10 modi per leggere i romanzi di Alessandro Baricco

Alessandro Baricco
Courtesy of Amazon

Scrittore, musicologo e uomo di teatro Alessandro Baricco è nato a Torino nel 1958. I suoi romanzi sono stati tradotti in svariate lingue

Non solo scrittore ma anche regista, sceneggiatore insegnante, critico letterario e musicale, Alessandro Baricco, cambia continuamente pelle per emozionare meglio i suoi lettori. Infatti, il prossimo libro dell’autore che uscirà in libreria sarà The Game. Si tratta della naturale prosecuzione del saggio “I Barbari” pubblicato nel 2006. Per finire di scrivere il nuovo “The Game” l’autore si è, inoltre, recato proprio nella Silicon Valley. Il libro dovrebbe uscire il 3 ottobre per Einaudi Stile Libero.

Ricordiamo che dai capolavori letterari di Alessandro Baricco sono nati diversi spettacoli. Nel 2000, ad esempio, ha messo in scena “Novecento” che è diventato “La leggenda del pianista sull’oceano”, il film di Giuseppe Tornatore. Il suo quarto romanzo, “City”, ha, invece, preso vita nello spettacolo teatrale “City Reading Project” diretto dall’autore stesso. Acclamato dal pubblico, Alessandro Baricco è forse l’unico scrittore che si lamenta delle buonissime vendite dei suoi libri.

Già all’età di 48 anni i suoi romanzi erano già stati tradotti in 30 lingue diverse. L’autore è inoltre riuscito a riconciliare la cultura e con i media. Nonostante la sua vicinanza con la stampa Alessandro Baricco ha sempre mantenuto massima riservatezza per la sua vita privata. Infatti Baricco difficilmente rilascia interviste, preferendo dedicare la sua energia a nuovi progetti. In attesa dell’uscita della nuova opera ecco i fondamentali dello scrittore:

Oceano mare

“Oceano mare” racconta del naufragio di una fregata della marina francese, molto tempo fa, in un oceano. Gli uomini a bordo cercheranno di salvarsi su una zattera. Sul mare si incontreranno le vicende di strani personaggi. Come il professore Bartleboom che cerca di stabilire dove finisce il mare, o il pittore Plasson che dipinge solo con acqua marina, e tanti altri individui in cerca di sé, sospesi sul bordo dell’oceano, col destino segnato dal mare. E sul mare si affaccia anche la locanda Almayer, dove le tante storie confluiscono.

In evidenza: il mare come metafora esistenziale

Scopri il prodotto su Amazon

Novecento. Un monologo

Il Virginian era un piroscafo. Negli anni tra le due guerre faceva la spola tra Europa e America, con il suo carico di miliardari, di emigranti e di gente qualsiasi. Dicono che sul Virginian si esibisse ogni sera un pianista straordinario, dalla tecnica strabiliante, capace di suonare una musica mai sentita prima, meravigliosa. Si crede che la sua storia fosse pazzesca, che fosse nato su quella nave e che da lì non fosse mai sceso. Si pensa che nessuno sapesse il perché. Questo racconto, nato come monologo teatrale, è uscito per la prima volta nel 1994. Nel 1998 Giuseppe Tornatore ne ha tratto il film “La leggenda del pianista sull’oceano”.

In evidenza: Nato come monologo teatrale

Scopri il prodotto su Amazon

Tre volte all’alba

“Venga, le ho detto. Perché? Guardi fuori, è già l’alba. allora? È ora che lei torni a casa a dormire. Cosa c’entra che ora è, sono mica una bambina. Non è questione di ore, è una questione di luce. Che cavolo dice? È la luce giusta per tornare a casa, è fatta apposta per quello. La luce? Non c’è luce migliore per sentirsi puliti. Andiamo”. Si incontreranno per tre volte, ma ogni volta sarà l’unica, e la prima, e l’ultima.

In evidenza: Incontri fugaci

Scopri il prodotto su Amazon

Castelli di rabbia

A Quinnipak c’è una locomotiva di nome Elizabeth, la locomotiva del signor Rail. Nella cittadina si suona l’umanofono, lo strumento del signor Pekish. E’ un luogo dove chi vive o chi ci arriva ha una storia scritta addosso. Quinnipak è un luogo che invano cerchereste sulle carte geografiche. Eppure è là.

