Alexa, la voce e la mente della casa intelligente

Credit

Alexa è l’assistente personale più affermata del momento, ma per poterla “interpellare” sono necessari degli strumenti, ecco gli speaker Amazon del 2020

In Italia è arrivata solo nel 2018, ma negli USA è disponibile dal 2014. Parliamo di Alexa, l’assistente personale di Amazon, che sfruttando l’intelligenza artificiale, contenuta nei server Amazon, permette un’interazione vocale sempre più avanzata. Ad Alexa si può chiedere di tutto, notizie, previsioni del tempo, favole, storie, lettura di audio libri, traduzioni e quant’altro, e lei risponde sempre con garbo e cortesia, facendo anche compagnia alle persone sole. Negli USA è già disponibile una versione aggiornata del software, che le fornisce anche le emozioni.

Alexa è già utilissima alle persone anziane e con disabilità, vedremo quali vantaggi sociali potrà portare anche da noi la nuova “anima”. È dotata di una serie di funzionalità base, che si possono implementare tramite “Skill“, così come avviene con le App per gli smartphone. In questo modo si possono comandare vocalmente lampadine, riscaldamenti, condizionatori e dispositivi di ogni genere come gli interruttori wifi.

Per poter parlare e interagire con Alexa è necessario disporre di un dispositivo di input, che traduce in comandi informatici la voce “del padrone”. Ultimamente si possono utilizzare anche smartwatch e il telecomando della Firestick Amazon, ma i dispositivi più noti e utilizzati sono gli altoparlanti intelligenti prodotti da Amazon stessa, gli Echo. Si tratta ormai di una famiglia di speakers, fatti per ascoltare musica ma non solo, ciascuno con caratteristiche ben differenziate e prezzi standard compresi tra i 29 e i 200 Euro. Qui di seguito trovate tutti i modelli disponibili, inclusi anche quelli futuristici presentati  a settembre 2020,  elencati per tipo e prezzo “standard” crescente.

L’ultimo arrivato: Echo Auto, in macchina con Alexa è tutt’altra musica!

Anche se all’estero era già disponibile da un po’ di tempo, in Italia è una novità dell’estate 2020. Amazon Echo Auto permette di integrare le funzionalità e l’intelligenza artificiale di Alexa nell’autoradio, via cavetto audio AUX o Bluetooth, sia direttamente, sia tramite smarpthone. Non si tratta di uno speaker, ma del solo cervello di Alexa, dotato di una barra led che ne indica il funzionamento e ben 8 microfoni che permettono di carpire i comandi vocali anche in abitacolo reso rumoroso da traffico, radio, climatizzatore al massimo o anche finestrini e tettuccio aperto. La confezione include tutto ciò che può servire, o quasi, ovvero un cavo USB e un adattatore da accendisigari (con due porte USB) per l’alimentazione e un supporto magnetico con aggancio alle bocchette di areazione. Amazon avverte che le autoradio integrate di alcune auto e smartphone non sono compatibili via Bluetooth ma non vi è nessun problema via AUX.  Cliccando sul link “Vai all’offerta”, nella descrizione troverete l’elenco completo dei dispositivi incompatibili.

Ultimo aggiornamento il 26 Ottobre 2021 2:03

Amazon Echo Flex: l’altoparlante smart Alexa formato spina con espansione USB

Attualmente, come costo standard, Echo Flex è il modello più economico di speaker intelligente Alexa. Ha la forma di un piccolo alimentatore da muro ma integra tutte le funzioni di un altoparlante smart bluetooth, quindi permette di ascoltare sia musica in streaming internet proveniente dal “cloud” sua quella riprodotta dallo smartphone associato. Date le dimensioni l’audio non può essere molto potente, ma può comunque rimpiazzare una piccola radio. Da non sottovalutare l’importanza della porta USB che permette di ricaricare telefoni, tablet e quant’altro, e che permette di collegare utili estensioni come la luce notturna, l’orologio o il rilevatore di presenza. Quest’ultimo si può programmare per effettuare operazioni combinate, come ad esempio accendere una lampada smart quando si entra in una stanza, spegnerla quando si esce, o fare un annuncio quando qualcuno entra in un locale. Come su tutti gli speaker Alexa, Echo Flex ha un tasto per disattivare i microfoni. Il prezzo standard di Echo Flex è di 29 Euro, in alcune occasioni è stato disponibile in offerta a 20.

