Come abbronzarsi naturalmente d’estate e da casa: 10 consigli

10 consigli per una tintarella perfetta

La stagione estiva è alle porte e presto potremo goderci il nostro bel mare e le nostre magnifiche spiagge. Ma se per molti di noi mare e spiaggia sono sinonimo di relax e pennichelle sotto l’ombrellone, per altri significano un obiettivo: l’abbronzatura

Vuoi tornare dalle vacanze con una tintarella davvero perfetta? O magari riuscire ad ottenerla anche da casa? Ecco 10 consigli su come abbronzarsi in modo uniforme, sano, e senza rischi per la pelle.

1. Resta all’ombra

Anche se sembra controintuitivo, il primo consiglio su come abbronzarsi, forse il più importante è quello di stare all’ombra, soprattutto durante le prime esposizioni della stagione. Se sei a casa puoi benissimo usare un ombrellone da giardino come riparo, o semplicemente evitare di esporti nelle ore in cui il sole batte più forte, ovvero tra le 11 e le 17. Assicurati di essere totalmente all’ombra (anche le gambe e i piedi!) per evitare dolorosissime scottature localizzate.

2. Usa sempre una crema solare

Sembra ovvio per molti di noi, eppure le spiagge pullulano di persone con la pelle ustionata al termine di una giornata di spiaggia. Dunque, eccoci qui a ripetere un principio sacrosanto di ogni amante della tintarella: la crema solare è importantissima per proteggere la tua pelle dai raggi UV, che sono semplicemente dannosi, e quindi per mantenerla sempre sana e bella. Ricordati anche di rispettare le modalità d’uso indicate sulla confezione e di ripetere l’applicazione ogni due ore circa.

3. Scegli il fattore di protezione (SPF) più adatto a te

Questo consiglio è direttamente collegato al primo. Non basta usare una crema solare qualsiasi, magari una che abbia un fattore di protezione minimo e che sia infarcita di abbronzante. Nelle prime esposizioni al sole è sempre meglio utilizzare un fattore di protezione molto alto, come il 50, per poi discendere gradualmente. Questo, però, se la tua pelle non è molto chiara, come nel caso dei fenotipi con capelli rossi o biondi. In questo caso, meglio rimanere su un SPF elevato. 

4. Idratati

Bere acqua è importante per il nostro organismo, e lo è ancora di più quando siamo esposti al sole e al caldo. Per cui, mentre sei sdraiato ad abbronzarti, ricordati di bere acqua fresca frequentemente. L’ideale è avere sempre con te una borsa frigo o una borraccia termica nella quale puoi conservare la tua acqua al fresco per maggiore comodità. Attenzione agli alcolici: non fanno le veci dell’acqua. 

5. Mangia i cibi che attivano la produzione di melanina

Sapevi che alcuni cibi hanno un effetto stimolante sulla produzione di melanina, e quindi ci aiutano ad abbronzarci meglio e più in fretta? Parliamo della frutta e della verdura dalle tinte rosse e aranciate (come ciliegie, carote, albococche, fragole, meloni, pomodori e peperoni), ma anche di lattuga e cicoria.

6. Muoviti

No no, non è un articolo su come dimagrire ma davvero su come abbronzarsi! Anche se può sembrare strano, infatti, passare la giornata ad arrostire sull’asciugamano potrebbe non essere il modo migliore per ottenere una tintarella perfetta. Muovendoti sulla spiaggia, ad esempio giocando a beach volley o con i racchettoni, permetterai al sole di colpire la tua pelle in maniera più omogenea, donandoti una fantastica abbronzatura (e un fisico più in forma!).

7. Olio abbronzante sì o no?

Cospargersi di olio abbronzante ed esporsi al sole per 12 ore consecutive è una delle classiche ricette kamikaze per un’abbronzatura ultra strong. Meglio evitare, se non vuoi ritrovarti con danni permanenti all’epidermide e un’abbronzatura a macchie. Molti tra i prodotti in commercio infatti tingono la pelle con dei pigmenti, nei fatti macchiandola, senza proteggerla dai raggi UV. Per fortuna è possibile anche trovare degli olii dotati di fattore di protezione e con un effetto stimolante, che potresti usare ad abbronzatura già avviata, non dalle prime esposizioni.

8. La pazienza è la virtù dei belli

L’estate è lunga per cui è inutile esporti per molto tempo al sole fin dalla prima volta. I rischi di una dolorosa scottatura infatti sono molto più alti. Cerca invece di far progredire dolcemente la tua abbronzatura iniziando con delle esposizioni brevi di circa 1-2 ore, e soprattutto non durante le ore più calde come detto in precedenza. Preferisci invece la fascia oraria che va dalle ore 8 alle 11 e dopo le 17.

9. Indossa gli occhiali da sole

Gli occhi sono anch’essi fragili e sensibili alla luce e ai raggi del sole. Per cui mentre sei sdraiato ad abbronzarti indossa degli occhiali da sole certificati che garantiscano una protezione ottimale.

10. Allena la tua pelle con l’abbronzatura artificiale

Sei sei davvero un fan dell’abbronzatura puoi prendere in considerazione l’idea di andare in un centro estetico e di usare le apparecchiature con lampade UV. Ti presenterai all’appuntamento con l’estate già con una bella tintarella e avrai una pelle già più abituata che rischierà meno di scottarsi.

Consigli.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online o tramite la consulenza di esperti. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Consigli.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.