Attrezzatura per DJ: ecco quel che serve per mixare

Attrezzatura per DJ
pixabay

Chi sogna di fare il DJ e si avvicina per la prima volta al mondo della musica mixata, spesso ha difficoltà a capire quale è la giusta attrezzatura per DJ.

A partire dall’esplosione della disco music negli anni ’70 e della sua diffusione negli ‘80, passando per Dj storici come Nicky Siano e David Morales, l’arte del mixaggio ha conquistato le piste da ballo di club e discoteche di tutto il mondo. Oggi i DJ famosi sono considerati delle vere e proprie star: David Guetta, Martin Garrix, Armin van Buuren…  E ovviamente molti giovani vorrebbero seguirne le orme.

Ma cerchiamo di rimanere con i piedi per terra!

Il DJ è un professionista dell’intrattenimento che, grazie alle sue capacità artistiche e tecniche, è in grado di selezionare e mixare la musica giusta per far ballare il pubblico.

Per imparare a mixare, un aspirante DJ deve:

  • Ascoltare tanta musica e conoscerla bene
  • Avere l’attrezzatura giusta e fare molta pratica

In questo articolo vogliamo aiutarvi a muovere i primi passi verso il vostro traguardo, fornendovi una breve panoramica degli strumenti adatti per ciascun livello di esperienza.

Console All-In-One per principianti

Sono prodotti digitali pronti all’uso, racchiudono in un unico pezzo tutta l’attrezzatura per dj e hanno un prezzo contenuto rispetto alle console analogiche. Sono particolarmente indicate per i principianti, perché permettono di fare pratica riducendo eventuali errori dovuti all’inesperienza. A seconda dei modelli, riproducono la musica (di solito in formato mp3) leggendola da cd, chiavette USB o direttamente da un computer. Sono munite di 2 jog wheel che consentono di interagire con le tracce musicali, simulando il tocco sul giradischi. Le console all-in-one hanno il mixer integrato e sono già predisposte con tutto ciò che serve per mixare:

  • Cue: per il puntamento preciso delle tracce audio (come si farebbe con la testina di un giradischi)
  • Time: per cambiare la velocità di riproduzione (il BPM)
  • Pitch: per cambiare la tonalità
  • Loop: per riprodurre in maniera ciclica porzioni audio selezionate
  • Equalizzatore: per intervenire sulle frequenze
  • Effetti: riverberi, eco, delay e altro per “abbellire” i mix

Molte console digitali si interfacciano con dei software dedicati come Rekordbox, Traktor e Serato Dj, che permettono di preparare e gestire i dj set attraverso un computer.

Console All-In-One per esperti

Sul mercato esistono anche modelli di console All-In-One di fascia superiore, dedicate ai DJ esperti, che ne apprezzano la praticità, la compattezza e la facilità di trasporto. Ovviamente il prezzo è un po’ più alto ma è proporzionato alla qualità. Di fatto, il potenziale espressivo di queste console è elevato.

Console assemblate per professionisti

I professionisti, di solito, preferiscono configurare la propria console nella maniera classica, scegliendo l’attrezzatura per dj più adatta alle loro performance e acquistando separatamente i lettori multimediali, il mixer ed eventuali altre componenti.

I CDJ

Devono poter riprodurre musica dai principali supporti (CD, USB, e Hard Disk) e avere tutte le funzionalità per il mixaggio: cue, time, pitch, loop, ecc… Dato che sono destinati ad essere trasportati ed usati tra feste, party e discoteche, è bene scegliere modelli affidabili e resistenti. Noi suggeriamo due buoni modelli dal prezzo contenuto, uno a marca Numark e l’altro della Gemini, e un bel Pioneer, punto di riferimento nel settore.

Il Mixer

Al centro della console ci deve essere un mixer di qualità, specifico per DJ. Nella scelta, particolare attenzione va dedicata al numero di canali in ingresso: più ce ne sono, più si possono aggiungere strumenti alla propria console a seconda delle esigenze: microfoni, campionatori, giradischi e altri CDJ. Noi qui vi proponiamo un semiprofessionale della Xone, un entry level professionale Pioneer e un mixer professionale di alto livello, sempre a marca Pioneer.

In fatto di mixer all’avanguardia, la fusione di analogico e digitale permette di controllare contemporaneamente lettori classici (CDJ e giradischi) e deck virtuali di software come Traktor e Serato Dj, installati su Pc o Mac. Configurazioni di questo tipo estendono enormemente le possibilità creative dei Dj più esperti.

Un tocco di stile

Diciamoci la verità: veder maneggiare i classici dischi in vinile fa sempre il suo bell’effetto. Soprattutto oggi che sono tornati di moda! Così, un po’ per far scena, un po’ per “amore”, molti professionisti affiancano giradischi analogici alla loro strumentazione digitale. E non c’è niente di meglio di un grande classico targato Technics.

Le cuffie

Sono uno strumento essenziale per ogni DJ. Devono isolare bene dal rumore esterno, fornire un ascolto perfetto ad alto volume ed essere molto comode. Anche in questo caso, si paga per ciò che si ottiene.

Le casse

Quando un DJ professionista suona in un club o ad un evento, ovviamente, utilizza gli impianti di amplificazione e diffusione messi a disposizione dagli organizzatori. Per le feste private, invece, la maggior parte delle volte non è così. E dato che, soprattutto agli inizi, ci si esibisce prevalentemente in questo genere di occasioni, avere a disposizione un paio di casse adatte fa molto comodo, oltre a far crescere il compenso per l’ingaggio. In generale, consigliamo delle “casse attive”, che non hanno bisogno di un amplificatore esterno (una cosa in meno da portare con voi!). Riguardo la potenza, casse tra i 100W e 200W sono ottime per esercitarsi a casa o in ambienti di modeste dimensioni, tra amici. Per location di ampiezza media, come piccoli locali e palestre, saranno sufficienti casse da 400W. Per gli spazi più ampi, magari all’aperto, si va dai 700W in su.

Molti DJ, sono anche “producer” e si fanno conoscere componendo tracce originali o remixando brani già famosi. Un’altra pratica molto comune è quella di iniziare una collaborazione con un’emittente radiofonica a cui inviare le registrazioni dei propri dj set, già pronti per l’on air. E, al giorno d’oggi, i canali promozionali si moltiplicano, grazie ai social e alle piattaforme di poadcasting. Se anche voi siete interessati a questo genere di attività, oltre all’attrezzatura per dj di cui abbiamo parlato fin qui, avrete bisogno di allestire il vostro studio di produzione. In tal caso, vi consigliamo di leggere il nostro articolo dedicato all’home recording.

Altri strumenti che vi saranno d’ispirazione:

149,00€
169,99€
disponibile
7 new from 149,00€
1 used from 123,24€
Amazon.it
359,00€
disponibile
Amazon.it
2.499,00€
disponibile
4 new from 2.499,00€
Amazon.it
269,00€
disponibile
14 new from 269,00€
6 used from 243,11€
Amazon.it
179,00€
disponibile
5 new from 179,00€
Amazon.it
Ultimo aggiornamento il 15 Giugno 2021 11:47
Consigli.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online o tramite la consulenza di esperti. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Consigli.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.