L’altoparlante smart con assistente Alexa di più grande successo, Amazon Echo Dot di 3a generazione

Amazon Echo Dot è certamente lo speaker intelligente Alexa di maggiore successo di sempre, visto che riesce a integrare, in dimensioni contenute, tutte le funzionalità smart di Alexa con una qualità e potenza di ascolto della musica più che accettabile. Per chi ha un impianto stereo più potente, per un ascolto migliore, ha anche un uscita audio mini jack. Per abbinarsi ai gusti e agli arredamenti di tutti, è disponibile in quattro colori diversi. Echo Dot ha un costo standard di 59,99 Euro, ma è disponibile anche nella versione LCD,  da 69,99 Euro , che integra al suo interno anche l’orologio, con luminosità regolabile. Nota: negli ultimi mesi è stato possibile acquistare quasi sempre lo speaker con uno sconto a sorpresa, ogni giorno diverso.

Echo Dot 4a generazione: il rinnovamento di un mito

Echo Dot di terza generazione ha avuto un successo enorme, grazie anche alle offerte incredibili del Black Friday e Cyber Monday dello scorso anno, che hanno permesso a milioni di persone del mondo di fare dei graditissimi regali di Natale. Oggi Echo Dot si rinnova, proponendo alcune migliorie ma soprattutto un nuovo look, ancor più accattivante, grazie alla forma sferica.  Oltre alle funzioni conosciute ora c’è la possibilità di disattivare la sveglia toccando lo speaker nella parte alta, e sono state ottimizzate le caratteristiche audio per rendere ancora migliore l’ascolto. Come in passato è disponibile la versione con orologio integrato. Entrambi i modelli conservano lo stesso prezzo di listino dei precedenti, ovvero, 59,90 e 69,90 Euro, ma saranno disponibili rispettivamente dal 22 ottobre e da inizio novembre.

La versione intermedia Echo terza generazione, per audio più potente e fedele

Per chi volesse ascoltare la musica con maggiore qualità e potenza, c’è Echo terza generazione (2019), che è molto simile a Echo Dot, ma essendo più grande, riesce ad ospitare al suo interno due altoparlanti anziché uno, un tweeter adatto a riprodurre con maggiore fedeltà le alte frequenze e un woofer al neodimio da 76mm per le medio/basse. Non manca un processore Dolby per fornire un’esperienza d’ascolto ancora migliore. Interessante la presenza sia di ingresso che uscita audio analogica mini jack, per collegare l’altoparlante ad uno stereo esterno o per amplificare un lettore CD o qualsiasi altra sorgente audio.  Accoppiando due Echo 2019 si ottiene un suono stereo, con una qualità d’ascolto degna di un buon impianto HiFi. Gli utenti più esigenti possono poi accoppiare anche Echo Sub, un altoparlante addizionale con subwoofer da 152mm e 100 watt di potenza, che però permette di riprodurre solo audio in streaming e non da file o da sorgenti analogiche. Anche Echo è disponibile in quattro colori. Il prezzo standard di Echo è di 99,99 Euro.

Echo di 4a generazione: nuovo look, stesso prezzo ma nuove caratteristiche “rubate” ai fratelli maggiori

Se a parte la forma le modifiche tra i nuovi e i vecchi Echo Dot sono minime, non si può dire lo stesso per Echo, che oltre a cambiare fisicamente, ha una marcia in più nell’audio e ruba caratteristiche sia ad Echo Plus che Echo Studio. Dal primo prende l’hub Zigbee, un protocollo per il controllo wireless a bassissimo consumo, per poter controllare con la propria voce anche altre periferiche smart che utilizzano questo protocollo e aggiunge anche il supporto per Sidewalk, il protocollo proprietario di Amazon. Da Echo Studio prende invece la capacità di analizzare l’acustica della stanza per adattare i suoni e migliorare ancora l’esperienza di ascolto, decisamente superiore, anche grazie ad un altoparlante in più. Adesso ci sono due tweeter e un woofer da 75mm, in grado di supportare il suono Dolby Stereo con un solo Echo. Oltre ad una serie di miglioramenti sui microfoni, Echo 4a gen. migliora ancora la comprensione dei comandi vocali grazie al chip AZ1 Neural Edge. Echo 4a generazione sarà disponibile a partire dal 22 ottobre, ma è già possibile preordinarlo oggi, per riceverlo non appena cominceranno le spedizioni.

