Gigi Proietti: cinque consigli, tra libri e film, per non dimenticarlo mai

Gigi Proietti

Uno dei più grandi dello spettacolo italiano, sia sul palco, che nella vita. Gigi Proietti se ne è andato proprio nel giorno del suo compleanno, il 2 novembre, in occasione dei suoi 80 anni. Ricoverato da giorni in una clinica romana per accertamenti, era stato colpito da un grave scompenso cardiaco. I funerali, partecipatissimi ma comunque contingentati, si sono celebrati giovedì 5 novembre a Roma, nella Chiesa degli Artisti in piazza del Popolo.

Gigi Proietti, all’anagrafe Luigi, è stato un attore, comico, cabarettista, doppiatore, conduttore televisivo, regista, cantante, direttore artistico e insegnante italiano. Ed era considerato uno dei massimi esponenti della storia del teatro italiano. Il suo debutto risale al 1963, grazie a Giancarlo Cobelli, con il Can Can degli italiani, per poi interpretare senza sosta numerosi spettacoli teatrali sino a A me gli occhi, please. Lo spettacolo segnò un record di oltre 500mila presenze al Teatro Olimpico di Roma.

Il debutto di Gigi Proietti

Affermatosi come attore teatrale, ebbe anche esperienze nel campo televisivo, al quale si dedicò fugacemente tra la fine degli anni sessanta e l’inizio degli anni settanta: prese parte allo sceneggiato Il circolo Pickwick di Ugo Gregoretti. Poi fu protagonista di svariati spettacoli di successo come Sabato sera dalle nove alle dieci, Fatti e fattacci, Fantastico e Io a modo mio. Poi ha raggiunto la consacrazione cinematografica nel 1976 con il celebre Febbre da cavallo, nel ruolo dell’incallito scommettitore Mandrake, che con il passare degli anni è divenuto un vero e proprio film di culto.

Le serie televisive di successo

A partire dagli anni novanta, è stato anche protagonista di svariate serie televisive di successo. Prima fra tutte la serie RAI Il maresciallo Rocca, iniziata nel 1996 e divenuta una delle serialità di maggior audience della televisione italiana. Ma è anche stato San Filippo Neri nella miniserie Preferisco il Paradiso, il cardinale Romeo Colombo da Priverno in L’ultimo papa re, il misterioso generale Nicola Persico in Il signore della truffa, e lo stravagante giornalista Bruno Palmieri in Una pallottola nel cuore.

I suoi due libri

Si cimenta anche nella poesia, seguendo l’esempio del Belli, di Trilussa e dello stesso Petrolini, componendo diversi sonetti pubblicati negli anni 1990 in una rubrica del quotidiano romano Il Messaggero. Alla fine del 2013, Proietti esordisce nella scrittura, pubblicando un’autobiografia intitolata Tutto sommato qualcosa mi ricordo. Alla fine del 2015, pubblica un nuovo libro, dal titolo Decamerino. Novelle dietro le quinte. Si tratta di una raccolta di racconti, aneddoti e componimenti in versi de-camerino, ossia nati nel camerino, nel dietro le quinte del teatro.

Il Maresciallo Rocca

Il maresciallo Rocca è una serie televisiva italiana ideata da Laura Toscano e prodotta dalla Rai e dalla Solaris Cinematografica, trasmessa in Italia dal 16 gennaio 1996 al 23 ottobre 2005, prima su Rai 2 e poi su Rai 1. Il protagonista della serie è Gigi Proietti. La serie, ambientata a Viterbo, narra le indagini del maresciallo aiutante Giovanni Rocca alle prese con i più svariati crimini che assediano la città. Ogni episodio, inoltre, è incentrato sulla conflittualità tra la sfera privata e lavorativa del maresciallo, il quale deve sempre riuscire a bilanciarle in maniera equa. Ha superato i 10 milioni di spettatori ed è stata varie volte replicata sia su Rai Uno che su Rai Premium.

Una pallottola nel cuore

Una pallottola nel cuore è una serie televisiva italiana che è stata trasmessa su Rai 1 dal 27 ottobre 2014 al 16 ottobre 2018. Ideata e diretta da Luca Manfredi, la serie vede protagonista Proietti nei panni di Bruno Palmieri. Nella serie è un giornalista romano di cronaca nera che in tanti anni di carriera ne ha viste tante e ne ricorda altrettante; infatti ha una memoria infallibile che gli fa ricordare particolari minuziosi e anche persone. Bruno vive con una pallottola vicino al cuore perché tanti anni prima qualcuno gli ha sparato alle spalle e cercare di rimuoverla sarebbe troppo rischioso per la sua vita. Ormai alle soglie della pensione, Bruno non riesce ad andarci perché si avvia ad una seconda giovinezza professionale nel cercare di risolvere vecchi casi. Nel frattempo alla redazione arriva Maddalena, la figlia illegittima di Bruno e sorella di Sandro e frutto di una relazione con una vecchia fiamma, Paola, che lo lasciò subito dopo che venne ferito, quando scoprì di essere incinta per non scombussolargli ulteriormente la vita.

Il successo cinematografico: Febbre da cavallo

Febbre da cavallo è un film del 1976 diretto da Steno. Interpretato da Gigi Proietti ed Enrico Montesano, nonostante un’accoglienza tiepida, oggi è considerato un film di culto della commedia italiana. E ha lanciato le carriere dei protagonisti Proietti e Montesano, oltre a essere ricordato per la sua particolare scalata al successo nel corso degli anni. I protagonisti principali sono tre amici con la passione per le scommesse ippiche costretti a inventare stratagemmi e raggiri di ogni genere per raggranellare il denaro necessario per sovvenzionare la loro costosa e fallimentare passione. La sfortuna e la loro atavica imperizia li portano a indebitarsi al punto da doversi inventare una grossa quanto assurda truffa per truccare una corsa.

Gli altri film

Al cinema collabora sempre con i Vanzina, prima come protagonista nella commedia Le barzellette (2004), dove ripropone gran parte degli sketch e barzellette realizzate con successo durante le numerose ospitate televisive dagli anni 1980 a oggi, mentre poi nel filone del cine-cocomero, nei poco fortunati Un’estate al mare e Un’estate ai Caraibi, usciti nelle sale rispettivamente nelle estati del 2008 e del 2009. Giusto per dirne qualcuno…

 

Altri suggerimenti

176,99€
disponibile
1 nuovo da 176,99€
Amazon.it
7,99€
disponibile
1 nuovo da 7,99€
Amazon.it
Ultimo aggiornamento il 28 Gennaio 2021 6:42

 

Consigli.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online o tramite la consulenza di esperti. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Consigli.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.