In evidenza: Uscito per la prima volta nel 1991

Scopri il prodotto su Amazon

Mr Gwyn

Jasper Gwyn è uno scrittore. Vive a Londra e verosimilmente è un uomo che ama la vita. Tutt’a un tratto ha voglia di smettere. Forse di smettere di scrivere, ma la sua non è la crisi che affligge gli scrittori senza ispirazione. Jasper Gwyn sembra voler cambiare prospettiva, arrivare al nocciolo di una magia. Gli fa da spalla, da complice, da assistente una ragazza che raccoglie, con rabbiosa devozione, quello che progressivamente diventa il mistero di Mr Gwyn. Alessandro Baricco entra nelle simmetrie segrete di questo mistero con il passo sicuro e sciolto di chi sa e ama i sentieri che percorre.

In evidenza: per gli amanti dei misteri

Scopri il prodotto su Amazon

Omero, Iliade

Questo volume nasce da un progetto di rilettura del poema omerico destinato alla scena teatrale. Baricco smonta e rimonta l’Iliade creando ventun monologhi, corrispondenti ad altrettanti personaggi del poema e al personaggio di un aedo che racconta, in chiusura, l’assedio e la caduta di Troia. L’autore “rinuncia” agli dei e punta sulle figure che si muovono sulla terra, sui campi di battaglia, nei palazzi achei, dietro le mura della città assediata. Tema nodale di questa sequenza di monologhi è la guerra, la guerra come desiderio, destino, fascinazione, condanna.

In evidenza: un’operazione teatrale e letteraria insieme

Scopri il prodotto su Amazon

I barbari. Saggio sulla mutazione

“Dovendo riassumere, direi questo: tutti a sentire, nell’aria, un’incomprensibile apocalisse imminente; e, ovunque, questa voce che corre: stanno arrivando i barbari. Vedi menti raffinate scrutare l’arrivo dell’invasione con gli occhi fissi nell’orizzonte della televisione. Professori capaci, dalle loro cattedre, misurano nei silenzi dei loro allievi le rovine che si è lasciato dietro il passaggio di un’orda che, in effetti, nessuno però è riuscito a vedere. E intorno a quel che si scrive o si immagina aleggia lo sguardo smarrito di esegeti che, sgomenti, raccontano una terra saccheggiata da predatori senza cultura.

In evidenza: per conoscere meglio i barbari

Scopri il prodotto su Amazon

Senza sangue

Manuel Roca e i suoi due figli vivono in una vecchia fattoria isolata nella campagna. Un giorno quattro uomini su una vecchia Mercedes imboccano la strada polverosa che conduce alla loro casa. Come se stesse aspettando da sempre questo momento, Manuel Roca non perde un attimo e chiama a sé i due figli. Qualcosa di terribile e indescrivibile sta per accadere; qualcosa che sconvolgerà irrimediabilmente la vita di tutti, soprattutto quella della piccola Nina.

In evidenza: una storia di sangue

Scopri il prodotto su Amazon

Questa storia

Ultimo Parri è un ragazzino che diventa vecchio cercando di mettere in ordine il mondo. Ha cinque anni quando vede la prima automobile, diciannove il giorno di Caporetto, venticinque quando incontra l’amore della sua vita, e molti di più la sera che muore, in un posto lontano.

In evidenza: una commovente storia

Scopri il prodotto su Amazon

Seta

La Francia, i viaggi per mare, il profumo dei gelsi a Lavilledieu, i treni a vapore, la voce di Hélène. Hervé Joncour continuò a raccontare la sua vita, come mai, nella sua vita, aveva fatto. “Non è un romanzo. E neppure un racconto. Questa è una storia. Inizia con un uomo che attraversa il mondo, e finisce con un lago che se ne sta lì, in una giornata di vento. L’uomo si chiama Hervé Joncour. Il lago non si sa.”

In evidenza: per gli amanti della francia

Scopri il prodotto su Amazon

 

Consigli.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Consigli.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale