A tutta potenza con i PC per videogiocare: ecco come sceglierli

pc gaming

Dal modello minimalista a quello con decine di luci led e chassis trasparente che mostra tutto l’hardware interno: la parola d’ordine non è solo potenza ma anche design

Un buon computer per videogiocare deve avere parecchie frecce nel suo arco. Non essendo un portatile, può benissimo essere piazzato in un punto della stanza ma con caratteristiche di bassa rumorosità, dissipazione del calore e, perché no, anche un certo design. Certo, il suo punto principale resta la potenza, sia quella del processore che della scheda grafica ma non solo. Abbinato alle giuste periferiche, come gamepad, mouse e tastiere, un PC da gioco può trasformare qualsiasi scrivania in una stazione di battaglia, un campo da calcio o una foresta magica.

La scelta di un desktop per il gaming non è di certo un’impresa semplice. L’acquisto di un PC del genere richiede un certo grado di conoscenza tecnica, altrimenti si rischia di spendere soldi per una macchina che andrà cambiata dopo solo un paio di anni o, peggio, che non può essere migliorata con un upgrade fai-da-te. Idealmente, la scelta più sensata è quella di abbinare elementi cardine, come le suddette schede grafiche di ultima generazione, e CPU pensate apposta per dar seguito alle richieste dei titoli in 3D, notoriamente succhia-performance.

Come anticipato, un occhio non da poco è quello che bisogna dare anche all’estetica, visto che i PC possono tranquillamente integrarsi nei più vari ambienti e differenti arredamenti. Cameretta? C’è il modello con fari RGB ed eclettico. Sala studio? Possiamo scegliere qualcosa di meno appariscente ma dalle alte prestazioni. Salotto? Si, persino qui possiamo piazzare un PC per videogiocare. Ecco quali.

Il top di gamma, Dell Alienware Aurora R9

Alienware è un nome familiare quando si tratta di desktop per il gaming. Se lo stile extraterrestre può non piacere a tutti, le prestazioni sono innegabili. L’Aurora R9 ha un design compatto dal prezzo forse esagerato, ma giustificato. La GPU RTX abbinata a un Intel di ultima generazione garantisce frame rate di qualità a 4K, unito al sistema di raffreddamento Alienware AIO che contribuisce a mantenere l’interno ad una temperatura ragionevole.

Aurora R9 viene fornito con una varietà di configurazioni in base alle esigenze, ma ognuna con un prezzo fuori dalla norma, sia chiaro. Tuttavia, il listino superiore alla media offre una qualità costruttiva affidabile, un servizio clienti eccezionale e molte garanzie. Le numerose opzioni aiutano anche a portarsi a casa il modello che realmente fa per ogni utente, evitando di comprare cose che poi non servono quando si tratta di pre-assemblati. A conti fatti, è difficile battere il pacchetto totale offerto da Alienware.

La scelta compatta, Corsair One i164

Si tratta di un PC con fattore di forma ridotto, ma con un hardware di ottimo livello. Il design del case è forse troppo futuristico ma anche elegante allo stesso tempo, potendo sprigionare colori caldi che donano un’atmosfera di gioco accogliente. La CPU e la GPU utilizzano soluzioni di raffreddamento a liquido indipendenti, con l’aria calda che viene espulsa da una singola ventola a levitazione magnetica da 140 mm. L’alimentatore si trova sotto la scheda madre e alcune porte USB sono state riposizionate nella parte anteriore per un miglior accesso.

Il modello i140 parte da un Core i7-9700K e una scheda RTX 2080, mentre la workstation superiore della serie i180 arriva al Core i9-9920X con abbinata una RTX 2080. Il prezzo varia ovviamente in base alle specifiche, quindi meglio capire prima il proprio budget e poi selezionare la configurazione più adatta tra le tante. Ad ogni modo, tutti gli esemplari sono dotati di 32 GB di RAM, un buon modo per non preoccuparsi di aggiornare il modulo per parecchi anni.

Il modello “economico”, HP Omen Obelisk

Hewlett Packard ha una lunga storia in fatto di PC anche se non propriamente votati al gaming. La svolta è arrivata con la famiglia Omen, di cui Obelisk è l’esemplare più accessibile. Qui abbiamo una base composta da una GTX 1060 e Ryzen 5 2500X, che può arrivare ad una RTX 2080 e un processore Core i7-8700 di ottava generazione, pronto pure per la tecnologia di ray tracing, che sta divenendo una caratteristica essenziale nel comparto gaming.

Nonostante una nuova scheda RTX di fascia alta e una CPU funzionale, oltre a 16 GB di RAM, un SSD da 256 GB e un HDD da 2 TB), l’Oblesik spesso si compra a meno di 2.000 euro e ciò è in gran parte dovuto al fatto che HP ha eliminato tutti i fronzoli non essenziali che tendono a compensare il prezzo di macchine analoghe di altri produttori. Certo, è sprovvisto di un sistema di raffreddamento a liquido troppo elaborato o di una suite di spettacolari luci RGB ma assolve benissimo alla sua funzione principale: far girare i videogiochi più recenti senza problemi o rallentamenti. Peraltro mostrando tutto il suo interno con un pannello trasparente, minimalista quanto basta.

Il PC per la cameretta, CyberPower PCWarrior

Circa 1.000 euro per un PC per il gaming? Si, possibile con CyberPower. Chi cerca un PC da gioco che sia “combattente” può fermarsi qui. Dotato di un Intel Core i7 e di una Nvidia GeForce GTX 1660 6GB è un’ottima scelta con cui far girare titoli di spessore, anche recenti. La RAM è da 16 GB ma se ne aggiungiamo altri 8, beh otteniamo decisamente un sistema completo. Insomma, questo è un modo per entrare nel mondo emozionante (e in continua espansione) dei videogame senza spendere troppo. Non avrà specifiche da top di gamma ma risparmiando all’inizio, si può benissimo aggiornare successivamente.

Il computer gaming di classe, HP Pavilion 690

Il desktop HP Pavilion 690 rappresenta l’ultima gamma desktop di HP pensata sia per l’home office che per giocare. Il suo prezzo, i componenti e le prestazioni sono rivolti a potenziali acquirenti di entrambi i campi, anche se sappiamo che un computer “tuttofare”, di solito, non risponde ottimamente a esigenze estreme di gaming. Invece, con opzioni fino a processori AMD Ryzen 5 2400G, 8 GB di RAM e la scheda grafica AMD Radeon RX 580, questo computer mette sul tavolo prestazioni di livello molto alto.

Del resto, la destinazione d’uso plurima trova ragione di esistere anche nel design, contenuto quanto basta per risultare elegante e mai invasivo, anche in ambienti professionali. Nel caso, ci sono configurazioni maggiori, dove ovviamente si sale di prezzo, e dove le prestazioni in gaming diventano più interessanti e in linea con la concorrenza diretta.

Altri suggerimenti

Consigli.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online o tramite la consulenza di esperti. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Consigli.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.