Centrifugati, un concentrato di gusto e benessere

Centrifuga
Courtesy of©Angelafoto/iStock

Dissetante e rinfrescante, ma non solo: i consigli della bartender per realizzare una bevanda sfiziosa e salutare

In estate, date le roventi temperature, si avverte spesso la necessità di rinfrescarsi, e non solo facendo una doccia: quando si ha voglia di sorseggiare qualcosa di sfizioso e dissetante, piuttosto che acquistare bibite confezionate, perché non realizzare in casa un gustoso centrifugato? Questa salutare bevanda è un vero toccasana per l’organismo. “I centrifugati sono delle bevande naturali a base di frutta o verdura, simili ai succhi di frutta, conosciuti da lungo tempo ma che hanno preso piede negli ultimi anni grazie a una ritrovata passione per diete salutari e cibi sani ma gustosi.

Preparati a partire da frutta e verdure fresche, nella maggior parte dei casi non sbucciate, sono ricchi di vitamine, sali minerali e antiossidanti, tutti elementi preziosi per il nostro organismo, sono disintossicanti, rinfrescanti e nutrienti, perfetti per una pausa dissetante, fresca e leggera, soprattutto con il caldo di questo periodo”, spiega Sara Paternesi, head bartender dei locali Vivi.

Centrifugato doc: come prepararlo

Veniamo al dunque, come si prepara? In primis bisogna lavare gli ingredienti prescelti in modo accurato prediligendo frutta e verdura fresche e di stagione, specie quando si vuole utilizzare anche la buccia nel centrifugato (in tal caso meglio optare per prodotti bio). Tagliare a pezzi gli alimenti facendo attenzione a eliminare noccioli, torsoli e scorze dure (come quelle di ananas, agrumi o melone). Inserire gli ingredienti nella centrifuga, tramite il pressatore nel foro dell’attrezzatura, senza sovraccaricarla e accendere l’estrattore o la centrifuga tenendolo/a alla velocità minima.

Estrattore vs centrifuga: quale macchinario prediligere? “Per il consumo casalingo, consiglio l’estrattore. Sicuramente meno veloce della centrifuga, sfrutta però un procedimento migliore di estrazione: mentre la centrifuga lavora a circa 10mila giri al minuto, l’estrattore lavora a 100 giri/min. Questo comporta temperature più basse che non vanno a rovinare le qualità organolettiche delle materie prime: se voglio fare il pieno di Vitamina C ed energia, perché dovrei andare a rovinare le arance surriscaldandole?”, consiglia la bartender. Ultimata la preparazione, è bene consumare il centrifugato appena fatto: il motivo? Le proprietà benefiche di frutta e verdura si disperdono molto velocemente.

Frutta e verdura, gli ingredienti da rendere protagonisti

Una volta scoperto il ‘come’ passiamo al ‘cosa’ ovvero alla scelta degli ingredienti da rendere protagonisti del proprio centrifugato. Bisognerebbe mescolare sempre la frutta con verdure, erbe o spezie: così facendo – come spiega l’esperta – si creano accostamenti nuovi, spesso buonissimi, e non si avranno centrifugati troppo dolci o troppo insipidi. Quali gli abbinamenti che funzionano meglio? “Partendo dall’idea che l’abbinamento migliore è quello che piace di più a chi lo deve bere, posso dare qualche consiglio in base all’effetto che alcuni cibi hanno sul nostro organismo.

Per esempio, se volessi un centrifugato detox, mescolerei ananas, finocchio, cetriolo e menta; se invece mi servisse per tirarmi su col caldo, farei il pieno di Vitamina C con arancia, carota, zenzero e anguria. Se volessi essere sicura di non raffreddarmi in inverno, mescolerei arancia, limone, curcuma e mela e ancora se volessi accogliere i miei ospiti con un soft drink dolce e rinfrescante, proporrei pompelmo rosa, fragola e basilico. Prima di allenarmi, invece, opterei per un mix di energia con carota, zucca, mango e pepe nero”, dichiara Sara Paternesi. In questo articolo vi abbiamo suggerito alcune letture utili per trovare ispirazione.

No agli sprechi: per essere più sostenibili è bene sapere che gli scarti (polpa e buccia) del centrifugato sono ricchi di fibre, vitamine e nutrienti. Perché dunque gettarli? “Se avete usato prodotti biologici, non buttate i materiali di scarto depositati nel cestello della centrifuga: riciclateli. Come? Possono essere utilizzati come impasto base di barrette energetiche, come base per un dado fatto in casa, come compost per concimare le piante in giardino (in questo articolo vi abbiamo parlato dei composter) o per gli animali domestici”, conclude la bartender.

Ecco qualche strumento utile per realizzare in casa un rinfrescante centrifugato.

Centrifuga con motore da 700 W

Semplice, moderna e decisamente funzionale: questa centrifuga, dotata di potente motore da 700 W, finitura in robusta plastica bianca lucida e super accessoriata, è veloce, efficiente, facile da smontare, rimontare e pulire. Permette di centrifugare frutta e ortaggi freschi per ricavarne succhi puri e omogenei. Uno dei punti di forza è la bocchetta d’immissione sufficientemente larga tanto da permettere di introdurre frutti e ortaggi interi.

Set coltelli per frutta e verdura

Step numero uno, per realizzare un centrifugato è necessario sbucciare la frutta e tagliare le verdure. Questo set è composto da tre coltelli con lama in acciaio inox dotati di ergonomico manico in polipropilene. Sono facili da impugnare e, all’atto pratico, assicurano precisione nel taglio. Degna di nota la confezione realizzata in cartone 100% riciclato.

Estrattore di succo compatto

Semplice e poco ingombrante, questo estrattore – caratterizzato da dimensioni davvero ridotte e un design moderno ed essenziale – è ideale per uso domestico. Grazie alla tecnologia MicroMasticating estrae fino al 90% della frutta. L’erogazione dell’estratto avviene direttamente nel bicchiere. Molto pratica la levetta salvagoccia. Facile da utilizzare e veloce da pulire.

Altri suggerimenti:

18,11€
20,00€
disponibile
2 new from 18,11€
2 used from 14,41€
Amazon.it
23,98€
29,90€
disponibile
24 new from 18,40€
1 used from 14,66€
Amazon.it
44,44€
51,99€
disponibile
23 new from 41,55€
1 used from 29,16€
Amazon.it
Ultimo aggiornamento il 6 Dicembre 2021 2:22

Consigli.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online o tramite la consulenza di esperti. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Consigli.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.