Echo Plus, altoparlante Alexa con Hub per la domotica

Se state cercando di capire qual è la differenza tra i due speaker Echo ed Echo Plus 2019 sappiate che sono quasi identici: la versione Plus ha in più solo l’Hub integrato Zigbee, per la gestione domotica di dispositivi, come lampade e sensori che usano quel protocollo, una sorta di Bluetooth a bassissimo consumo. Le prestazioni audio sono pertanto identiche così come la possibilità di accoppiare due speaker e subwoofer per avere un audio 2.1 con processore Dolby. Il costo standard di Echo Plus è di 149,99.

Echo Studio: lo speaker Alexa con cinque altoparlanti e Dolby Atmos

Ancora più in alto come prezzo e prestazioni sonore troviamo l’ultimo arrivato della gamma Echo, Studio. Rispetto a Echo Plus, è un po’ più grande perché al suo interno trovano posto ben 5 altoparlanti, un sub woofer da 5,25” (133 mm) e quattro tweeter direzionali, che grazie all’avanzato processore audio Dolby Atmos, riescono a fornire un’esperienza d’ascolto davvero unica. Al primo avvio l’altoparlante studia, grazie ai suoi microfoni, l’acustica della stanza, per fornire il massimo in riproduzione. Anche Echo Studio si può associare ad un unità uguale per avere la stereofonia ed è dotato dell’Hub Zigbee per la gestione di altri dispositivi di domotica. Echo Studio non ha uscita analogica, da collegare ad uno stereo esterno, ma è l’unico altoparlante Alexa ad avere, oltre al mini jack analogico, anche l’ingresso audio digitale ottico. Il costo standard di Echo Studio è di 199,99 Euro.

Echo Sub: il subwoofer aggiuntivo per gli Echo

In questo momento non è disponibile, per questo motivo non vedete né foto né prezzo. Echo sub non è uno speaker indipendente, va necessariamente associato ad un Echo, Echo Plus o Echo Studio. Aggiunge potenza al suono in maniera consistente, essendo dotato di un subwoofer da 152 mm, ancora più grande di quello contenuto in Echo Studio. La potenza dell’amplificatore, di classe D, è di 100W. Attenzione, attualmente Echo sub ha un limite, si può utilizzare solo per ascoltare la musica in streaming, da servizi come Amazon Music, Apple Music, Spotify, Deezer e TuneIn. Non è compatibile quindi con la riproduzione tramite Bluetooth, tramite cavo audio AUX da 3,5 mm e dispositivi TV/video (Fire TV e Apple TV inclusi).

Echo Show da 5, e 10 pollici: altoparlanti smart Alexa con schermo integrato

Per il momento sono meno diffusi ma rappresentano la nuova frontiera degli speaker intelligenti, gli Echo Show integrano anche un monitor per avere non solo il supporto audio di Alexa, ma anche quello video, per poter quindi guardare notiziari, serie TV e Film tramite Prime Video o Youtube, ma anche effettuare video chiamate trame Alexa o Skype senza utilizzare le mani. Ma non solo, si possono ad esempio vedere le immagini delle telecamere di sorveglianza. Echo View è disponibile in due versioni, la standard con monitor da 10 pollici e la piccola da 5. Tra le due cambiano, a parte la dimensione dello schermo, la risoluzione della videocamera (1MP contro 5MP), la potenza dell’audio e la presenza, sul modello grande, dell’hub Zigbee per il controllo di dispositivi smart presenti in casa, come luci, termometri, sensori fumo o gas, etc. Echo Show 5 ha un altoparlante da 1,65″, mentre Echo Show ne ha due da 2 pollici. Per la tutela della privacy, come su tutti i dispositivi Echo, è possibile disattivare microfoni e videocamera, e sono dotati di uscita audio per il collegamento ad un impianto stereo esterno. Il costo standard di Echo Show 5 è di 89,99 Euro mentre la versione da 10″ costa 229,99 Euro.

