Creme solari per proteggere i bimbi dal sole

creme solari per bimbi

I suggerimenti e le migliori creme solari per bimbi, per godersi l’estate coi piccoli senza scottature.

Stare al sole è un vero toccasana per i bambini: oltre a stimolare il loro sistema immunitario, favorisce la produzione di vitamina D, che è indispensabile per la salute di ossa e denti.
Ma le radiazioni solari possono anche essere molto nocive per la loro pelle: un’esposizione eccessiva e non protetta può danneggiare la pelle e provocare patologie a suo carico.

Le ore più rischiose sono quelle comprese tra le 11 e le 16. Il rischio aumenta se ci si trova sulla neve, al mare o in piscina, dove la superficie riflette i raggi del sole che così colpiscono in modo più intenso, e in montagna dove aumenta l’altitudine.
I bambini sono più esposti ai rischi dell’esposizione al sole perché:

  • lo strato superficiale della pelle è più sottile
  • la pelle si disidrata in modo più veloce
  • hanno una produzione di melanina inferiore

Buone regole per proteggere la pelle dei bambini dal sole

  • Sotto i 6 mesi di età evitare di esporre il bambino al sole
  • Evitare l’esposizione nell’intervallo tra le 11 e le 16
  • Proteggere il capo del bambino con un cappellino (meglio se di quelli ampi che coprono anche il collo)
  • Se la pelle del bambino è molto delicata fategli indossare indumenti sportivi: ne esistono alcuni in lycra progettati per chi fa sport acquatici che schermano i raggi UV
  • Fategli usare occhialini con filtro UVB e UVA per proteggere le palpebre
  • Ultimo, ma più importante: applicate una buona crema solare per bimbi protettiva. Spalmatela su tutto il corpo 30 minuti prima dell’esposizione (il tempo di attivazione dei filtri) senza dimenticare piedi, orecchie, naso e ascelle. Ripetete l’applicazione ogni 2-3 ore e dopo ogni immersione in acqua, anche la crema è water-resistant. Applicate la crema anche se il bambino è giù abbronzato.


Come scegliere le creme solari per i bimbi

Un solare per bimbi di buona qualità dovrebbe avere queste caratteristiche:

  • Essere resistente all’acqua
  • Proteggere anche contro i raggi UVA (bollino circolare con la scritta “UVA”)
  • Avere un fattore SPF alto (50+)
  • Avere una formulazione basata su un filtro fisico, che non penetra nella pelle e riduce il rischio di potenziali irritazioni (questo aspetto è importante per le pelli molto chiare e sensibili, per pelli intollerante o atopiche, o se il bambino ha meno di 12 mesi)

 

Meglio la crema, lo stick, il gel o lo spray?

Hai mai provato a spalmare la crema solare su un bambino? Se la risposta è sì, sicuramente conosci tutte le difficoltà legate a questa operazione!
Le protezioni solari per bambini esistono in diverse formulazioni:

  • Crema: la più conosciuta, generalmente semplice da applicare, non rende la pelle biancastra. 
Stick solido: di solito hanno un filtro fisico e si usano su zone piccole come labbra, naso, nei.
  • Spray: sono più comodi da usare ma bisogna prestare attenzione a non tralasciare alcuna zona del corpo.
  • Gel: si usano per zone come il capo, coperto di capelli.


Le migliori creme solari per bimbi:

La più resistente all’acqua: Bionike Defence Sun Baby & Kid

La crema solare specifica per neonati: La Roche Posay Anthelios SPF50+ Gel – 250 ml

Il solare per il viso che non brucia gli occhi: Fotoprotector ISDIN Pediatrics Fusion Water SPF50+ 50ml

Altre creme solari per bimbi:

Consigli.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online o tramite la consulenza di esperti. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Consigli.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.