Fiori commestibili: kit, libri e prodotti per usare i boccioli in cucina

Cucchiaino infilato in dolce rosa con fiori
iStock

Le ricette con i fiori sono un omaggio alla primavera, al potere dei colori e alla natura. Ecco cosa c’è da sapere su questo tipo di preparazione

Fiori da mangiare, petali che decorano una torta o un biscotto. I fiori commestibili, o fiori eduli, fanno parte da sempre della tradizione culinaria nostrana, pensiamo ai classici fiori di zucca o allo stesso basilico. Tuttavia nuovi esemplari compaiono ora come elemento creativo. La loro particolarità? Decorare i piatti con striature diverse, geometrie ricche e un tocco di grande raffinatezza. I formati? Fiori freschi, essiccati, o a infusione.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Elena (@me.myworld_and)

Lo sanno bene i creator di Instagram che con le foglie creano tanti effetti. Però prima di pensare alla forma è meglio chiarire quali fiori possiamo chiamare ‘commestibili’. Qui c’è un elenco di esemplari promosso dall’organizzazione Slow Food che può funzionare da guida. Per quanto riguarda il gusto, bisogna po’ sperimentare. Ci sono esemplari speziati, altri che non hanno una particolare connotazione, altri ancora più dolciastri.

Cosa dire della messa in tavola? La primavera sicuramente aiuta a ispirarsi con composizioni assolutamente golose. I soggetti preferiti sono torte, biscotti e drink che possono sembrare ancora più freschi grazie a lilla, giallo o strisce di blu. I fiori si poggiano sull’esterno della glassa, oppure galleggiano su liquidi rosati. Insomma come ogni cosa in cucina, aiutano a trovare il giusto equilibrio nel gusto e nella composizione. Da dove iniziare? Tra libri per imparare come usarli e kit per coltivarli, ecco una selezione di prodotti per voi. Senza dimenticare alcune soluzioni per utilizzare i fiori negli spazi domestici.

Miscela di fiori

Composto di fiori essiccati che si presenta con un’ampia frammentazione delle foglie. Il formato in pezzi aiuta a spolverare le ricette ma è un po’ meno scenografico del fiore intero. Come valorizzarli nelle dimensioni micro? Il nostro consiglio è quello di sceglierli per composizioni come muffin e biscotti, dove i colori non rischiano di perdersi nell’abbondanza dell’impasto.

Il libro per iniziare

Il web è fonte di ispirazione ma anche un buon libro di ricette può risultare utile per cimentarsi con piatti nuovi. Quando non si hanno le idee chiare, le foto suggeriscono tante composizioni da copiare. Un esempio? Dalla creme brulée alla tempura, troverete degli spunti iconici per rendere i fiori davvero protagonisti. Del resto la pubblicazione è particolarmente attenta ai dettagli: dalle grafiche agli ingredienti, tutte le informazioni sono valorizzate in forma chiara.

Ultimo aggiornamento il 27 Ottobre 2021 3:07

Kit per coltivarli

Bustine di semi e tutto l’occorrente (vasetti di torba e terriccio) per realizzare la coltivazione a casa propria. I kit sono completi e semplici da usare e rappresentano sia un passatempo a contatto con la natura, sia un modo per avere l’ingrediente principale sempre con sé. Tuttavia servirà po’ di pazienza, la fioritura richiede tempo (alcuni mesi). Avvertenze ulteriori? Quando i fiori saranno cresciuti e pronti per i piatti, ricordate sempre di lavarli prima del consumo. La procedura standard prevede che vadano immersi in una ciotola d’acqua, poi ripassati nel colino, infine asciugati su carta assorbente.

Altri suggerimenti:

 

 

Consigli.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online o tramite la consulenza di esperti. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Consigli.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.