Echo Show da 8 pollici, la versione con schermo più nuova ed equilibrata

Il 26 Febbraio 2020 sono cominciate le spedizioni di, Echo Show 8, il componente più nuovo della famiglia di schermi/altoparlanti intelligenti Alexa. Si colloca come dimensioni nel mezzo tra i modelli da 5 e 10 pollici ma nel prezzo è più vicino a quello da 5. Oltre allo schermo maggiorato, rispetto al “fratellino”, su questo modello c’è anche un audio rinnovato con caratteristiche ancora più “cristalline” e una videocamera di qualità migliore. Restano confermate tutte le caratteristiche positive.

Nuovo Echo Show 10: lo schermo che ti segue!

Tutto nuovo a fine 2020 anche Echo Show 10, l’altoparlante con display smart più grande di Amazon. Pur mantenendo lo stesso prezzo della vecchia versione, qualità e sostanza aumentano notevolmente. A differenza del passato, schermo e altoparlante non sono un tutt’uno, sono due corpi uniti da un braccetto, un po’ come il primo e iconico iMac LCD di Apple.  Questa novità non è solo vincolata al design, ma soprattutto alla funzionalità. Lo schermo è infatti motorizzato e riesce a capire dove si trova l’interlocutore, così se ci si sposta nella stanza, lui ruota per mostrare sempre il lato A, proprio come fa un girasole con il sole. La sezione audio prevede ora tre altoparlanti, con due tweeter e un woofer da 75mm, con il supporto del Dolby Stereo. In poche parole, come Echo Studio, l’altoparlante studia l’acustica della stanza per elaborare il suono e fornire la maggior qualità d’ascolto possibile. Insomma un vero e proprio concentrato di tecnologia, per poter ascoltare musica, vedere video ed effettuare video chiamate per lavoro o con i propri cari, senza utilizzare un computer.

Echo Spot: la sveglia intelligente con Alexa

Molto simile per concezione agli Echo Show, Echo Spot è una sveglia intelligente, dotata si di display, ma tondo. Permette come gli Echo Show di effettuare videochiamate e come tutti gli Echo di interagire con Alexa e ascoltare musica. Non è però uno dei prodotti più economici, visto che normalmente il suo costo supera abbondantemente i cento Euro.

Novità a fine 2020 anche per Fire TV Stick: come donare l’anima di Alexa a qualsiasi televisore o monitor

Anche il televisore, il monitor o il proiettore possono acquisire l’anima e l’intelligenza di Alexa. Possono farlo grazie alla Fire TV Stick  con telecomando Alexa, un’utilissima chiavetta che si collega al display tramite una porta HDMI. Televisore/monitor/proiettore diventano “smart TV“, quindi in grado di ricevere segnali televisivi digitali dai servizi di streaming video e audio, come Youtube, Netfilx, Amazon Prime Video, Rai Play, Infinity, Dazn, etc. Fire TV Stick grazie al telecomando vocale Alexa, trasforma il televisore anche in un assistente vocale, proprio come uno degli speaker intelligenti Echo, in grado di controllare tutti i dispositivi compatibili Alexa. Ad esempio si può utilizzare la voce per accendere il riscaldamento, l’aria condizionata, si possono osservare le immagini delle telecamere di sorveglianza WiFi, e tanto altro. Ci fermiamo qui, visto che per descrivere tutto quello che si può fare con l’accoppiata Fire Stick HD e il telecomando vocale Alexa, ci vorrebbe un libro intero!

Fino a settembre 2019 i modelli erano due, Fire TV Stick HD e Fire TV Stick 4K, con il secondo equipaggiato con un processore più potente e in grado di riprodurre filmati 4K con il massimo della qualità. Da fine 2020 i modelli saranno quattro. Due modelli affiancano la versione 4K , invariata come caratteristiche e prezzi, verso il basso. Parliamo di Fire TV Stick di 3a generazione, che utilizza ora un processore più potente quad core, simile a quello della versione 4K, che permette di vedere tutti i contenuti, anche HDR, fino al Full HD a 60 fotogrammi al secondo. Fire Stick TV Lite, versione più economica in assoluto, da 29,99Euro, è uguale in tutto se non per il telecomando, sempre dotato di Alexa, ma privo della possibilità di comandare anche televisori, sound bar e altri dispositivi compatibili. La gamma è completata verso l’alto da Fire TV Stick Cube, ancor più potente di Fire TV Stick 4K, dotato di una nuova estetica a forma di cubo e un sistema microfonico sofisticatissimo per capire i comandi vocali anche durante le fasi più concitate e rumorose di un film. Il costo standard è di circa 119 Euro, il doppio del modello 4K.

