Battle Ropes, come tenersi in forma con le funi navali

iStock

Sono innumerevoli gli esercizi che si possono realizzare, anche all’aperto, con queste particolari corde: i consigli per impostare un workout sicuro ed efficace

Le palestre sono chiuse ma, al fine di non perdere il ritmo e soprattutto per tenere alto il morale, è possibile continuare ad allenarsi. Per mantenersi in forma dunque, oltre alla tradizionale corda, è possibile sperimentare le Battle Ropes. Queste funi navali, molto utilizzate nelle palestre dove si pratica functional training, permettono di realizzare un workout decisamente ‘esplosivo’: “L’allenamento con le corde nasce principalmente come workout indirizzato agli atleti che praticano sport di contatto (boxe, lotta libera e arti marziali) e si caratterizza per gli esercizi che impiegano tutte le parti del corpo, con particolare attenzione alle braccia, alle spalle e con grandi sollecitazioni dei muscoli quadricipiti”, spiega Alex Frustaci, Sports Performance Trainer owner di Stronger Club, centro partner di Urban Sports Club, e Fondatore della BullsWorkout®.

Le funi non sono però tutte uguali, a variare infatti sono tanto la lunghezza, quanto lo spessore, il peso e il materiale: “In commercio esistono diversi tipi di funi la cui lunghezza oscilla tra i 10 e i 15 metri e hanno un diametro compreso tra 3 e 5 centimetri: personalmente prediligo – e consiglio – una corda da 15 metri con diametro 5 centimetri. Le altre, a mio avviso, rappresentano una “scorciatoia”: è bene ricordare che più sono lunghe e più è difficile “smuoverle” fino in fondo. Sono preferibili quelle in nylon o in poliestere, molto più resistenti: assicurano infatti una maggiore durata nel tempo. Questi materiali consentono l’utilizzo anche in spazi esterni senza subire danni o deterioramenti”, suggerisce l’esperto. Che dire poi del peso? “Se la fune da 7,5 metri pesa circa 6/8kg quella da 15 metri, invece, oscilla tra 12 e 15 kg. Negli spostamenti, soprattutto quelli laterali come il Russian Twist, ci si accorge anche di 1 kg in più”, aggiunge poi Frustaci.

Per allenarsi, sebbene non sia richiesto un abbigliamento particolare, l’esperto consiglia di prestare attenzione alla scelta delle calzature: “Il grip della scarpa è fondamentale per gli esercizi di spostamento proprio o della corda. Più saldi siamo al terreno e più riusciamo ad esprimere meglio la forza”, spiega il trainer. Per quel che concerne gli accessori invece, chi teme calli e duroni può proteggere le mani indossando dei guanti: “Sui guanti esistono diverse scuole di pensiero: nella mia esperienza, ad esempio, calli e mani ruvide rappresentano dei ricordi bellissimi. A chi volesse acquistarli suggerisco modelli in tessuto traspirante e con imbottitura in gel”, afferma l’esperto.

Le battle ropes permettono di personalizzare l’allenamento regolando tanto l’intensità quanto il ritmo di ogni esercizio in base alla propria preparazione: “Sono molteplici le esercitazioni che si possono effettuare con le corde, come il wave e l’alternating waves dove le corde vengono fatte ondeggiare contemporaneamente o alternativamente e ancora il seated hip toss che non è altro che un Russian twist fatto con le corde – quindi molto più impegnativo – e i jumping jacks che, visto che richiedono ‘solamente’ di saltellare con le corde, apparentemente sembrano semplici ma in realtà, dopo circa 30 secondi, le spalle cominciano a bruciare. I benefici sono altissimi a livello metabolico: la vera sfida è tenere un’alta intensità per almeno 1 minuto di esercizio”, rivela il trainer.

Questo allenamento non è praticabile solo ed esclusivamente in palestra, basta individuare lo spazio giusto, fissare le funi et voilà, si è pronti per mettersi in gioco: “In casa risulta difficile trovare uno spazio adeguato mentre all’aperto è più facile, basta attorcigliare con un giro la corda al palo e si può cominciare la pratica”, conclude il Frustaci. Ecco una selezione di capi e strumenti utili per pianificare un training esplosivo.

Power Guidance – fune

Solida e spessa questa fune, essendo rivestita in nylon, risulta particolarmente resistente. Ciò consente di utilizzarla praticamente ovunque, tanto in ambienti interni che esterni e, grazie al gancio di ancoraggio fornito, può essere fissata a un qualsiasi punto fisso. A caratterizzarla inoltre sono le pratiche impugnature in gomma termoretraibile in grado di assicurare una presa salda durante l’esecuzione degli esercizi. Con un spessore di 38 mm e tre diverse lunghezze (9, 12 e 15 m), lo strumento permette di modulare il proprio workout ricordando che più la corda è lunga e più l’allenamento risulterà impegnativo.

Nike – scarpe da training

Resistenti, funzionali e di design: queste scarpe da training, pensate proprio per gli allenamenti ad alta intensità e per il sollevamento pesi, assicurano un’ammortizzazione mirata nonché un’ottima stabilità e traspirabilità. La tomaia in mesh permette infatti di avere un piede sempre fresco e asciutto mentre l’inserto Hyperlift consente di regolare l’altezza sotto il tallone aumentandone la stabilità. Anche l’occhio vuole la sua parte: oltre ad essere altamente performanti, queste calzature sono anche di tendenza, hanno infatti una piacevole estetica.

Leone 1947 – guanti imbottiti

Durante le esercitazioni con le funi le mani sono sottoposte a forti sollecitazioni: al fine di scongiurare la comparsi di calli, vesciche e ferite, è possibile proteggerle indossando dei guanti, un accessorio utile in grado di fornire protezione e sostegno al tempo stesso. Questo modello, grazie all’imbottitura in gel e al tessuto traforato e traspirante, garantisce una presa salda e sicura. Oltre ad avere una buona vestibilità, per sfilarli basta un attimo.

Altri suggerimenti:

Leggi anche:

Rullo per bici, l’accessorio per pedalare indoor

Come cominciare a correre: kit pratico per principianti

Consigli.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online o tramite la consulenza di esperti. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Consigli.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.