiva, si può sostituire solo lo stilo senza dover acquistare una testina nuova.

Braccio

Oggi la maggior parte dei giradischi presenta un braccio dritto. Quello a S è in via di estinzione, mentre quelli tangenziali sono decisamente molto costosi.

Il consiglio, dunque, è di comprare un giradischi con braccio dritto: è il più economico, facile da installare e più robusto degli altri.

Funzionamento

Il giradischi a funzionamento automatico vive il suo roteare autonomamente: una volta finito il disco, il piatto si ferma e torna al suo posto.

Il giradischi a funzionamento manuale, invece, ha bisogno di maggiore attenzione perché, per ascoltare un vinile, si dovrà personalmente posizionare il braccio sul disco. Poi si dovrà rimetterlo al suo posto una volta terminato l’ascolto.

Costo

Soprattutto se è il primo giradischi, il consiglio è di restare nell’ordine dei 500 euro. Spesso, infatti, prodotti che costano così si trovano scontati. A questo prezzo si possono trovare ottimi prodotti a trazione a cinghia.

Se invece sogni di acquistarne uno al di sotto i 400 euro allora scegli giradischi a trazione diretta.

In questo articolo ne puoi trovare diversi a costi molto più contenuti.

 

Top 5 giradischi a trazione a cinghia sotto i 500 euro

PS-HX500

Marca: Sony
Basta collegarlo al Pc attaverso la porta Usb per convertire i vinili in tracce DSD native a 5. Fiore all’occhiello l’amplificatore EQ fono integrato per ascoltare musica analogica su un sistema audio di alta qualità.

SCOPRI L’OFFERTA SU AMAZON

 

 

TN-300 NA

Giradischi

Marca: Teac
Questo giradischi è compatibile con i vinili da 33 e 45 giri. Dotato di una uscita phono e di un ingresso Usb, è compatibile con i principali sistemi operativi.

SCOPRI L’OFFERTA SU AMAZON

 

TN-300B

Giradischi

Marca: Teac
Bianco, legno naturale, nero e rosso: queste le varianti cromatiche del prodotto in questione. Design elegante, ingresso Usb per i dispositivi mobile. Questo giradischi permette di trasferire musica dal vinile al pc.

SCOPRI L’OFFERTA SU AMAZON

 

Debut Carbon

Giradischi

Marca: Pro-Ject
Costruito nei minimi dettagli, è dotato di un cavo di alimentazione lungo due metri (quello audio è di circa un metro e mezzo). La regolazione della testina richiede un po’ di pazienza per chi come è alle prime armi, comunque prodotto consigliatissimo.

SCOPRI L’OFFERTA SU AMAZON

 

TN-300 CH

Giradischi

Marca: Teac
Piatto è costruito molto bene: solido, materiali di prima qualità, ben rifinito.
Ottimo rapporto qualità prezzo. Protezione antipolvere inclusa. L’unica pecca è l’assenza del ritorno automatico della testina una volta finito il disco.

SCOPRI L’OFFERTA SU AMAZON

 

 

Giradischi a trazione diretta a meno di 400 euro

DD-2520

Giradischi

Marca: Omnitronic
Torq iniziale da 1kg/cm. Preamplificazione photo integrato per digitalizzare i vinili analogici. Si collega al pc tramite porta Usb e ha una uscita di linea RCA per collegarsi ad altri impianti hi-fi.

SCOPRI L’OFFERTA SU AMAZON

 

AT-LP120 USB HC

Giradischi

Marca: Audio-Technica
Azionamento diretto con motore potente e forte momento di avviamento, tre velocità a scelta (33 giri, 45 giri, 78 giri). Nella confezione troverete anche un sistema pick-up AT95e, Headshell AT-HS10, Slipmat, cavo di rete, cavo USB, software audio.

SCOPRI L’OFFERTA SU AMAZON

 

 

Libri sui giradischi

Giradischi

Autore: Carlo Capitta

Infine, per approfondire l’argomento, il consiglio è di acquistare un libro che tratti questo genere di prodotti. Noi vi suggeriamo “Tutto sul giradischi” per saperne di più sulla collocazione, sulla scelta del braccio e sul set-up della testina.

SCOPRI L’OFFERTA SU AMAZON

Leggi anche: 10 vinili da collezione da non perdere assolutamente

 

Consigli.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online o tramite la consulenza di esperti. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Consigli.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.