Non è spesso un’opzione conveniente, ma se siete possessori della penultima versione di Fire Stick, e volete beneficiare di tutte le funzioni del nuovo telecomando, è possibile acquistarlo. Costa 29,90 Euro, ossia dieci Euro meno di una Fire TV Stick  HD completa, kit che a volte si trova in offerta ad un prezzo inferiore…

Echo Wall Clock: l’orologio da muro per Alexa

Come l’Echo Sub, anche l’Echo Wall Clock deve essere associato ad un altoparlante Echo. Oltre a mostrare l’ora con le lancette, ha sessanta led, messi dove di solito gli orologi hanno i trattini per segnare secondi o minuti, che mostrano lo stato degli allarmi programmati sul’Echo associato, visualizzando appunto quanti minuti mancano allo scadere, e quando manca meno di un minuto, i secondi. Si alimenta tramite quattro batterie stilo AA (qui trovate le migliori AA ricaricabili). Il prezzo standard di Echo Wall Clock è di 29,99 Euro.

Blink Mini: la videocamera di sicurezza di Amazon, compatibile con Alexa, più economica

Tornare a casa dopo che è stata svaligiata è un’esperienza bruttissima, che non dovrebbe succedere a nessuno. Tuttavia si tratta di un evento tutt’altro che raro, che però si può scongiurare con un sistema di videosorveglianza. Blink è un’azienda di Amazon che si occupa di strumenti per la sicurezza. Con Blink Mini basta un budget irrisorio e nessuna conoscenza tecnica per mettere al sicuro la propria abitazione. Basta avere una presa di corrente e la connessione WiFi, e Blink Mini, grazie al rilevamento di movimento, ci informa subito con un avviso sullo smartphone che in casa, in giardino o in garage sta succedendo qualcosa di anomalo. Ma non solo, essendo dotata sia di microfono che cassa acustica, la si può utilizzare anche con altri scopi, non solo per invitare i ladri a lasciarci in pace, ma per osservare i nostri piccoli che dormono, o gli amici a quattro zampe quando siamo a lavoro, e comunicare con loro e ascoltare le loro “voci”. Funziona sia di giorno che di notte grazie ai raggi infrarossi. E’ compatibile con Alexa, il che vuol dire che possiamo sfruttarla utilizzando i comandi vocali e che sui dispositivi Echo con display, si possono vedere le immagini in un istante chiedendo ad Alexa. La registrazione nel cloud è gratuita per il primo anno (in caso di motion detection vengono registrate clip di 3 secondi), poi si paga circa 3 Euro al mese. Insomma una camera piccola ma completa, un must che di solito costa 39 Euro circa.

Blink Outdoor: videocamera di sicurezza da esterni, con batterie che durano 2 anni!

La famiglia Alexa si allarga ad un nuovo dispositivo smart, una videocamera da sicurezza che si installa in pochi secondi grazie ad un sistema completamente wireless, che prevede l’uso di due batterie AA, le classiche stilo insomma, per fornire l’alimentazione. La cosa interessante è che con un uso normale, le batterie vanno sostituite ogni due anni! La videcamera funziona anche da video citofono e consente di dialogare tramite Alexa, sia da un dispositivo Echo che dall’app mobile, con chi si trova davanti alla camera, grazie a microfono e altoparlante integrati. Insomma, un prodotto completo che prevenendo furti e rapine in casa, che ripaga il piccolo investimento necessario all’acquisto.

Nota: la durata della batteria è determinata dall’uso del dispositivo e dalle condizioni ambientali. I due anni sono stati misurati con su 5.882 secondi di Live View, 43.200 secondi di registrazione attivata dal movimento e 4.788 secondi di comunicazione bidirezionale.  Un uso maggiore potrebbe far scaricare prima le due batterie AA al litio fornite in dotazione. Le batterie non sono ricaricabili.

Consigli.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online o tramite la consulenza di esperti. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Consigli.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.